/ Politica

Politica | 13 ottobre 2022, 18:56

Selfie, emozione e proposte di legge: il primo giorno in Parlamento dei deputati e senatori torinesi

Da Torino a Roma, i neo eletti si sono concessi foto con la probabile futura premier, hanno già depositato alcuni atti e affidato a Facebook le proprie sensazioni da "primo giorno"

Selfie, emozione e proposte di legge: il primo giorno in Parlamento dei deputati e senatori torinesi

E' iniziata tra polemiche, foto di rito, promesse e qualche proposta di legge già depositata la prima giornata della XIX legislatura dei parlamentari torinesi.

In una prima seduta dedicata all'elezione dei presidenti di Camera e Senato, i neo parlamentari hanno espresso i loro voti in un misto tra emozioni, trattative e bluff per arrivare agli obiettivi richiesti dai partiti. Ignazio La Russa (Fdi) è stato eletto presidente del Senato alla prima votazione con 116 voti, il mancato appoggio di Forza Italia e il supporto di 17 "franchi tiratori". Per il presidente (o la presidente) della Camera dei Deputati bisognerà invece attendere domani, visto che nemmeno la terza chiamata ha prodotto un risultato.

Sorriso e selfie con la probabile prima donna premier della Repubblica Italiana per Augusta Montaruli (Fdi), mentre Elena Maccanti (Lega) si è detta "orgogliosa di rappresentare Torino e la sua provincia, pronta a lavorare con concretezza e determinazione per risolvere i problemi della nostra gente".

Completo rosso-nero sui social, blu in aula per l'ex sindaca Chiara Appendino. La neo parlamentare del M5s ha affidato a Facebook le proprie riflessioni: "Prendere il treno per Roma ieri è stato diverso dal solito, ha segnato l'inizio di un viaggio che difficilmente avrei pensato di poter intraprendere nella mia vita. Ora le emozioni devono fare spazio al lavoro e io sono pronta per dedicarmi con tutta me stessa alle battaglie in cui credo insieme al MoVimento 5 Stelle".

Emozionato, ma subito molto attivo anche Marco Grimaldi. L'ormai ex consigliere regionale ora parlamentare eletto con Sinistra Ecologista, ha infatti già depositato tre proposte di legge: "Sono seduto sul banco che fu di Antonio Gramsci. Mi batte il cuore fortissimo, ma non mi tremano le gambe. Per questo ho deciso di non presentarmi alla Camera a mani vuote, ma portare subito con me una proposta per vietare il cottimo e regolamentare la gig economy, una per il congedo di paternità obbligatorio di sei mesi e una per i pieni diritti delle famiglie lgbtqia+".

Chi ha deciso di non perdere un solo minuto è Mauro Berruto. L'ex ct azzurro, eletto alla Camera con il Partito Democratico, ha infatti già depositato una proposta di legge per la modifica dell’ art. 33 della Costituzione in materia di attività sportiva, interrotta dallo scioglimento delle Camere a un passo dal traguardo nella scorsa legislatura. "La mia prima azione non poteva che essere questa, nel primo giorno in questo ruolo di servizio al Paese e al mondo da cui ho imparato tutto: quello dello sport".

Andrea Giorgis, senatore del Pd, ha invece ripreso le parole di Liliana Segre, che per anzianità ha presieduto la prima giornata al Senato, ringraziandola.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium