/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 21 giugno 2024, 07:00

Estratto conto contributivo, cos’è e come consultarlo

Muoversi all’interno della giungla dei documenti e delle certificazioni economiche non è mai facile. Per questo è importante sapere dove trovare alcuni servizi e soprattutto cosa prevedono. Oggi parliamo dell’estratto conto contributivo

Estratto conto contributivo, cos’è e come consultarlo

La notizia è di qualche giorno fa: l’INPS, attraverso il suo sito internet, ha attivato per i datori di lavoro i lavoratori domestici il servizio che permette di visualizzare l’estratto conto contributivo con informazioni nuove e dettagliate.

A dirlo è stato direttamente un messaggio nell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, che comunica come sia il datore di lavoro che il lavoratore possano consultare l’estratto conto, raggiungibile dalla sezione “Cassetto Previdenziale”. Un passo in avanti importante per l’accessibilità e la fruizione di alcuni contenuti e di alcune informazioni molto importanti sulla situazione economica e previdenziale dei cittadini italiani. Sono sempre di più infatti i lavoratori e le lavoratrici che devono districarsi all’interno di scadenze, documenti, attestati, certificazioni. Come quella sull’estratto conto contributivo. Di cosa si tratta? L'estratto conto contributivo è un documento ufficiale rilasciato dagli enti previdenziali, in Italia dall'INPS, che ha il compito di riassumere la storia lavorativa della persona attraverso i contributi versati. Si tratta di una sorta di "carta d'identità" previdenziale di un lavoratore, sia esso dipendente che autonomo, e permette di monitorare e verificare i contributi accreditati, indispensabili per il calcolo della pensione futura.

Come consultare l’estratto conto contributivo

Come si legge in questo tutorial sull'estratto conto contributivo INPS, all’interno del documento troviamo i dati anagrafici, il periodo lavorativo con l’elenco di tutti i diversi periodi anno per anno, i contributi versati e la loro tipologia e i gaps contributivi. Controllare questi dati e farlo in maniera periodica è molto importante per verificare che tutti i contributi siano registrati in maniera corretta e scoprire così subito errori o omissioni che potrebbero complicare la pensione futura.

L’accesso per la consultazione è semplicissimo e si può fare comodamente da pc o da cellulare. Basta collegarsi sulla piattaforma online dell’INPS, inserire le credenziali SPID oppure CNS, la Carta Nazionale dei Servizi, o la CIE, Carta d’Identità Elettronica. Una volta loggati si potrà consultare in maniera rapida e autonoma la propria situazione previdenziale.

Uno sguardo al futuro

Consultare il proprio estratto conto contributivo, dicevamo, è importantissimo per una buona pianificazione pensionistica, dal momento che permette di capire quanto si è già maturato e quanto manca invece alla tanto desiderata pensione. Si può anche simulare l’importo dell’assegno previdenziale futuro e valutare una serie di investimenti, come ad esempio forme di previdenza complementare. Sono sempre di più gli italiani, infatti, che decidono di aprire forme di pensione integrativa o alternativa, per non arrivare impreparati all’ultimo cartellino timbrato.

Un momento di cruciale importanza, al quale si può arrivare preparati anche grazie all’estratto conto contributivo. Accessibile con appena qualche click.

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium