/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 gennaio 2023, 06:59

La pastiglie Leone ristrutturano casa: entro il 2025 la nuova fabbrica, sostenibile e aperta al pubblico

Lo stabilimento è stato progettato dallo studio di architettura milanese Piuarch: oltre alla produzione e alle zone di vendita, sarà possibile mostrare al pubblico tutte le fasi che portano alla realizzazione del prodotto

rendering nuova fabbrica Pastiglie Leone

L'inaugurazione della fabbrica di Pastiglie Leone è fissata per il 2025

Un po' come nella fabbrica di Cioccolato, solo che qui si realizzano (anche) caramelle. O meglio: pastiglie. Cambiano "casa" le Pastiglie Leone, uno dei marchi storici del settore dolciario torinese, fondato nel 1857. Entro il 2025, infatti, sarà inaugurato il nuovo stabilimento che punta a essere non solo un luogo green e sostenibile, ma anche aperto al pubblico (e in particolare ai bambini).

Il progetto è stato affidato allo studio di architettura milanese di Piuarch: in un solo luogo saranno custodite tutte le fasi della produzione Leone. Dalle prime fasi di produzione fino al confezionamento, fino alla capacità di accogliere e raccontarsi alle persone.

Con l’inaugurazione della nuova Fabbrica Leone ci poniamo l’obiettivo di condividere con il pubblico i valori del nostro marchio e la qualità degli ingredienti dei nostri prodotti - racconta Massimo Pozzetti, ceo di Leone - Il nostro ambizioso progetto strizza l’occhio all’innovazione, che intendiamo portare al servizio sia della produzione che delle esperienze multisensoriali che gli ospiti della Fabbrica potranno vivere in esclusiva. Il nostro desiderio è di far sì che Leone venga riconosciuto nel mondo come il brand di confetteria italiana che regala momenti di piacere e felicità”. 

L’impianto, sostenibile e certificato Leed Gold (la certificazione più diffusa a livello mondiale per quanto riguarda il risparmio energetico nell’edilizia), prevede una grande lobby dove affacceranno rispettivamente il negozio, la caffetteria, la reception e la “serra”, una zona circolare da cui avrà inizio il percorso che consentirà al pubblico di entrare in contatto con la produzione di pastiglie e tutte le altre dolcezze Leone. Grazie alle ampie vetrate i visitatori potranno osservare le due aree dedicate rispettivamente alle caramelle e al cioccolato, scoprendo da vicino i processi di lavorazione. Non solo, il pubblico potrà immergersi nel gusto e nella bellezza del mondo Leone, diventando il vero protagonista di un percorso multisensoriale sviluppato su due piani.

“L’esperienza pluridecennale nella produzione artigianale di caramelle, la fama internazionale che accompagna Leone e l’immagine aziendale intrisa di storia hanno guidato la scelta progettuale verso un edificio sospeso tra tradizione e modernità, che possa dare un’immagine iconica del marchio e al contempo affermarsi come segno architettonico riconoscibile nel contesto in cui si inserisce. La facciata diventa elemento distintivo e rimanda all’idea di un ‘sipario’ che, alzandosi, invita ad addentrarsi nel colorato mondo Leone”, sottolinea Germán Fuenmayor, cofondatore di Piuarch.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium