/ Cultura

Cultura | 09 marzo 2023, 09:10

Sette artiste iraniane in mostra alla Casa del Conte Verde di Rivoli

Da sabato 11 marzo all'8 aprile

Sette artiste iraniane in mostra alla Casa del Conte Verde di Rivoli

Sabato 11 marzo, dalle 16 alle 19 alla Casa del Conte Verde di Rivoli inaugura la mostra "Donna, Vita, Libertà : sette artiste iraniane", una mostra dedicata alle proteste contro il regime dittatoriale iraniano.

"L’arte - spiega Edoardo DI Mauro - è uno strumento estremamente idoneo, per l’universalità del suo linguaggio, per fornire una importante cassa di risonanza alla sacrosanta lotta delle donne iraniane, costrette ad una sottomissione a retrive forme di privazione della libertà, la cui punta di diamante è evidenziata, negli ultimi tempi, dalla esasperazione delle norme che impongono una particolare forma di copertura del capo tramite il velo, mero pretesto per un regime che fa dell’applicazione repressiva ed inadeguata dei precetti della religione islamica, una estrema barriera per difendere un potere anacronistico e traballante sotto le proteste della società civile.

L’antica Persia è stata per secoli culla della civiltà asiatica al confine tra Occidente ed Oriente e luogo di tolleranza e libero pensiero".

Gli attuali problemi di quel paese, e dell’intera area medio-orientale, sono conseguenze della dissennata gestione geopolitica originata dai trattati di pace seguenti la fine della Prima Guerra Mondiale che generarono il secondo conflitto, a cui va sommata anche una fuori uscita sbagliata dal colonialismo, dove la giusta emancipazione del Terzo Mondo dal dominio europeo non ha avuto gli esiti auspicati per l'ascesa al potere di oligarchie corrotte sempre al servizio di interessi stranieri.

Un talk organizzato alla Galleria del Museo d’Arte Urbana con l’artista iraniana Hanieh Eshtehardi su questo tema, ha indotto l’Associazione Italia-Iran ed il MAU a farsi promotori di questa mostra, allestita alla Casa del Conte Verde di Rivoli, grazie al sostegno dell’Assessorato alle Pari Opportunità, al patrocinio del Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, dell’ Accademia Albertina di Belle Arti, dove si sono diplomate alcune delle artiste espositrici, del brand di design e moda sostenibili Regenesi.

Hanieh Eshtehardi, Narges Eshtehardi, Bahar Heidarzade,Samaneh Vahabi, Masoudeh Miri, Mahtab Moosavi, Flavia Nasrin Testa sono le artiste in mostra che rispondono alla repressione del regime iraniano con la loro creatività ed il loro stile dove, con modalità rispondenti alla loro personalità, conducono la tradizione simbolica dell’arte persiana nella dimensione della contemporaneità.

La mostra è aperta fino all'8 aprile. 

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium