/ Eventi

Eventi | 25 febbraio 2024, 06:50

Cosa fare a Torino nel weekend: gli eventi fino a domenica 25 febbraio

Dal musical "Chicago" al colossal sul Piccolo Principe. Otello al Carignano e il Fu Mattia Pascal al Gioiello. L'elefante Fritz si racconta a Stupinigi. Mentre si ride con Paolo Cevoli e Alessandro Siani

Principe (Alessandro Stefanelli) e Volpe (Ludovico Cinalli), protagonisti dello spettacolo "Il Piccolo Principe" al Teatro Colosseo

Principe (Alessandro Stefanelli) e Volpe (Ludovico Cinalli), protagonisti dello spettacolo "Il Piccolo Principe" al Teatro Colosseo

CONCERTI

KAOS & DJ CRAIM 
Venerdì 23 febbraio ore 21
Kaos & Dj Craim di nuovo insieme sul palco per il Fastidio Tour 2024 porteranno a Hiroshima Mon Amour,  venerdì 23 febbraio “Fastidio”, album d’esordio del rapper, eseguito live per la prima volta dopo ben 25 anni. L’idea di riportare dal vivo “Fastidio”, nasce dopo aver recuperato le strumentali del disco in versione originale: con questa operazione i due artisti daranno la possibilità all’affezionata fan base di fare un salto nel tempo, ascoltando sotto palco un lavoro che non viene eseguito da troppi anni.
INFO: https://hiroshimamonamour.org/

MANU DELAGO 
Domenica 25 febbraio ore 21 
Farà tappa anche a Torino il tour europeo di Manu Delago: in occasione dell’uscita dell’album “Snow from Yesterday”. il percussionista di Bjork arriva infatti al Magazzino sul Po domenica 25 febbraio alle ore 21. Candidato ai Grammy, compositore, innovatore e acclamato percussionista, ha collaborato regolarmente anche con Anoushka Shankar, The Cinematic Orchestra, Olafur Arnalds ed è apparso come solista con la London Symphony Orchestra , la Metropole Orkest e molti altri. Manu Delago è famoso per i suoi spettacoli dal vivo dinamici e sorprendenti. Nel tour sarà affiancato dai tre cantanti dei Mad About Lemon e da Clemens Rofner al basso e ai sintetizzatori. Tutti i presenti sul palco, non solo suonano vari strumenti acustici ed elettronici, ma contribuiscono anche a dare forma e colore a opere d’arte visiva che si sviluppano in diretta con la musica.
INFO: https://magazzinosulpo.com/

FRANCESCO PIU
Venerdì 23 febbraio ore 21.30 
Francesco Piu torna a calcare il palco del FolkCLub per la quarta volta in carriera, affiancato dal fido batterista Silvio Centamore, per celebrare i suoi primi 20 strepitosi anni di attività musicale. Definito da Guitar Club “vera e propria forza della natura!”, il chitarrista, cantante e autore sardo che negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano e internazionale è impossibile da racchiudere in un solo genere. La sua musica è infatti un mix esplosivo di blues, soul e rock, che strizza l’occhio alla musica mediterranea, con i piedi ben piantati nella tradizione della black music e lo sguardo spalancato verso la contaminazione. Vent’anni on the road con otto album all’attivo e migliaia di concerti nei più importanti festival, teatri e club in Italia e in Europa, con puntate oltreoceano in Canada e in USA, dove ha rappresentato l’Italia all’International Blues Challenge di Memphis. Il palco è sempre stato il suo habitat naturale, dove vivere aperture di prestigio (tra cui John Mayall, Johnny Winter, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, Larry Carlton, Robben Ford, Albert Lee, Joe Bonamassa) e duetti emozionanti con alcuni dei suoi artisti di riferimento, tra cui Tommy Emmanuel, Guy Davis, Roy Rogers, Davide Van De Sfroos, Eugenio Finardi ed Eric Bibb.
INFOwww.folkclub.it

TRA EGITTO E ORIENTE, SUL CANALE DEI FARAONI
Lunedì 26 febbraio ore 18 
All’Aula Magna del Politecnico di Torino, alle ore 18 riprendono gli appuntamenti inseriti nel ciclo Scienza e Creatività in coproduzione con l’Istituto Musicale Città di Rivoli. Tra Egitto e Oriente, sul Canale dei Faraoni è un viaggio lungo le affascinanti tematiche che sconfinano tra arte e storia con intersezioni musicali che non mancheranno di stupire data l’originalità dello strumento suonato ovvero il kora. L’egittologa Giuseppina Capriotti (ISPC del CNR – Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale) dialoga con Elena Russo (kora) nel racconto della genesi, degli sviluppi e dei retroscena di una tra le più affascinanti missioni archeologiche (della quale è fondatrice), che di recente ha portato ad importanti scoperte: il sito di Tell el-Maskhuta (Egitto).
INFOwww.polincontri.polito.it/classica/ 

DESIDIA
Venerdì 23 febbraio alle ore 21
Un evento psyco-rock, un concerto, uno spettacolo, una serata di musica e di racconti, storie scarlatte che narrano di identità diverse rinchiuse in un solo organismo. I Desidia saranno in concerto con Come ti senti adesso, titolo della serata ma anche del loro nuovo disco, un concept che ha come tema centrale il disturbo dissociativo dell’identità. Sul palcoscenico Max Testaquatra alla voce, Davide Angeleri al basso, Corrado Falletti e Andrea Quaglino alla chitarra, Fabrizio Pedico alla batteria, Carlo Leccioli al violoncello e Corrado Merlino al pianoforte.  
INFO: Teatro Café Müller di Torino, in via Sacchi 18/D

MUSICAL

CHICAGO
Mercoledì 21, Giovedì 22 e Venerdì 23 febbraio ore 20.45
Scritto da tre autori d’eccellenza John Kander (musica), Fred Ebb (testi e libretto) e Bob Fosse (libretto, regia e coreografia), è uno dei grandi classici del musical. È uno spettacolo la cui fama internazionale è aumentata notevolmente in tutto il mondo dopo l’uscita del film nel 2002 (vincitore di 6 premi Oscar), diretto da Rob Marshall. “Chicago” è considerato non solo uno dei musical più noti di Broadway, ma anche uno dei più celebri e longevi.
INFO: Teatro Alfieri, piazza Solferino 4, www.teatroalfieritorino.it

LIRICA

UN BALLO IN MASCHERA
Venerdì 23 febbraio ore 20, Domenica 25 ore 15
Poche opere verdiane ebbero tanti problemi con la censura come questa. Nel 1859, anno del debutto, per molti era scandaloso un dramma che prevedesse un regicidio, una scena di magia e un amore extraconiugale: per Verdi fu una sfida irrinunciabile. Nel corso dell’opera si preparano due eventi radicalmente diversi: una festa e una congiura. Al centro della vicenda c’è Riccardo, governatore di Boston, il quale, inconsapevole del pericolo che lo minaccia, pensa solo al suo amore per Amelia, la moglie del suo fedele amico Renato. È proprio la scoperta di questo sentimento a destare la gelosia in Renato, spingendolo a unirsi ai congiurati per cercare vendetta durante il fatidico ballo in maschera. Nell’opera convivono in equilibrio magistrale il comico e il tragico. Il capolavoro di Verdi vede il glorioso ritorno del maestro Riccardo Muti, che con questa nuova presenza conferma la sua piena sintonia con l’Orchestra e il Coro del Regio. Atteso debutto nel ruolo di Renato per Luca Micheletti, protagonista dell’ultimo Don Giovanni. In scena un nuovo allestimento firmato da un protagonista del teatro italiano come Andrea De Rosa.
INFO: Teatro Regio, piazza Castello 215, tel. 0118815241/242, www.teatroregio.torino.it

TEATRO

CARAVAGGIO IL MALEDETTO - SPETTACOLO RINVIATO!!!
Il Teatro Ghione è spiacente di dover comunicare che, per motivi tecnico- organizzativi, si trova nell’impossibilità di rappresentare lo spettacolo Caravaggio nella prevista data di mercoledì 21 febbraio al Teatro Gioiello. In accordo con la Direzione del teatro annuncia però con piacere che, per tener fede all’impegno preso con il Pubblico, lo spettacolo è rinviato a MARTEDì 27 FEBBRAIO ORE 21.
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

LA SIGNORA DEL MARTEDÌ
Martedì 20, Giovedì 22 e Sabato 24 febbraio ore 19.30, Mercoledì 21 e Venerdì 23 ore 20.45, Domenica 25 ore 16
Un testo intriso di sensualità, arricchito da un’ironia elegante e tagliente, che parte come commedia e termina con un thriller. Una donna, Alfonsina Malacrida, detta Nanà, ogni martedì va a comprarsi un’ora d’amore. La signora arriva, saluta, mette il denaro sul comodino, si spoglia, piega ordinatamente i vestiti e s’infila a letto dopo aver verificato la pulizia delle lenzuola. Lui, Bonamente Fanzago, è un attore porno al tramonto ed ex gigolò, rimasto con quest’unica cliente, che malauguratamente ama. La proprietaria della pensione è in realtà un uomo che si traveste da donna e, per completare il quadretto, arriva uno scalcagnato e misterioso signore su una carrozzina che si rivelerà un giornalista privo di scrupoli. Di Massimo Carlotto, con Giuliana De Sio e Alessandro Haber, regia di Pierpaolo Sepe.
INFO: Teatro Gobetti, via Rossini 8, tel. 0115169555, www.teatrostabiletorino.it

OPEN
Martedì 20 febbraio ore 21
Lo show diretto e coreografato da Daniel Ezralow che è un inno gioioso alla vita e a tutto ciò che essa porta inevitabilmente con sé, gioia, amore, rabbia, dolore. Brevi quadri fulminanti, ironici, spiazzanti, divertenti, realizzati con l’uso magistrale di luci, costumi e videoproiezioni. Una multimedialità ricca che si intreccia con i corpi e costruisce brevi e sofisticate storie che esaltano la cifra stilistica di Ezralow.
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034www.teatrocolosseo.it

HOTEL BORGES
Martedì 20, Mercoledì 21 e Giovedì 22 febbraio ore 21
Fortunello è il protagonista dell'opera scritta e diretta da Giorgia Cerruti, con Davide Giglio in scena, che racconta il sogno di un uomo di diventare concierge in un grande albergo. Nel sogno di fortunello, tuttavia, ci siamo noi, sospesi fra passato e futuro, che cerchiamo di individuare quella cosa in grado di definire chi siamo. In quest’opera, prodotta da Piccola Compagnia della Magnolia, siamo immersi nel nostro romanzo di formazione.
INFO: Off Topic, via Pallavicino 35, 334.8655865, www.fertiliterreniteatro.com

4, 5, 6
La storia comica e violenta di una famiglia che vive isolata e chiusa in mezzo a una valle oltre la quale incombe l’ignoto. Padre, madre e figlio sono ignoranti, diffidenti, nervosi. Si lanciano accuse in una lingua che è un mix impossibile di dialetti meridionali, rabboccano un sugo di pomodoro lasciato dalla nonna morta anni prima, pregano, litigano, si odiano. E tuttavia occorre una tregua, perché sta arrivando un ospite atteso da tempo, che può e deve cambiare il loro futuro. Tutto è pronto, tutto è perfetto. Rimane da capire se la tregua reggerà. Scritto e diretto da Mattia Torre, con Massimo De Lorenzo, Carlo De Ruggieri, Cristina Pellegrino.
INFO: Mercoledì 21 febbraio ore 21, Teatrino Civico di Chivasso, via Dalla Chiesa 5, Chivasso, tel. 011.0469920
INFO: Venerdì 23 febbraio ore 21 al Teatro Superga, via Superga 44, Nichelino, tel 011.6279789, teatrosuperga.it

MIA MADRE NON È UNA COCOTTE - LA VERA STORIA DI ROMAIN GARY
Mercoledì 21, Giovedì 22 e Venerdì 23 febbraio ore 20.45
Marina Bassani, fondatrice di Teatro Selig, porta sul palco una rilettura della vita dello scrittore Romain Gary (pseudonimo di Romain Kacev) a partire dal rapporto con la madre e dall'incapacità di distaccarsene. “Penso a tanti ragazzi che si impossessano delle vite delle loro compagne – racconta Bassani – e mi chiedo se abbiano trovato in se stessi un fondamento che li renda uomini. Donne come Nina, la madre di Romain, forti, volitive e sognatrici, mi ricordano le figure femminili della mia famiglia dove erano le donne a comandare. Vorrei che il pubblico sentisse che dobbiamo diventare padroni della nostra vita“. Sul palco anche la chitarra di Nunzio Barbieri, chitarrista di Paolo Conte, e il clarinetto di Francesco Django Barbieri.
INFO: CineTeatro Baretti, via Baretti 4, Torino, tel. 011.655187, biglietti www.anyticket.it/anyticketprod/Web/SchedaEvento.aspx?partner=BATO

OTELLO
Giovedì 22 e Sabato 24 febbraio ore 19.30, Venerdì 23 ore 20.45, Domenica 25 ore 16
Kriszta Székely, talentuosa artista ungherese e artista associata dello Stabile di Torino, dopo essersi confrontata con la crudeltà di Riccardo III incontra un altro grande “malvagio” shakespeariano. Il perfido Iago è infatti il motore riconosciuto di Otello, il suo algoritmo, ma la regista qui esalta la sua abilità nel destreggiarsi in una realtà opaca, dove tutto dipende da come è presentato. Iago sa cogliere le crepe che si annidano nei cuori degli amanti o nel giudizio degli amici e riesce a precipitare tutti in un baratro con una semplice bugia. Costruisce e governa sull’insicurezza, la paura e il pregiudizio, perché nel suo universo manipolatorio si presenta come uomo onesto, o, ancor peggio, neutrale.
INFO: Teatro Carignano, p. Carignano 6, www.teatrostabiletorino.it

IL FU MATTIA PASCAL
Giovedì 22, Venerdì 23 e Sabato 24 febbraio ore 21, Domenica 25 ore 16
“Mi trasformerò con paziente studio sicché, alla fine, io possa dire non solo di aver vissuto due volte, ma di essere stato due uomini diversi”. Mattia Pascal sembra chiedere qui non solo un’altra possibilità, come spesso sogniamo tutti di ricominciare da capo o di correggere gli errori del passato. Ma vuole anche “abitare” un’altra persona, nuova, diversa, sconosciuta. Da questo spunto nasce l’idea di proporre al pubblico la storia di Mattia Pascal e Adriano Meis concedendosi la libertà di giocare con questi due personaggi e sottolineando l’umorismo presente nel testo di Luigi Pirandello, pur lasciando intatto lo stile e il linguaggio originali. Perché un testo, anche se un classico, rimane un pre-testo per comunicare con il pubblico. E visto il momento storico, meglio farlo con leggerezza. Regia di Giorgio Marchesi.
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

BIANCA E BIANCA
Venerdì 23 e Sabato 24 febbraio ore 21, Domenica 25 ore 19
Traduzione del testo di Fabrice Melquiot, racconta come una famiglia affronta le prime avvisaglie di questa malattia, seguendo le vicende di un’eccentrica nonna e della sua stralunata nipotina, entrambe con lo stesso nome. Lo spettacolo è adatto a partire dai 6 anni di età.
INFO: Teatro Bellarte, via Bellardi 116, tel. 334.8655865 - biglietteria@fertiliterreniteatro.com

KOMOREBI
Venerdì 23 e sabato 24 febbraio ore 21
Un monologo pungente e raffinato che nasce dall'urgenza di Giorgia Mazzucato di condividere la propria vita e la lotta per il riconoscimento dei diritti della comunità LGBTQ+. Uno spettacolo ironico e tagliente che sviscera le sfaccettature dell’omobitransfobia tra commenti sull'attualità, momenti sarcastici musicali e il racconto di alcuni episodi personali.
INFO: Casa Fools, via Bava 39, www.casafools.it

ALESSANDRO SIANI
Sabato 24 febbraio ore 20.45, Domenica 25 ore 15.30
“Extralibertà 2024” è una versione aggiornata dell’ultimo live show allestito dal regista e attore comico napoletano. Gli argomenti e gli spunti del nuovo spettacolo sono aggiornati nei testi, rispettando la precedente trasposizione e cavalcando in primis nei monologhi i temi scottanti dell’attualità e delle imprevedibili insidie che colpiscono e influenzano le nostre vite: pandemie, guerre e l’ineffabile solitudine “dell’era cellulare” con i suoi conseguenti effetti collaterali.0
INFO: Teatro Alfieri, piazza Solferino 4, www.teatroalfieritorino.it

PAOLO CEVOLI – ANDAVO A 100 ALL'ORA
Sabato 24 febbraio ore 21
“Andavo ai 100 all’ora” cantava Gianni Morandi nel suo primo singolo. Era il 1962. E in quegli anni andare ai 100 all’ora sembrava una gran velocità… oggi se si va in autostrada a quella andatura ti suonano dietro, anche i camion trasporto suini. Paolo Cevoli, classe 1958, nonno con 2 nipotini all’attivo, immagina di raccontare ai figli dei suoi figli com’era la vita quando lui era una bambino. Cose che oggi sembrano assurde: non c’era internet, i telefoni avevano la rotella, la TV era in bianco e nero; non c’erano il politicamente corretto, la raccolta differenziata (anche perché quasi non si produceva immondizia…) e gli apericena. Un racconto personale per ridere e riflettere.
INFO: Teatro Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, www.teatrodellaconcordia.it

SOL DI SOLDI
Sabato 24 febbraio ore 21
Maria Pia Timo mette in scena uno spettacolo comico sull’ultimo vero argomento tabù, che tocca tutti in maniera trasversale: il denaro e il nostro rapporto con esso, dalla quotidianità spicciola a come condiziona la nostra vita. Dalla gestione familiare dei conti alle criptovalute, passando dalla storia delle prime monete in terracotta dei popoli antichi fino a paypal. La moneta vera, falsa, coniata, scritta, scarabocchiata, strappata, rattoppata con lo scotch, l’inflazione, lo spread, il tag, il taeg, gli eurobond... chi sono questi sconosciuti? Non un testo improvvisato, ma uno spettacolo esilarante e coinvolgente, scritto, dalla stessa interprete e Roberto Pozzi che ne cura la regia, con la consulenza di una banking trainer. Uno spettacolo che non vuole insegnare niente o quasi, ma che fruga nella nostra ignoranza e scopre il lato comico, a tratti tragicomico, della nostra epoca.
INFO: CineTeatro Gobetti, via Martiri della Libertà 17, San Mauro, prenotazioni tel. 0110364114, www.cinemateatrogobetti.it

COPPELIA PROJECT
Sabato 24 febbraio ore 21 e Domenica 25 febbraio ore 17
Il progetto riporta, con questo lavoro della coreografa Caterina Mochi Sismondi, l’attenzione al tema dell’identità, della maschera che ciascuno di noi indossa, e di una donna vista nella sua fragilità, ma anche nella sua forza, grazie ai differenti ruoli che è in grado di rivestire. Ispirata al balletto Coppelia – La ragazza dagli occhi di smalto, questa nuova creazione di compagnia unisce e armonizza tecniche della danza classica e contemporanea, della contorsione e sospensione capillare, e commistione tra oggetto, suono e immagine, per mettere l’accento sempre sul corpo e la sua frammentazione.
INFO: Caffè Müller, via Sacchi 18/D, biglietteria@blucinque.it, tel. 0110714488, www.blucinque.it

L'AMICO FRITZ, LO ZOO DI STUPINIGI
Domenica 25 febbraio, ore 11, 15.30 e 17
Il racconto poetico, sospeso tra realtà e immaginazione, del viaggio di Fritz, l’elefante indiano, dono del viceré d’Egitto Mohamed Alì al re Carlo Felice, che arrivò alla Palazzina di Caccia di Stupinigi nel 1827. Una storia divertente, ironica e poetica, messa in scena dall’attore torinese Stefano Abburà e accompagnata in modo originale dalla musica del fisarmonicista Mauro Borra.
INFO: Palazzina di Caccia di Stupinigi, piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi – Nichelino, tel. 0116200601 www.ordinemauriziano.it

SPETTACOLI PER BAMBINI E FAMIGLIE

IL GIGANTE

Venerdì 23 febbraio ore 20.45
Spettacolo di Progetto Cantoregi, progetto e adattamento di Marco Pautasso, una riflessione sui rapporti tra la natura e gli uomini e un omaggio al protagonista delle terre cuneesi e del basso Piemonte: il Monviso, soprannominato il Re di pietra che, con il suo inconfondibile e familiare profilo si staglia imponente sulle Alpi Occidentali. Dai 10 anni in su.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, tel. 011/19740280 casateatroragazzi.it

IL PICCOLO PRINCIPE
Venerdì 23 febbraio ore 21, Sabato 24 ore 16 e 21, Domenica 25 ore 16
È uno dei libri di maggior successo della letteratura, una storia che tutti conoscono e qualcuno forse non ricorda così bene. Perché, come sosteneva Antoine de Saint-Exupéry, gli adulti non pensano alle cose veramente importanti e spetta quindi al Piccolo Principe, eterno bambino, rinfrescarci la memoria. In scena una storia che si snoda attraverso i tanti linguaggi che il racconto, la musica, il canto, il circo, gli elementi scenografici e il teatro performativo offrono. Non è prosa, non è musical, circo, installazione. Sono 80 minuti di tutto questo perché ogni verità svelata, ogni personaggio attingono allo strumento più adatto ad arrivare allo spettatore.
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034www.teatrocolosseo.it

IL SOGNO DI STELLA
Sabato 24 e domenica 25 febbraio ore 16.30
La compagnia Nonsoloteatro presenta, di Guido Castiglia e Alessandro Rossi, uno spettacolo leggero e divertente che, con i meccanismi della fiaba e con un pizzico d’immaginario infantile, racconta un passaggio, piccolo per i grandi ma grande per i piccoli: il superamento della paura notturna. Dai 3 anni.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, tel. 011/19740280 casateatroragazzi.it

L'IMPORTANZA DI CHIEDERE SCUSA
Domenica 25 febbraio ore 16.30 (prima verrà servita la merenda)
Spettacolo per famiglie che ha vinto "Nuove generazioni" in Trentino Alto Adige, parla dell'importanza di chiedere scusa quando si sbaglia o nel chiedere una cortesia quando si interrompe qualcosa o qualcuno. Saper chiedere scusa influisce sulle nostre relazioni. Basta una frase di scuse, poche semplici parole, e un possibile litigio finisce in un abbraccio o una stretta di mano e tutto si risolve per il meglio.
INFO: Spazio Kairos, via Mottalciata 7, biglietteria@ondalarsen.org

MOSTRE ED EVENTI 

VOLARE 
Giovedì 22 febbraio ore 20.30 
Margherita Buy al Cinema Massimo per presentare Volare. L'attrice fa il suo esordio dietro la macchina da presa dirigendo un cast corale di cui fanno parte anche Anna Bonaiuto, Giulia Michelini, Euridice Axen, Francesco Colella, Roberto De Francesco, Maurizio Donadoni, Pietro Ragusa, Vanessa Compagnucci, Caterina De Angelis, Oscar Matteo Giuggioli, Alice Ferri, Eros Galbiati, Ahmed Hafiene con la partecipazione di Massimo De Francovich e con l’amichevole partecipazione di Elena Sofia Ricci. La paura di volare, così irrazionale e umana, attanaglia AnnaBì, un’attrice di talento che potrebbe aspirare al successo internazionale se salisse su quel maledetto aereo per la Corea. Ma solo l’idea di volare per fare un casting o per le riprese l’ha sempre frenata. Adesso che sua figlia sta per trasferirsi in California per studiare, AnnaBì è alla ricerca di una soluzione e decide di iscriversi a un corso della compagnia di bandiera, pensato proprio per chi ha paura di volare e dove trova altre persone come lei terrorizzate al solo pensiero. Riuscirà con questi improbabili compagni di avventura a superare la sua fobia per il volo?
INFOwww.cinemamassimotorino.it

LE MERAVIGLIE DELLA SETA E DEL PELTRO 
Fino al 28 gennaio 2025 
Una veste premaman in seta dei primi anni dell’800, un pregevole caracò damascato, il corsetto simbolo della donna rivoluzionaria francese, un abito da sera in taffetas cangiante di inizio ‘900. Sono solo alcuni dei pregevoli abiti e tessuti storici esposti al secondo piano di Palazzo Madama fino al 28 gennaio 2025. 
INFO:  https://www.palazzomadamatorino.it/it/

DINOSAURI - TERRA DEI GIGANTI 
Fino al 30 giugno
La sala degli stemmi di Porta Nuova fa un salto indietro nel tempo per tornare nell’era mesozoica: oltre 250 milioni di anni fa quando i dinosauri erano i padroni della Terra.Sono una ventina le riproduzioni a grandezza naturale di questi maestosi animali per la mostra Dinosauri - Terra dei Giganti. Ricostruirti in poliuretano e vetroresina quelli statici, in gommapiuma quelli mobili e dotati di un motore interno. Il percorso vuole raccontare ad adulti e bambini, l’evoluzione dai primi dinosauri erbivori, marini e volatili fino ai carnivori. Affiancati da calchi di veri fossili, si trovano le specie più note che abbiamo imparato a conoscere grazie al Jurassik Park di Steve Spielberg, come il Triceratopo, il Velociraptor e ovviamente, il Tirannosauro Rex.
INFOwww.dinosauriterradeigiganti.it  

UNA NOTTE LA MUSEO DI SCIENZE NATURALI 
Venerdì 23 e sabato 24 febbraio 
Club Silencio entra per la prima volta, dopo dieci anni di chiusura e un'opera di ristrutturazione, nel Museo Regionale di Scienze Naturali, con il format “Una notte al Museo”. Riaperto il 12 gennaio, il Museo di Scienze Naturali accoglierà l'evento durante il quale sarà possibile esplorare il mondo naturale tra paleontologia, botanica, zoologia, mineralogia ed entomologia attraversando le varie aree aperte alla visita e scoprire straordinarie curiosità grazie a mediatori culturali disposti lungo il percorso. Dalle 19 a mezzanotte si avrà la possibilità di visitare tutti gli spazi museali: il Museo Storico di Zoologia, l’Arca delle Esplorazioni con l’eccezionale scheletro di una balenottera spiaggiata a Bordighera a metà Ottocento e la Sala delle Meraviglie. Le sonorità di Andrea Passenger della crew di Jazz:Re:Found - definito come uno dei migliori Dj italiani in circolazione - animeranno gli spazi del museo e saranno accompagnate dal vj set “Innatural Flora” di Akasha che attraverso l’utilizzo di intelligenza artificiale e fotogrammetrie, creerà nuove forme naturali, nate da incontri surreali in cui l’immaginazione supera tutti i confini.
INFOclubsilencio.it

ROBERT CAPA, UGO MULAS, MICHELE PELLEGRINO A CAMERA 
Fino al 2 giugno e fino al 14 aprile 
La tragica guerra civile spagnola, momento cruciale della storia del XX secolo, e il rapporto professionale e sentimentale fra Robert Capa e Gerda Taro sono il fulcro della mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra che con oltre centoventi fotografie racconta una stagione intensa di fotografia, guerra e amore. Nella mostra Ugo Mulas / I graffiti di Saul Steinberg a Milano protagonista è la Milano del boom economico e le creazioni del grande illustratore e disegnatore Saul Steinberg immortalate da un giovane Ugo Mulas, mentre lo sguardo poetico sul Piemonte rurale di Michele Pellegrino offre storie di uomini, donne e montagne nella mostra Michele Pellegrino. Fotografie 1967-2023.
INFOwww.camera.to 

I MACCHIAIOLI E LA PITTURA EN PLEIN AIR TRA FRANCIA E ITALIA
Fino al 1° aprile 
Al Mastio della Cittadella I Macchiaioli e la pittura en plein air tra Francia e Italia. Prodotta da Navigare srl, con il patrocinio di Regione Piemonte e del Comune di Torino e la collaborazione di AICS, la mostra aprirà al pubblico dal 3 febbraio al 1 aprile, con circa 70 opere di oltre 20 artisti italiani e francesi, intende analizzare il movimento italiano artistico antiaccademico dei Macchiaioli, nato intorno al 1855 a Firenze da un nucleo di giovani artisti frequentatori del Caffè Michelangelo, che influenzò l’arte europea, in particolare quella francese, sviluppando soprattutto il tema del paesaggio e della pittura en plein air. La provenienza delle opere, per lo più da collezioni private oltre che da alcune istituzioni pubbliche, rende l’esposizione particolarmente preziosa, aprendo la strada per un percorso di avvicinamento del visitatore a diversi aspetti di quella che fu una vera e propria rivoluzione macchiaiola, sia per temi sia per stili e tecniche. Dalla loro origine, e sino agli anni ’70 dell’Ottocento, i Macchiaioli si confrontarono con i pittori paesaggisti della Scuola francese di Barbizon e influenzarono grandi artisti d’Oltralpe, anticipando l’arte degli Impressionisti e contribuendo alla nascita della pittura moderna.
INFO: www.navigaresrl.com/mostra/la-mostra-sui-macchiaioli-a-torino 

ANTONIO LIGABUE
Fino al 26 maggio 
Oltre 90 opere di Antonio Ligabue ne illustrano la vita, la psiche e la storia tormentata nell’esposizione Ligabue, in corso alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino fino al 26 maggio. Un viaggio nell’arte di questo genio visionario sempre in evoluzione, e nella sua appassionata ricerca, con la quale sapeva inventare e rinnovare le sue opere nella loro pressante suggestione emotiva, in una iconografia popolare e raffinata. La mostra è curata da Giovanni Faccenda, si avvale del patrocinio della “Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue” ed è prodotta da SM.ART, con la direzione creativa e di produzione di WeAreBeside. La mostra Ligabue, a cura di Giovanni Faccenda, si snoda attraverso 8 sale in un corpus di 71 dipinti, 8 sculture e 13 disegni ed è la prima realizzata con la Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue, a quasi un anno dalla scomparsa di Augusto Agosta Tota, che dell’artista fu amico, promotore e studioso.
INFO: mostraligabuetorino.com

LE OSSA DELLA TERRA 
Fino al 13 ottobre 
Dal 26 gennaio 2024 il Museo Nazionale della Montagna di Torino invita a scoprire il legame di Primo Levi con le terre alte attraverso la mostra Le ossa della terra, un progetto ideato e prodotto dal Museo, sviluppato in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi “Primo Levi” di Torino e curato da Guido Vaglio con Roberta Mori. Un percorso espositivo articolato attorno alle parole di Levi, ma anche a fotografie storiche, oggetti, documenti, volumi ed estratti video provenienti da archivi pubblici e privati, oltre che dai familiari dello scrittore e dal Museo. Una mostra per scoprire il legame poco conosciuto di Primo Levi con la montagna, nato negli anni dell’adolescenza e tragicamente legato al destino dello scrittore.
INFOhttps://www.museomontagna.org

FABIO MAURI. ESPERIMENTI NELLA VERIFICA DEL MALE
Fino al 24 marzo 
In occasione della donazione al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea della grande installazione I numeri malefici, 1978, realizzata da Fabio Mauri (Roma, 1926–2009) per la XXXVIII Biennale di Venezia, il Museo presenta fino al 24 marzo la mostra Fabio Mauri. Esperimenti nella verifica del Male.Artista e intellettuale, Fabio Mauri nasce a Roma nel 1926 e inizia a pubblicare i suoi primi disegni e articoli quando aveva solo sedici anni sulla rivista “Il Setaccio” che aveva fondato insieme a Pier Paolo Pasolini a Bologna nel 1942. Ben presto il secondo conflitto mondiale investe violentemente la vita di Mauri: un trauma che lo porta successivamente a creare forme d’arte che attraversano la performance, l’installazione, il disegno, la scrittura, il tutto riferendosi alla pittura come simbolo dell’arte in generale.
INFOwww.castellodirivoli.org

ANTONIO CAMPI A TORRE PALLAVICINA 
Fino al 10 marzo
Nella sala del Tardo Manierismo internazionale della Galleria Sabauda dal 7 dicembre al 10 marzo 2024, i Musei Reali di Torino ospitano l’esposizione Antonio Campi a Torre Pallavicina, che riunisce le tavole superstiti di un ampio ciclo dipinto dal grande manierista cremonese negli anni Settanta del Cinquecento. Seconda tappa della mostra dossier, aperta dal 19 settembre al 3 dicembre 2023 al Museo Diocesano di Cremona, l'iniziativa mette in luce l’attività del pittore per l’Oratorio di Santa Lucia a Torre Pallavicina, comune nella diocesi di Cremona, oggi in provincia di Bergamo, e presenta quello che rimane di una grande ancona a tema cristologico della quale facevano parte i due pannelli con l’Andata al Calvario e la Resurrezione, appartenenti alle collezioni della Galleria Sabauda,  e le due tavole con l’Orazione nell’orto e Cristo davanti a Caifa della Galleria Canesso, che ne ha gentilmente concesso il prestito.
INFO: museireali.beniculturali.it

EDOARDO SANGUINETI
Fino al 30 aprile
Alle Sezioni Riunite dell’Archivio di Stato di Torino si svolge la mostra Edoardo Sanguineti nella città “cruciverba”.  L’esposizione attingerà principalmente ai fondi del Centro Studi Interuniversitario Edoardo Sanguineti, con i quali interagiranno alcune schede lessicografiche selezionate provenienti dal Fondo esempi letterari (scarti e giunte) del Grande Dizionario della Lingua Italiana, al quale Sanguineti partecipò, grazie alla fondamentale mediazione dell’amico Tullio De Mauro, in veste di direttore dei Supplementi. Sarà possibile ammirare per la prima volta due recentissimi ritrovamenti, che risalgono agli albori della carriera del Sanguineti poeta: il manoscritto di Composizione, la raccolta sottoposta nel febbraio 1950 a Cesare Pavese, che la rifiutò, due redazioni di Laszo Varga e il manoscritto finale di Laborintus, la fondamentale opera d’esordio di Sanguineti, nella redazione in cui il titolo era ancora Laberintus.
INFOwww.centrosanguineti.unito.it/it

TIME SQUARE
Fino al 31 marzo
“Time Square. L’arte in piazza trascende il tempo”. Ha un titolo che cattura subito l’attenzione la nuova mostra ideata da Alessandro Bulgini. L'esposizione mette in dialogo sedici opere d'arte del passato con altrettante insegne pubblicitarie odierne, lungo sedici stanze della villa ottocentesca di corso Giovanni Lanza, stanze che diventano metafisiche piazze per un confronto fra tempo, arte e vita.
INFOFlashback Habitat, www.flashback.to.it

GIULIA E TANCREDI FALLETTI DI BAROLO COLLEZIONISTI
Fino al 7 aprile
In occasione del bicentenario del Distretto Sociale Barolo, i Musei Reali presentano una mostra dossier che per la prima volta permette di ricomporre l'originaria raccolta dei marchesi Giulia Colbert e Carlo Tancredi Falletti di Barolo, mettendo in luce il loro duplice ruolo di committenti e collezionisti. Una significativa selezione delle 45 opere d'arte antica donate con lascito testamentario alla Galleria Sabauda nel 1864 dialogherà con altri dipinti e sculture.
INFOmuseireali.beniculturali.it

LA PRIMA MONNA LISA
Fino al 26 maggio
Si tratta de La Monna Lisa di Isleworth, un'opera che secondo gli esperti il Maestro di Vinci dipinse prima della sua gemella conservata al Louvre. Isleworth è la città inglese in cui visse il mercante che l'acquistò nel 1914 da un collezionista privato inglese. La "prima Monna Lisa" era stata per la prima volta presentata nel 2012 dopo essere stata sottoposta a oltre trentacinque anni di studi.
INFOmostraprimamonnalisa.com

HAYEZ. L'OFFICINA DEL PITTORE
Fino al 1° aprile
Non c’è Il Bacio, ma la mostra “Hayez. Officina del pittore romantico”, ospita alcune importanti opere, tra cui La Meditazione, Il consiglio alla vendetta e Accusa Segreta, insieme a molti quadri e disegni inseriti del pittore veneziano. Dieci sezioni per 100 opere allestite in un percorso cronologico, raccontano il lavoro di Francesco Hayez, autore simbolo del passaggio tra lo stile neoclassico a quello romantico. Dalle prime esperienze tra Venezia e Roma, sotto l’influenza dell’opera di Tiziano, fino a quelle come "pittore civile".
INFO: www.gamtorino.it/it

MICHELANGELO PISTOLETTO
Fino al 25 febbraio
Il Castello di Rivoli presenta una grande mostra dedicata a Pistoletto (Biella, 1933) in occasione del suo novantesimo compleanno. Il progetto dell’artista "Molti di uno" reinventa l’architettura ortogonale della Manica Lunga trasformandola in uno stupefacente groviglio armonioso, un dispositivo urbano irregolare e libero attraverso il quale raccogliere e rileggere tutta la sua arte in un gigantesco autoritratto che funziona come la mappa di una Città ideale dell’avvenire.
INFOwww.castellodirivoli.org/mostra/michelangelo-pistoletto

IL MONDO DI TIM BURTON
Fino al 7 aprile
La mostra dedicata al grande regista è allestita all'interno della Mole. C’è la scrivania del regista, ma anche i suoi disegni, alcuni inediti, schizzi, polaroid, pupazzi e oggetti di scena. Protagonisti tutti i personaggi più famosi creati da Tim Burton, da Beetlejuice a Edward mani di forbice, fino all’ultima riuscita serie Netflix, Mercoledì.  Per la prima volta in città Burton è rimasto colpito da palazzi e ambienti storici.
INFOMuseo del Cinema, www.museocinema.it

Daniele Angi e Chiara Gallo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium