/ Sanità

Sanità | 10 ottobre 2023, 15:08

Tumore al seno, l’annuncio in Piemonte: “Prevenzione Serena sarà esteso”

L’assessorato alla Sanità lavora per migliorare il servizio, dopo la richiesta di Magliano (Moderati)

foto di archivio

Tumore al seno, l’annuncio: “Prevenzione Serena sarà esteso”

Estendere il programma di “Prevenzione Serena” in Piemonte, per proteggere sempre di più le donne dal tumore al seno. L’obiettivo è estendere l’invito, oggi attivo per le donne d’età compresa da 50 a 69,  alla popolazione femminile tra i 45 e i 49 anni e tra i 70 e 74.

L’annuncio arriva dall’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, in risposta all’interrogazione presentata da Silvio Magliano (Moderati) sulle adesioni al programma di Prevenzione Serena per il cancro al seno.

Le donne 45-49enni saranno invitate ad effettuare la mammografia di screening ad intervallo annuale fino al compimento del 50° anno di età” ha spiegato  Icardi. “Le donne di età superiore a 69 anni e fino al compimento dei 75 anni continueranno ad essere invitate a sottoporsi alla mammografia di screening con cadenza biennale. L’invito in tali fasce di età potrà essere modulato in base alle necessità organizzative dei vari programmi in modo tale da mantenere la priorità di invito e copertura per le donne di età compresa tra 50 e 69 anni”.

Oggi, in caso di cancro diagnosticato allo screening e di conseguente intervento chirurgico, la donna viene invitata annualmente per i cinque anni consecutivi (follow-up), per poi tornare alla normale cadenza screening. In caso di rifiuto a partecipare ad un approfondimento diagnostico (a seguito di test positivo) o di rifiuto ad effettuare un intervento, l’invito successivo avviene dopo un intervallo di un anno.

Si stima che l’attesa per una mammografia di routine possa, in Piemonte, arrivare ai 12 mesi; si registrano ritardi in tema di risonanze magnetiche, refertazione degli esami istologici, test genomici e trasmissione dei referti tra le strutture” ha affermato Magliano. “Ritardare il momento di inizio delle cure può avere conseguenze gravi, a maggior ragione in un ambito nel quale la tempestività è una variabile cruciale” ha concluso il capogruppo dei Moderati.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium