/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 03 luglio 2024, 10:20

Grugliasco, la linea 76 che collega a Collegno ritorna in gestione alla Gtt

L'assessore Raffaele Bianco: "Fondamentali le segnalazioni dei cittadini sui ritardi, occorre rispettare gli orari dei passaggi"

Grugliasco, la linea 76 ritorna in gestione alla Gtt

Grugliasco, la linea 76 ritorna in gestione alla Gtt

Dopo l'estate, la linea 76, che collega Collegno e Grugliasco al capolinea della metro, a Fermi, tornerà in gestione diretta a Gtt e non sarà più in appalto. La decisione, annunciata qualche giorno fa, scaturisce dalla constatazione della veridicità delle segnalazioni effettuate dagli utenti sul continuo non rispetto delle tabelle orarie dei passaggi, sia con situazioni di ritardo che di anticipo e conseguenti disagi per i fruitori del servizio. 

Una serie di lamentele dell'utenza ha spinto l'assessore ai Trasporti Raffaele Bianco, utente del TPL a verificare, orari alla mano, la regolarità delle corse. Da qui la decisione del coinvolgimento diretto di GTT e del cambio di gestione. 

«Questa vicenda dimostra due cose fondamentali nella gestione delle criticità – afferma Bianco – Da un lato le segnalazioni dei cittadini sui disservizi sono un materiale prezioso per chi amministra e dall'altro è importante che gli amministratori le prendano in considerazione nella giusta misura, vagliando, verificando di persona, quando è possibile, e provando a costruire risposte per migliorare. In tutto ciò è fondamentale la collaborazione tra istituzioni e questo caso ne è un esempio: senza la disponibilità di Gtt il cambio di gestione non sarebbe stato possibile. Nella valutazione delle segnalazioni senz'altro pesa la quantità, perché un conto è ricevere una lamentela per disservizi sporadici, che possono capitare per le cause più diverse e comprensibili, un altro è verificare personalmente, ritardi o anticipi sull'orario di passaggio. Come amministrazione siamo da tempo impegnati alla promozione e all'incentivazione di una mobilità sostenibile, di cui l'utilizzo dei mezzi pubblici fa parte. Ma è chiaro che questi devono funzionare, perché l'organizzazione quotidiana della vita di ciascuno dipende anche dalla puntualità del servizio di trasporto pubblico e un comportamento di per sé virtuoso non può essere penalizzato pesantemente, rischiando di indurre ad abbandonare l'utilizzo del mezzo pubblico a favore di quello privato». 

Il cambio di gestione comincerà a settembre, con l'obiettivo di arrivare a garantire un miglioramento tangibile nell'erogazione del servizio in vista della riapertura delle scuole. «Ci auguriamo che l'utenza possa finalmente avere un servizio consono alle aspettative di chi deve arrivare in tempo a scuola, al lavoro o a prendere la metro – conclude Bianco – E invitiamo comunque i cittadini, non soltanto sui trasporti, a segnalare problematiche importanti come queste, perché lavorando di concerto con tutti i soggetti coinvolti, i servizi possono migliorare sensibilmente».

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium