/ Attualità

Attualità | 02 gennaio 2023, 17:40

Il Piemonte suona il "rock": da domani due nuovi treni sui binari della Torino-Milano e Asti-Torino [FOTO]

Con l'arrivo dei treni "rock" prosegue l'ammodernamento della flotta regionale, che nei prossimi tre anni passerà da un'età media di 26 anni a 14. Gabusi: "Momento storico"

treni rock

Il Piemonte suona il "rock": da domani due nuovi treni sulla Torino-Milano e Asti-Torino

Due nuovi treni, per continuare ad abbassare l'età media della flotta di Trenitalia in Piemonte. Prenderanno servizio domani i due treni Rock di Trenitalia messi a disposizione sulle linee Torino-Milano e Milano-Asti.

Il rinnovo della flotta

A presentarli oggi presso la stazione Porta Nuova l’assessore ai Trasporti Marco Gabusi e Marco Della Monica, direttore Trenitalia Piemonte. Il rinnovo della flotta è già iniziato due anni fa e terminerà nel 2026, portando l'età media da 26,7 anni a 14,3. Quasi la metà. Un programma già iniziato a gennaio 2021 con l’arrivo di 9 treni Pop dei 38 treni (29 Rock e 9 Pop) made in Italy previsti dal Contratto del Servizio Ferroviario Metropolitano. A questi se ne aggiungono 33 (9 Rock e 24 Pop) del nuovo Contratto del Servizio Ferroviario Regionale. L'investimento sfiorerà il miliardo di euro.

I treni Rock

Rock è un treno regionale a doppio piano: può ospitare fino a oltre 1.000 persone (circa 600 sedute) e raggiungere i 160 km/h di velocità massima. I vagoni sono attrezzati con portabagagli e portabici, distribuiti lungo tutto il treno, e sono dotati di punti di ricarica per e-bike o monopattini elettrici. Le poltrone sono provviste di prese di corrente e usb e la climatizzazione interna si autoregola. A bordo treno anche un’area family, e nelle toilette, fasciatoi e porte-enfant.

I nuovi treni Rock, progettati con tecnologie di ultima generazione, permetteranno di ridurre i consumi del 30% rispetto ai treni precedenti e sono composti per il 97% di materiale riciclabili, con punti dedicati alla raccolta differenziata. A bordo ci sono 50 videocamere a circuito chiuso in ogni carrozza con riprese live e 38 monitor, di dimensioni doppie rispetto al passato, a beneficio dei viaggiatori.

"E' un momento storico, perché in questo momento praticamente una volta al mese inauguriamo un treno nuovo" ha commentato soddisfatto Gabusi. "I treni nuovi permetteranno di ammodernare una linea su cui viaggiano mezzi di 45 anni. Questo è importante e ancora più importante è l'arrivo di altri treni" ha concluso l'assessore regionale ai trasporti, riferendosi ai 59 treni che arriveranno da qui al 2026.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium