/ Cronaca

Cronaca | 25 luglio 2019, 14:43

Oltre 300 bambini dei centri estivi di Spaziomnibus sul palco del Gruvillage di Grugliasco per il “Magic summer dream show” [FOTO]

Colombi, uno degli organizzatori: “Quest’anno l’evento finale ha messo insieme gioco, estro e show creando un incantesimo di luci, musiche e colori che ha stupito il pubblico”

Oltre 300 bambini dei centri estivi di Spaziomnibus sul palco del Gruvillage di Grugliasco per il “Magic summer dream show” [FOTO]

Gli oltre 300 bambini che quest’anno hanno frequentato i centri estivi della cooperativa Spaziominibus di Grugliasco hanno avuto ieri sera l’opportunità di esibirsi sul palco del Gruvillage nello spettacolo che quest’anno gli organizzatori hanno chiamato “Magic summer dream show” in virtù del tema scelto, la magia, per l’animazione dei centri estivi.

“Le emozioni che ci regalano questi artisti – ha detto il sindaco Roberto Montà – non sono da meno rispetto a quelle dei cantanti che hanno calcato questo palco” mentre l’assessora all’Istruzione di Collegno Clara Bertolo ha aggiunto che “è una serata che regala la magia dello stare insieme e i centri estivi sono una risorsa per il valore che portano in sé”.

Spaziomnibus da quindici anni si prefigge di dare origine ad una vera e propria Summer school, luogo di apprendimento e formazione sul campo dove ogni anno le attività coinvolgono i bambini fra i 3 e i 14 anni residenti nella zona ovest di Torino che trascorrono insieme giornate di sport, gite, attività creative, artistiche e di laboratorio. Il tema conduttore è l’elemento che coniuga le energie e consente di realizzare una programmazione ricca di traguardi da raggiungere ogni settimana fino allo spettacolo finale. Un’ambientazione magica ha condotto i bambini alla scoperta di una forma d’arte che da millenni non cessa di stupire incantando da sempre grandi e piccoli: dagli Egizi ad oggi sono rimasti intatti sia la meraviglia che il fascino di trucchi ed effetti sensazionali, risultato delle esplorazioni di forme e generi nel corso dei secoli.

“Quest’anno l’evento finale – ha spiegato Stefano Colombi, uno degli organizzatori di Spaziomnibus – ha messo insieme gioco, estro e show creando un incantesimo di luci, musiche e colori che ha stupito il pubblico; vanno ricordati i 70 educatori che hanno contribuito a raggiungere questo risultato, ottenuto grazie ad una macchina organizzativa che è partita ai primi di gennaio”.

Lo spettacolo è stato presentato dal mago dei bambini Natalino Contini, con la partecipazione straordinaria dei maghi fantasisti Beppe Brondino e Madame Zorà che hanno meravigliato tutti con la SandArt; ospite d’onore il giovane illusionista Luca Bono, campione italiano di magia e vincitore del Mandrake d’oro a Parigi, considerato l’Oscar della magia. Partner della serata il “Circolo amici della magia” di Torino che, col proprio personale, ha affiancato il lavoro degli educatori.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium