/ Sanità

Sanità | 14 febbraio 2024, 19:38

Più sangue a Torino, ma stavolta è una buona notizia: crescono le donazioni

Avis ha reso noti i dati del 2023: sono 44 mila le sacche donate, pari al 25% della raccolta dell'intera Regione

Più sangue a Torino, ma è una buona notizia: crescono le donazioni

Più sangue a Torino, ma è una buona notizia: crescono le donazioni

La donazione di sangue a Torino è in aumento: lo dicono i dati Avis, l'associazione italiana dei volontari che si occupa della raccolta sul territorio. Nel 2023 sono state 44 mila le sacche di sangue (una sacca è circa mezzo litro) donate nel comune di Torino, corrispondenti al 54% della raccolta nell'area metropolitana e pari a circa un quarto di tutto il sangue raccolto in Piemonte, quarta regione in Italia per numero di donazioni.

Superata la fase no del Covid

A dirlo è il presidente dell'associazione Lorenzo Ceribelli, in audizione alla quarta commissione del Consiglio Comunale, quella che si occupa di salute e servizi sociali. "Abbiamo subito gli effetti del Covid e la carenza di personale - ha spiegato - non si trovavano più medici ma ora il problema è un po' rientrato".

In crescita, infatti, i numeri rispetto al 2022, che aveva registrato 40 mila sacche raccolte. Tra i donatori, sono stati 1080 i nuovi arrivati. A preoccupare è però il nuovo regolamento ministeriale, entrato in vigore a novembre, che impone che i medici debbano effettuare gratuitamente il servizio. Precedentemente, per aumentare il fabbisogno di medici nei centri di raccolta, gli specializzandi di medicina venivano retribuiti, mentre adesso Avis ha paura che il numero diminuisca ancora e per questo ha richiesto l'intervento della Regione.

I nuovi macchinari delle Molinette

In difetto anche il plasma, anche se grazie a tre nuovi macchinari donati dall'Ospedale delle Molinette le mancanze stanno per essere recuperate.

Se la fascia più numerosa è quella delle persone dai 40 ai 55 anni, è importante l'aumento dei giovani, che effettuano sempre più donazioni.

In crescita le donazioni dei giovani

Avis Torino, infatti, ha da poco riaperto il "Gruppo Giovani" dell'associazione, per valorizzare la fascia di età under 35 e migliorare il coinvolgimento di scuola e università.

Francesco Capuano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium