- 24 ottobre 2018, 17:15

Il "caso" MotivexLab va sempre più veloce e amplia i suoi confini nell'automotive (FOTO e VIDEO)

L'azienda-modello in stile Google di Avigliana celebra 20 anni di attività con l'acquisizione di un laboratorio a Chivasso e l'ampliamento degli spazi in bassa Valsusa

Il "caso" MotivexLab va sempre più veloce e amplia i suoi confini nell'automotive (FOTO e VIDEO)

Hanno già fatto parlare di sé per i loro metodi assolutamente innovativi e in stile Google (o vecchia scuola Olivetti) con la palestra per i dipendenti, le palle ergonomiche al posto delle sedie, la musica e le riunioni a inizio giornata leggendo un libro insieme. 
Ma sono pure finiti in un libro ("Tutto e Subito") in cui Elisabetta Ruffino e Paolo Pollacino - i due timonieri dell'azienda - raccontano la storia di una pmi che è diventata leader nei test sui componenti per il settore automotive, grazie a precisione, efficiacia, ma soprattutto rapidità. Tanto che lo slogan è diventato "In 24 ore o è gratis" e accompagna ogni performance di una realtà fondata nel 1998, esattamente vent'anni fa.

All'interno dei loro laboratori vengono condotti esperimenti e test di ogni tipo: da quelli per mettere alla prova la corrosione "anticipata" rispetto al normale ciclo naturale fino alle reazioni dei materiali all'esposizione prolungata alla luce del sole. Dagli effetti della "tropicalizzazione" del nostro clima sulle carrozzerie delle auto fino ai danni che i sassolini possono fare alle lamiere, quando vengono "sparati" da altre vetture in transito.

Ora, il "caso" MotivexLab amplia i suoi confini. In tutti i sensi. L'azienda che si trova ad Avigliana, infatti, punta a crescere: ha acquisito un laboratorio a Chivasso per cui potrà fare analisi delle componenti con modalità "non distruttive" e soprattutto progetta di espandersi. E' infatti in via di definizione l'allargamento al capannone accanto a quello attualmente in uso, nella zona industriale di Avigliana a un passo dall'autostrada. In pratica, i vicini di casa di un colosso come Azimut.

Ma qui non si parla di nautica. Si parla di quattro ruote. E nel mondo automotive ormai sono in tanti ad essersi accorti che, in bassa Val di Susa, si stava muovendo qualcosa di assolutamente rivoluzionario.
Nei tempi. "Con l'avvento della filosofia lean - spiega Elisabetta Ruffino - si produce sull'ordinato e i tempi sono sempre più stretti. Ogni intoppo che rallenti la produzione può diventare un danno enorme. Anche economico. Ecco perché è fondamentale poter intervenire in tempi certi: non più di 24 ore per avere gli esiti dei nostri test. Con la certezza di avere la risposta esatta, visto che non abbiamo lesinato sulla precisione delle operazioni, ma su tutto il prima e il dopo che finivano per incidere sull'andamento complessivo dell'operazione per il cliente".

Ma anche nei modi. "Abbiamo voluto creare un ambiente smart - spiega Paolo Pollacino - dove le persone siano felici di venire a lavorare al mattino. Il benessere di chi collabora con noi è fondamentale perché il risultato sia migliore". E così si possono ritagliare mezzora di tempo per andare nella palestra aziendale, oppure leggere un libro, ascoltare musica. "Soluzioni che all'inizio facevano sorridere, ma che poi hanno portato a dimezzare se non azzerare le assenze per mutua, ma anche gli errori nelle analisi. Non abbiamo però inventato nulla: Olivetti lo aveva già capito parecchi decenni fa".

Adesso, MotivexLab è un mondo che gira più veloce della concorrenza. Ma soprattutto con un'età media di meno di 30 anni e con legami umani che vanno oltre i rapporti normali tra colleghi. Anche la selezione delle risorse umane si è adattata a questo flusso: "Ho fatto errori, all'inizio - confessa Pollacino - prediligendo magari curriculum robusti, ma profili poco adattabili alla nostra mentalità. Ora preferiamo giovani, magari neo laureati, su cui sappiamo di dover investire alcuni anni per formarli, ma che sanno inserirsi bene all'interno dei nostri meccanismi. Tanto che, a parte una selezione iniziale, sono proprio i nostri tecnici a fare il colloquio con i candidati". "Anche questo - aggiunge Ruffino - ci ha permesso di superare le crisi degli anni Duemila".

E visto che la storia prosegue, anche "Tutto e Subito" sta vivendo una seconda giovinezza. E' stato infatti scelto dall'editrice Il Salvagente, attiva nella tutela dei consumatori, per raccontare quella che è un'eccellenza italiana "non svenduta al prezzo delle lenticchie". Ma che abbina a questo anche un sistema di valori e di etica unici.

Infine si infittiscono anche i rapporti con il mondo delle Università. Nei giorni scorsi c'è stato un incontro con gli studenti della Facoltà di Economia, mentre a novembre MotivexLab sarà sponsor e partner di un convegno organizzato del Politecnico il 21 e 22 novembre. "Il mondo dell'impresa è composto per oltre il 95% da micro o piccole imprese - conlcude Ruffino -. Ecco perché è importante entrare in contatto con le nuove generazioni". 

Massimiliano Sciullo

SU