ELEZIONI REGIONALI
 / Eventi

Eventi | 13 maggio 2024, 13:05

"Festival del Verde": dal 20 al 26 maggio un'esplosione di fiori e piante, con 150 eventi a Torino (e non solo)

Prevista l'apertura straordinaria dei giardini delle ville: dal 24 al 26 maggio torna FLOR Primavera

Conto alla rovescia a Torino per il via del Festival del verde

Conto alla rovescia a Torino per il via del Festival del verde

11 comuni coinvolti, oltre 150 appuntamenti diffusi in più di 100 parchi pubblici, giardini, orti urbani, musei ed altri territori fino a sconfinare a Cuneo. Dopo l'edizione sperimentale dello scorso anno, da lunedì 20 a domenica 26 maggio torna a Torino e area metropolitana il Festival del Verde, raddoppiando il numero di iniziative. 

"Le città delle piante" 

"Questa seconda edizione - spiega Giustino Ballato, Presidente di Orticola del Piemonte e co-ideatore del Festival con Fabio Marzano - è intitolata "Le città delle piante" una citazione di Italo Calvino. Le piante, nelle nostre città, sono ovunque e rappresentano la maggioranza degli esseri viventi". 

"Torino - ha osservato il sindaco Stefano Lo Russo - ha la più alta percentuale di verde pro-capite: ce ne rendiamo conto quando andiamo in altre città". 

"Verde funzionale alla vita" 

"Il verde - ha aggiunto il primo cittadino - ha caratterizzato lo sviluppo urbano della città. Con il cambiamento climatico, il tema diventa sempre più rilevante: il verde non è solo estetico, ma funzionale alla dimensione nostra vita". Quest'anno sono 11 i comuni coinvolti (Carignano, Collegno, Moncalieri - dove ad aprile è già andato in scena l'evento Florì - Nichelino, Pino Torinese, Rivalta, San Mauro, San Secondo di Pinerolo, Santena, Settimo, Torino) a cui si aggiungono trasferte "extra-provinciali" a Cuneo ed in provincia di Asti.

FLOR primavera 

Il weekend del Festival del Verde (24-26 maggio) ospita anche FLOR Primavera che porterà ai Giardini Reali di Torino circa 150 tra florovivaisti, agricoltori e artigiani green da almeno 10 regioni d'Italia (Piemonte, Sicilia, Lombardia,..) e dall'estero (Slovenia e Olanda). I produttori agricoli porteranno poi tipicità come taralli, marmellate, frutta e verdura disidratata e distilleria. 

I piccoli cittadini 

"Il 24 maggio - ha precisato l'assessore all'Istruzione Carlotta Salerno - 250 bambini invaderanno i Giardini Reali. Il 22 è 23 maggio 19 nidi e materne sparsi nelle otto Circoscrizioni, oltre a 4 Istituti Comprensivi, apriranno al pubblico loro cortili".

"È importante mettere sin da piccoli i semi di cittadinanza" ha concluso.

20 giardini aperti al pubblico 

Sempre nel weekend del 24-26 maggio ci sarà "Verde Svelato", un percorso che prevede l'apertura al pubblico di 20 giardini privati di abitazioni e ville, solitamente chiusi al pubblico. Dai giardini all'italiana di impianto seicentesco agli spazi verdi moderni, dagli alberi secolari ai boschetti inaspettati. In elenco figurano - tra gli altri - Villa Abegg a Revigliasco, Castello di Sambuy a San Mauro, Casa Luzi in via Borgofranco a Torino.

Le passeggiate nei parchi 

Ma non saranno solo i cortili privati ad aprirsi. Come chiarito dall'assessore al Verde Francesco Tresso i grandi parchi e giardini pubblici di Torino saranno protagonisti di una serie di passeggiate gratuite condotti dai tecnici del verde pubblico: dai platani di Carlo Alberto al parco Suor Michelotti alle rarità botaniche dei Giardini Reali. 

Orto botanico 

Per il Festival del Verde, apre con biglietto di ingresso a prezzo ridotto l'Orto botanico dell'Università di Torino, con una visita guidata gratuita. Opportunità quest'ultima prevista il 22 maggio per il Museo della Frutta e l'Accademia di Agricoltura. 

"Festival su clima e ambiente" 

"Questa settimana cosi ricca di eventi - aggiunge Fabio Marzano, co-ideatore del Festival - offre anche una grande opportunità di informazione sul verde urbano, sia pubblico che privato, e sul valore del nostro patrimonio naturalistico". 

Dal 24 al 26 Maggio torna anche la terza edizione di "Un grado e mezzo. Festival su clima e ambiente", che punta a far riflettere il pubblico sul futuro che ci aspetta.

Hervé Barmasse

Una 3 giorni di appuntamenti, gratuiti e aperti a tutti, dedicati alla salvaguardia dell'ambiente, per parlare di cambiamento climatico sotto diversi punti di vista:  ospitati alla Biblioteca civica Alberto Geisser si discuterà di un tema centrale come l'acqua. Ad aprire i lavori l'alpinista e divulgatore Hervé Barmasse che accompagnerà il pubblico in un affascinante viaggio per riflettere e farsi affascinare dallo stretto rapporto che lega acqua e montagne.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium