/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2024, 12:20

"Ël Drapò a deuv vive", il Piemonte ha un nuovo inno: "Rappresenta la nostra terra" [VIDEO]

Musicato dal maestro Fulvio Freud, il testo è tratto da 2 poesie di Camillo Brero

Il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia

Il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia

"Drapò 'd Piemont a svanta al vento l' eterna arsorsa dla nòstra gent..". Inizia così il nuovo inno ufficiale del Piemonte, presentato questa mattina a Palazzo Lascaris. Il brano si intitola "Ël Drapò a deuv vive" (La bandiera deve vivere, ndr), musicato dal maestro Fulvio Creux: il testo è tratto da due poesie dello scrittore Camillo Brero. L'individuazione del brano è arrivata in seguito all'indicazione del Centro Gianni Oberto

Allasia: "Lasciamo qualcosa ai piemontesi" 

"Da piemontese - ha commentato il Presidente del Consiglio Regionale Stefano Allasia - non nascondo l'emozione. Dal 1983 si parlava di creare un inno per il Piemonte, ma non si era mai arrivati ad una sintesi reale".

"Durante questi cinque anni di legislatura - ha aggiunto - abbiamo corso per arrivare al completamento di questo obiettivo". 

"Da oggi - ha concluso Allasia - la Regione Piemonte ha un inno ufficiale: si completa così un percorso di riscoperta delle nostre origini. Lasciamo qualcosa ai piemontesi, un inno in cui si riconosceranno: ascolto dopo ascolto diventerà rappresentativo della nostra terra e del nostro Piemonte". 

Quando si suonerà 

Sotto questa legislatura è stato consegnato a tutti i Comuni piemontesi il Drapò, che quest'anno festeggia i 600 anni, oltre ad essere istituita la Festa del Piemonte. Ma quando si suonerà il nuovo inno? Il brano potrà essere eseguito in occasione delle ricorrenze istituzionali regionali, nonché durante le cerimonia e commemorazioni, così in occasione delle sedute del Consiglio Regionale. 

La storia

Camillo Brero, poeta e insegnante, è autore della Gramàtica piemontèisa" e dei due vocabolari Italiano-Piemontese (1976) e Piemontese-Italiano (1983). Fatta amicizia con Pinin Pacot, dal 1946 fece parte della "Compania dif Brandé". Capofila della seconda generazione dei " Brandé", alla morte di Pacòt ne raccolse l'eredità spirituale continuando a pubblicare "Ij Brandé", gli annuali "Armanach ẽd poesia piemontèisa". È stato tra i fondatori, nel 1969, del Centro Studi Piemontesi-Ca de Studi Piemontèis. 

Il maestro Fulvio Creux, nato a Pont-Saint-Martin nel 1956, ha diretto oltre 60 concerti sinfonici e produzioni liriche con varie orchestre in Italia e all'estero.  Molte delle sue composizioni sono state adottate ufficialmente da istituzioni pubbliche italiane e dello Stato del Vaticano.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium