/ Attualità

Attualità | 09 marzo 2023, 16:10

A Bardonecchia arriva la “valanga” di Special Olympics: in 250 per i Giochi Nazionali Invernali

Dopo i Giochi Nazionali Estivi dello scorso giugno, la regione torna ad ospitare una grande manifestazione sportiva dedicata alle disabilità intellettive: circa 100 i piemontesi

special olympics

A Bardonecchia arriva la “valanga” di Special Olympics: in 250 per i Giochi Nazionali Invernali

Dopo i Giochi Nazionali Estivi, il Piemonte torna ad ospitare una grande manifestazione targata Special Olympics: si tratta della seconda tappa dei Giochi Nazionali Invernali, in programma a Bardonecchia dal 12 al 16 marzo.

La manifestazione prevede l'arrivo di 250 atleti con e senza disabilità intellettive appartenenti a 30 team, tra cui circa 100 piemontesi150 familiari 100 volontari; oggi, nel frattempo, dal giardino Grosa di Torino è stata accesa ufficialmente la torcia, che arriverà a destinazione il 13 marzo passando da Pragelato e Sestriere.

Torino, la casa di Special Olympics

Gli atleti iscritti saranno impegnati in 3 discipline: sci alpino, snowboard e danza sportiva (le gare di sci nordico si sono svolte a Sappada dal 14 al 18 dicembre 2022, ndr): “Torino – ha dichiarato il vice-presidente di Special Olympics Italia Alessandro Palazzotti – è una bella casa per i nostri eventi perché ci sono tutte le condizioni per la loro perfetta riuscita: qui abbiamo trovato un'accoglienza e una professionalità straordinarie; da adesso in poi metteremo insieme tutte le tessere per i Giochi Mondiali Invernali del 2025, lo spirito è quello di fare tutto per i nostri atleti e le nostre famiglie e per questo punteremo ancora più in grande”.

Un'opportunità per Torino e Bardonecchia

I Giochi rappresenteranno un'altra importante opportunità per promuovere i valori dello sport a Torino, Bardonecchia e nell'intera Città Metropolitana: “Il connubio nel segno dello sport - ha commentato la vice-sindaca Michela Favaro – con le valli olimpiche va avanti dal 2006, e questo porta un grande ritorno di immagine. Con Special Olympics valorizziamo il valore dello sport come strumento di inclusione sociale perché è più efficace di qualsiasi politica per far crescere i ragazzi”.

La sindaca di Bardonecchia Chiara Rossetti, infine, ha espresso la propria emozione per un evento entrato ormai nel cuore dei cittadini: “Stiamo vivendo - ha sottolineato – una grande attesa per il ritorno dei Giochi Special Olympics, ospitati già 2 volte e diventati ormai un punto di riferimento. Questi atleti danno, a tutti noi, una grande lezione di vita e trasmettono alti valori umani”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium