/ Politica

Politica | 15 novembre 2022, 13:43

In Piemonte il Pd lancia i Consigli comunali dei ragazzi: "La democrazia si impara da piccoli"

Presentata una proposta di legge da Monica Canalis per valorizzarli. "Combattiamo così l'astensionismo: bimbi e ragazzi devono poter partecipare alla vita pubblica"

gruppo regionale pd

In Piemonte il Pd lancia i Consigli comunali dei ragazzi

Riconoscere la funzione sociale dei Consigli comunali dei ragazzi e valorizzarli, perché la "democrazia di impara da piccoli". È questo il senso della proposta di legge presentata da Monica Canalis (Pd) in Consiglio regionale.

L'obiettivo è quello di stimolare la cittadinanza attiva tra i più giovani. "Bambini e ragazzi sono cittadini a tutti gli effetti, pur non votando", ha sostenuto Canalis, spiegando come i Consigli comunali dei ragazzi siano rivolti ai minori che frequentano la scuola primaria e secondaria di primo grado.

"Vorremmo potenziarli con una giornata annuale che raduni e valorizzi i Consigli comunali dei ragazzi già presenti", ha affermato la consigliera del Pd. La proposta di legge prevede un finanziamento di 65.000 euro all'anno nel triennio 2022-2024 per sostenerli e promuoverli. "Sono un’esperienza diretta di democrazia, è contrasto all'astensionismo che è un male dilagante", ha concluso Canalis.

Attualmente in Piemonte sono presenti 186 Consigli comunali dei ragazzi. Un esempio virtuoso è quello del Comune di Bra, istituito nel 1998 e capace di coinvolgere 1.500 giovani: "Ultimamente abbiamo riflettuto sull’emergenza in Ucraina e affrontato questioni emergenziali della città, oltre ad avviare una serie di progetti: i ragazzi si sentono partecipi", ha raccontato Francesco Testa, consigliere comunale di Bra.

Soddisfatto della proposta di legge Ezio Aceti, psicologo: "Finalmente qualcosa di intelligente per i ragazzi. Questa società è complessa e occorrono persone capaci, proposte di questo genere ne aiutano la formazione".

La proposta "Norme per il sostegno e il riconoscimento della funzione sociale ed educativa del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi" è supportata da tutto il gruppo consiliare del Partito Democratico. "Siamo certi che la maggioranza ci sosterrà nell’iter, con un voto positivo. La democrazia si impara da piccoli e noi ci crediamo fortemente: vogliamo che i giovani siano vicini alla politica, alle istituzioni e alla cosa pubblica" è il pensiero di Raffaele Gallo, capogruppo Pd in Regione Piemonte. 

E a Torino, dove il Consiglio comunale dei ragazzi è presente nelle Circoscrizioni 6 e 7, l'idea è che l'iniziativa possa essere estesa anche alle restanti Circoscrizioni della Città: "Siamo ottimisti".

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium