/ Attualità

Attualità | 30 marzo 2023, 10:24

Druento, nasce un comitato spontaneo contro il progetto di cava tra le cascine: ecco i "No Cav"

Secondo il progetto della Regione, dovrebbe nascere tra le aree di Misterletta, Cortese e Balmera: "Andrebbe a deturpare 66mila metri quadri di terreni agricoli"

cartina con area evidenziata in rosso nei suoi confini

Il progetto di realizzazione della Cava nella zona di Druento

E' allarme a Druento per il progetto che vorrebbe realizzare una nuova cava oltre a quelle presenti quasi al confine con Collegno. E per opporsi all'idea nasce un Comitato spontaneo chiede alle istituzioni locali di contrastare l'ipotesi.

E in un documento, il Comitato spiega: "A dicembre 2022 è stato adottato il PRAE – Piano Regionale Attività Estrattive della Regione Piemonte, che verrà presto approvato dalla Giunta Regionale e che contiene, oltre alla previsione di grandi ampliamenti nella zona delle cave già esistenti fra Druento e Collegno, il progetto di una nuova cava di estrazione di argilla in un’area non ancora compromessa, fra le più belle del territorio druentino". 

A rischio 66mila metri quadri

"La cava - aggiungono - sarebbe ubicata tra le Cascine Misterletta, Cortese e Balmera, deturpando 66.000 metri quadri di terreni agricoli. La sua presenza impatterebbe però anche sui territori confinanti, richiedendo la creazione di una viabilità ad hoc per l’accesso e il transito di mezzi pesanti. Dove oggi è tutto verde e vediamo correre caprioli, ci potrebbero essere solo cumuli di terra, escavatori e camion, con l'inquinamento acustico e atmosferico che inevitabilmente ne deriverebbero".

Un comitato ad hoc

Per opporsi a questo progetto nasce appunto il “Comitato Spontaneo NO CAVA Misterletta-Cortese-Balmera”, che raccoglie le preoccupazioni dei cittadini di Druento. "Tra i residenti e i frequentatori del comune, ci si chiede con che criterio sia stata individuata questa zona, creando un precedente per future espansioni, come avviene ora per gli altri poli di cava, e come non si sia considerata la presenza di abitazioni nei terreni confinanti".

Sempre il Comitato fa notare come "Il Sindaco e la Giunta Comunale con la delibera n. 17/2023 hanno espresso chiaramente parere negativo. Tuttavia questo non basta, per questo il Comitato chiede azioni forti e l’appoggio di tutta la popolazione per il diritto all’informazione e alla salute e per la tutela del territorio".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium