/ Sport

Sport | 24 agosto 2023, 19:01

Europei di volley Femminile: l'ex Barricalla Collegno Maria Priscilla Schlegel sulla strada delle azzurre

La schiacciatrice spagnola: “Affrontare l’Italia in Italia è un sogno”

Maria Priscilla Schlegel

Maria Priscilla Schlegel con la maglia della Lpm Bam Mondovì (ph F. Cucchetti)

La Nazionale Italiana di volley femminile prosegue il suo percorso vincente negli Europei 2023 di scena in Italia e Belgio. Dopo le due vittoriose gare giocate al Palaruffini di Torino che hanno chiuso la prima fase, sabato sera (ore 21,15) le ragazze del Ct Davide Mazzanti affronteranno la Spagna negli ottavi di finale del Torneo continentale. Teatro di questa prima gara a eliminazione diretta sarà il PalaWanni di Firenze.

L’interesse per questa partita, però, non riguarda solo le gesta di Paola Egonu e compagne. Nella formazione iberica, infatti, c’è una “vecchia” conoscenza della pallavolo nostrana. Parliamo della schiacciatrice Maria Priscilla Schlegel Mosegui, che nella stagione 2018/19 ha vestito la maglia della Lpm Bam Mondovì, dopo l’esperienza, sempre piemontese, con il Barricalla Torino.

Ora la forte banda spagnola gioca nell’Athletes Unlimited Pro League di Dallas (USA), ma prima di tornare negli States deve affrontare l’impegno con la Nazionale del suo paese, la Spagna. La sfida contro l’Italia, inoltre, rappresenta una sorta di regalo anticipato per la bionda schiacciatrice iberica, visto che martedì prossimo la Schlegel spegnerà 30 candeline sulla propria torta.

A due giorni dalla sfida che vale l’accesso ai quarti di finale, abbiamo contattato Maria Priscilla Schlegel per una piacevole chiacchierata:

Sabato sera la tua Spagna affronterà negli ottavi di finale degli Europei 2023 l’Italia di Egonu e Antropova, immagino che per te non sia una gara come tutte le altre, vero? “Giocare in Italia è sempre una cosa meravigliosa. Qui si respira pallavolo e sono contenta di questa opportunità. Affrontare una squadra come l’Italia, inoltre, davanti al pubblico italiano è come vivere un sogno.”

Sei soddisfatta del percorso intrapreso dalla Nazionale iberica in questo Europeo? “Nel complesso sono contenta” – continua Maria Priscilla Schlegel – “Siamo state un po' sfortunate con il calendario, che ci ha riservato tre partite consecutive ravvicinate. Nella terza sfida, quella contro la Slovacchia, che poteva farci guadagnare una posizione in classifica, non abbiamo di certo brillato. Peccato, perché avremmo potuto ambire al terzo posto del girone. L’aver perso solo al tie-break con la Francia, però, ha confermato che possiamo competere anche con squadre forti”.

Ma la Spagna ha i mezzi per fermare la corsa dell’Italia? “Le Azzurre sono di un altro livello” – spiega l’ex pumina – “Il nostro obiettivo è quello di cercare di essere il più competitive possibile, cercando magari di metterle in difficoltà”.

Con Mondovì c’è un legame speciale: i tifosi sono legati a te e tu sei legata a loro. E’ così? “Io sono innamorata di Mondovì.” – afferma la Schlegel – “La mia esperienza monregalese è stata bellissima. La gente, la città, i tifosi, la squadra e la società sono stati meravigliosi e mi hanno fatto vivere un autentico sogno”.

Così innamorata da voler tornare un giorno a Mondovì? “Chissà, magari si” – conclude la forte schiacciatrice spagnola – “Per il momento mi sento solo di dirvi che vi voglio bene a prescindere dalla maglia che indosso”.

Matteo La Viola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium