/ Eventi

Eventi | 23 luglio 2020, 16:36

Bandakadabra e Giobbe Covatta in scena al Gran Parterre della Reggia di Venaria

Venerdì 24 e sabato 25 luglio due serate spettacolo da non perdere

Bandakadabra e Giobbe Covatta in scena al Gran Parterre della Reggia di Venaria

Nell’ambito del calendario estivo promosso da Piemonte dal Vivo dal 1° luglio in tutte le province piemontesi, un’offerta nuova e suggestiva trova spazio alla Reggia di Venaria Reale.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, i giardini della Reggia ospitano, il venerdì e il sabato dal 10 luglio al 15 agosto, dalle ore 18 alle ore 22 circa, un programma con teatro per famiglie, circo e danza contemporanea, musica e prosa. Più di 50 spettacoli compongono, nella varietà di artisti e generi, un unico palinsesto, che abbina alla visita dei magnifici spazi reali un’occasione di grande spettacolo dal vivo.

“La Fondazione raccoglie la sfida lanciata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude ad abitare gli spazi delle proprie Dimore con tutte le discipline dell’arte performativa, affiancando agli spettacoli veri e propri attività di formazione, inclusione e benessere- dichiara Matteo Negrin, Direttore di Piemonte dal Vivo. Ancora una volta la Reggia ci stimola ad andare oltre la prassi museale, sfidando artisti e pubblico ad abitare i propri spazi con gli abiti del contemporaneo.”

PROGRAMMA DI VENERDì 24 e SABATO 25 LUGLIO

PRIMO ATTO per i più piccoli

Venerdì 24 luglio ore 18 – Boschetto della musica

FRULLALLERO

con Cristiana Voglino e Valentina Volpatto

testo di Loredana Perissinotto, Pinin Carpi, Valeria Moretti, Bruno Tognolini

regia di Loredana Perissinotto

scene di Mauro Bellei

ASSEMBLEA TEATRO

Riflessioni, storie, canzoni e digressioni a proposito di un argomento, spesse volte una preoccupazione, atavico: il cibo. L’atto del mangiare con piacere o con inquietudine, la paura dell’essere mangiati, fagocitati, vengono affrontati dal punto di vista dei bambini.

Sabato 25 luglio ore 18 – Boschetto della musica

VA, VA, VA, VAN BEETHOVEN

di e con Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci, Diego Mingolla

FONDAZIONE TEATRO RAGAZZI E GIOVANI in collaborazione con Unione Musicale Onlus, Associazione Culturale Tzim Tzum

Lo spettacolo, dedicato a Ludwig Van Beethoven nel 250° anniversario della nascita, racconta, informa di ‘Tema con variazioni’, uno degli innumerevoli e avventurosi traslochi che il maestro dovette organizzare durante il suo soggiorno a Vienna, cambiando più di 80 case in 35 anni! Lui, col suo carattere scontroso e il suo grande pianoforte sempre dietro, di casa in casa, borbottando e scrivendo musica immortale. L’azione teatrale, accompagnata dall’esecuzione dell’op. 35 di Ludwig van Beethoven: tema, variazioni e fuga su motivi dell’Eroica, fa parte del progetto Favole in forma sonata.

INTERVALLO in musica con aperitivo

Venerdì 24 luglio ore 18,30 - Cascina Medici

THE VICTORIAN KITCHEN GARDEN

con Francesco Django Barbieri, clarinetto

Mirko Bertolino, pianoforte

CONSERVATORIO G. VERDI DI TORINO

Programma:

J. Brahms: Sonata in fa minore op.120 n.1 

Allegro appassionato. Sostenuto ed espressivo 

Andante un poco Adagio 

Allegretto grazioso. Trio - Vivace 

P. Reade:  Suite from "The Victorian Kitchen Garden" 

Prelude - Spring

Mists

Exotica - Summer

Sabato 25 luglio ore 18,30 – Cascina Medici

DUO ELEGIACO

con Francesco Maccarone, pianoforte 

Davide Maffolini, violoncello

CONSERVATORIO G. VERDI DI TORINO

Programma:

G.Fauré: Elegia per violoncello e pianoforte op.24

F.Chopin: Sonata per violoncello e pianoforte op.65

•             Allegro moderato

•             Scherzo: Allegro con brio (re minore)

•             Largo (si bemolle maggiore)

•             Finale: Allegro

SECONDO ATTO con i linguaggi del contemporaneo

Venerdì 24 luglio ore 19,30 – Giardino delle rose

STABAT MATER

di e con Amina Amici

collaborazione all'allestimento Doriana Crema

musiche Bruno De Franceschi

ZEROGRAMMI

È questo un solo femminile, riservato e intimo, dedicato alla figura della Vergine Maria a cui si rivolge un sentimento laico, di vicinanza. Sulla scena una donna e un tavolo. Il rito, il senso universale. Questo è il punto di vista della donna madre, dell’archetipo, una donna che si appoggia per sostenersi, forse vorrebbe essere sorretta o avere risposte alla sua vita così diversa, da tutto, da tutte.

a seguire

IL GIOCO DEL MONDO

di Vincenzo Criniti

con Simona Bogino, Lara Di Nallo, Carola Giarratano, Davide Stacchini

COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA

IL GIOCO DEL MONDO è una coreografia senza un preciso intento narrativo, ispirata al celebre gioco della campana. Il caratteristico salto della campana, movimento da cui parte la ricerca coreografica, è strutturato con ritmi diversi e con un disegno preciso nello spazio e inoltre arricchito da posture ispirate agli antichi Romani, che usavano questo gioco anche come allenamento. Il “gioco” insistito nel movimento è a tratti interrotto da momenti in cui lo scandire vocale delle 10 tappe della campana, evoca la capacità di stare e convivere con gli altri.

Sabato 25 luglio ore 19,30 – Allea Reale

SIC TRANSIT

scrittura drammaturgica Giorgia Russo e Alessandro Maida

con Alessandro Maida

MAGDACLAN CIRCO

Lui è il padre, nonché creatore della Storia, un po’ megalomane, presuntuoso e a tratti schizofrenico. Anni ed anni a far sentire la sua voce invano, così un giorno invia il suo migliore messaggero, cuore di papà, a ribaltare le sorti del genere umano. Ma la storia è nota: il tentativo fallisce. Quest’anno ci riprova affidandosi a un uomo nuovo. O forse ad una nuova donna.

Venerdì 24 luglio ore 20,30 – Gran Parterre

Bandakadabra in

FIGURINI

regia Alessandro Mori

NIDODIRAGNO

Quadri, figure, figurini. Un susseguirsi di “immagini musicali”, di piccoli atti unici legati tra di loro dal meccanismo dell’associazione mentale, della citazione, delle scatole cinesi, o molto più semplicemente da un accordo in Si bemolle. La Bandakadabra, estrosa formazione di fiati e percussioni torinese, una “fanfara urbana” secondo l’efficace definizione di Carlin Petrini, nata sulla strada, in mezzo alla gente che si sa, in quelle situazioni, è tutta da conquistare, fa un ulteriore passo avanti nella sua carriera e si cimenta in uno spettacolo comico-teatral-musicale dai toni vagamente surreali e dadaisti, capace, all’occasione, di abbattere la quarta parete e creare un flusso di comunicazione con gli spettatori seduti in platea.

Sabato 25 luglio ore 20,30 – Gran Parterre

LA DIVINA COMMEDIOLA

di e con Giobbe Covatta

reading e commento dell’“Inferno” tratto dalla Divina Commedia di Ciro Alighieri

MISMAONDA

La Divina Commediola di Giobbe Covatta è la sua personale versione della Divina Commedia dedicata ai diritti dei minori: nello spettacolo l’artista racconta di aver trovato in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri, un’opera incompleta che riporta solamente l’Inferno con affinità, ma anche macroscopiche differenze, con l’opera dantesca.

La programmazione lascia ampio spazio alle attività di formazione, inclusione e benessere potendo contare sugli ampi spazi dei giardini della Reggia. La Cappella di Sant’Uberto ospiterà il 24 e 31 luglio altre due momenti del progetto Sacre, ideato e promosso dalla Lavanderia a Vapore di Collegno, che coinvolge scuole di danza coordinate dai coreografi Viola Scaglione, Elena Rolla e Stefano Mazzotta, per un grande progetto collettivo, omaggio al Sacre du Printemps di Igor Stravinsky. I temi del rito, del sacrificio, dell'unione verranno sviluppati sia durante le pratiche condivise con le scuole di danza nel pomeriggio sia nelle proposte performative nel Giardino delle Rose dalle ore 19.30 a cura delle compagnie Balletto Teatro di Torino, EgriBiancoDanza e Zerogrammi. Ancora, il venerdì la Reggia ospiterà Dance Well, pratica rivolta alle persone affette da Parkinson, realizzata in collaborazione con Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani e Insieme di Pratiche Filosoficamente Autonome (17,24 e 31 luglio dalle ore 18.15 alle ore 19.15 alla Cappella Sant’Uberto).

Per assistere alle attività spettacolari, sarà sufficiente il biglietto di ingresso alla Reggia che fino al 16 agosto prevede un’apertura straordinaria serale (tutti i giorni fino alle ore 22; la domenica fino alle ore 18.30). Il biglietto di ingresso serale ha un costo di euro 6,00.

Maggiori informazioni sul sito lavenariareale.it.

Con l’arrivo dell’Estate e il desiderio delle persone di stare all’aria aperta in questo particolare periodo, la Reggia di Venaria cambia orario e prolunga la possibilità di visitare la Reggia, i Giardini e la mostra Sfida al Barocco fino a sera. Oltre agli spettacoli nei Giardini è possibile visitare il Piano Nobile della Reggia, lasciandosi così affascinare dai maestosi ambienti barocchi illuminati dalla suggestiva luce del crepuscolo, ammirare la Scuderia Grande con il fiabesco Bucintoro dei Savoia e la grandiosa Citroniera, sede dell’imperdibile mostra Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 - 1750. Il relax e il divertimento continuano con la possibilità di concedersi deliziosi aperitivi al raffinato Caffè degli Argenti, al suggestivo Patio dei Giardini e presso Cascina Medici del Vascello, in coincidenza con gli spettacoli.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium