/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 16 aprile 2018, 07:50

Venaria sente odore di salsedine e celebra il mare con i suoi marinai

Ieri, 15 aprile, la città ha celebrato la Giornata del mare, con l’associazione dei marinai venariesi “Mario Cagnassone”. L’auspicio del presidente: unire la Giornata del mare alla raccolta dei farmaci per i bisognosi

Un giorno di incontri e di festa, la Giornata del mare è stata anche questo. L’associazione dei marinai venariesi, intitolata a Mario Cagnassone, caduto in battaglia durante la Seconda guerra mondiale, vive questa importante ricorrenza anche come un modo per promuovere la cultura del mare, ma soprattutto il rispetto dell’ambiente. Il legame però è stretto anche con il Banco Farmaceutico di Torino.

Ieri, 15 aprile, si sono tenute le celebrazioni, durante le quali l’Anmi – Associazione Marinai d’Italia ha anche ringraziato i volontari e i farmacisti che hanno consentito la recente raccolta per il Banco Farmaceutico di Torino.

“Attraverso il mare avvengono quasi tutti i traffici commerciali del nostro Paese – ha commentato Gabriele Fappiano, presidente dell’Anmi di Venaria –. Presso la nostra sede e gli istituti scolastici abbiamo organizzato mostre e proiezioni didattiche per queste tematiche tra tutti i venariesi. I marinai di Venaria tendono a fornire alla cittadinanza un contributo di iniziative che vanno incontro ai reali bisogni”.
Ed è proprio a questo punto che l’associazione ha deciso di far coincidere le celebrazioni con un annuncio: il successo del banco farmaceutico. Ora l’intento è di unire, anche in futuro, la Giornata del mare alla raccolta di farmaci per chi non se li può permettere. “Un farmaco in più – ha concluso Fappiano – è una sofferenza in meno”.

“In questi anni – ha aggiunto il presidente del Consiglio comunale, Andrea Accorsi – abbiamo collaborato più volte. Con gli assessori alla cultura e all’ambiente, abbiamo deciso di coinvolgere le scuole venariesi per portare qui i nostri studenti”. Il presidente ha poi ringraziato tutte le associazioni coinvolte.
“State portando qui il concetto del mare, a Venaria, dove il mare non c’è – ha commentato, con emozione, Paolo Dal Cortivo, rappresentante del Banco Farmaceutico di Torino –. Fare del bene è contagioso, grazie per il vostro contributo”.

Beppe Maretto, consigliere nazionale Anmi, ha elogiato il ruolo della Marina italiana. “Tutta la nostra vita dipende dal mare – ha concluso – anche quando non ce ne accorgiamo, dal cibo alla sicurezza”. Anche il consigliere comunale Aldo Urso ha portato la propria testimonianza e i ringraziamenti dell’amministrazione.

I partecipanti si sono radunati alla sede di via Picco, alla presenza delle autorità militari e delle istituzioni cittadine, per poi deporre una corona di fiori alla lapide dedicata ai Caduti della Marina militare e mercantile. La giornata si è conclusa con una visita al sito museale gestito dall’associazione, con modellini di navi e aerei forniti dall’associazione 296 Model Venaria.

Paolo Morelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore