/ Eventi

Eventi | 27 marzo 2024, 17:23

A Pianezza, la proiezione del docu-film Egoisti con la voce narrante di Stefano Accorsi

Martedì 9 aprile alla Biblioteca civica

A Pianezza, la proiezione del docu-film Egoisti con la voce narrante di Stefano Accorsi

Martedì 9 aprile alle ore 20.45, presso la Biblioteca civica di Pianezza (via Matteotti, 3), è in programma “Egoisti”, il docufilm con voce narrante di Stefano Accorsi realizzato da Aftermedia in collaborazione con Medici Senza Frontiere (MSF), su esperienze, passioni ed emozioni dei propri operatori umanitari. Seguirà l’incontro con due torinesi che lavorano con l’organizzazione umanitaria.

La serata è organizzata dall’associazione Firmatodonna e dall’Unitre di Alpignano, Caselette e Pianezza, in collaborazione con il Gruppo MSF di Torino, e ha il patrocinio del Comune di Pianezza. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

“Egoisti” (56’) offre un punto di vista diverso sull’azione umanitaria, attraverso le persone che ne fanno una scelta di vita, tra l’“egoismo” di seguire quella via e una vita proiettata verso gli altri. A raccontarsi sono infatti operatori umanitari e loro familiari che svelano sé stessi, le loro motivazioni, i sentimenti e le esperienze, in contesti guerre, grandi emergenze, pandemie e carestie. Si esprimono senza filtri, lasciando parlare le emozioni.

 

A commentare il film e dialogare con gli spettatori martedì 9 ci saranno due operatrici umanitarie di Torino: Federica Franco, capomissione MSF, e Gilda Trebini, chirurgo pediatrico MSF, che metteranno a confronto le loro esperienze con quelle narrate nel film. Due giovani donne ma con alle spalle numerose missioni internazionali, tra Libia, Yemen, Liberia, Repubblica Democratica del Congo, Burundi, Sud Sudan, Repubblica Centrafricana, Chad, Malawi, solo per citarne alcune.

 

“Egoisti”, distribuito in inglese, francese, italiano e tedesco, è stato premiato in diversi festival internazionali e nazionali, tra cui il Festival dei Diritti Umani di Lugano, il Berlin Human Rights Festival di Berlino ed il Cannes World Film Festival nella categoria “Best Feature Documentary”.

 

Saranno presenti i volontari del Gruppo MSF di Torino.

 

La trama 

 

Un film diverso, nella forma e nella scrittura. La guerra, le grandi emergenze, le pandemie, le carestie. In tutto il mondo, gli operatori umanitari sono abituati alle missioni e ai contesti più estremi e più rischiosi. Rari sono invece gli operatori umanitari che si avventurano nei meandri della propria intimità. 40 operatori umanitari e i loro cari hanno compiuto questo passo, per parlarci del rischio, dell’impegno, della prima volta, dell’impotenza, degli incontri, della passione, del ritorno, dell’inesprimibile, dal profondo dei loro cuori. In questo film, naturalmente proiettato verso gli altri, la questione dell’egoismo delle donne e degli uomini che hanno deciso di impegnarsi nell’umanitario si è posta, ed imposta, come un’evidenza. Al di fuori di qualsiasi contesto geopolitico e sanitario, ognuno con le proprie parole, il proprio sguardo e la propria esperienza ci porta dove gli operatori umanitari non si avventurano mai. Senza artifici o ipocrisia, i testimoni di questo film ci raccontano chi sono, il loro impegno nei confronti dell’altro, i loro dubbi, le loro debolezze e le immagini che li perseguitano. 

Ma gli operatori umanitari non sono gli unici testimoni in questo film. Per la prima volta anche coloro che condividono la loro vita privata e la loro intimità ci parlano di sé. Storie di vita e di doppia vita nel cuore di un mondo iperrealistico, in un documentario inedito, cinematografico e intimo. 

 

Per info: https://www.egoiste.film/<wbr></wbr>index_it.html

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium