/ Politica

Politica | 25 settembre 2022, 23:25

Elezioni 2022, per gli exit poll Fratelli d'Italia è il primo partito. Centrodestra tra il 41 e il 45%, Centrosinistra tra il 25,5 e il 29,5%

Le proiezioni delle 2 di notte danno la Meloni tra il 23 e il 25%, seguita dal Pd (17-19%) e dal Movimento 5 Stelle (15-16,5). Terzo Polo (7-8%) sotto le aspettative di Renzi e Calenda: manca il sorpasso su Salvini (8-9%) e Forza Italia (7,5-8,5%)

Elezioni 2022, per gli exit poll Fratelli d'Italia è il primo partito. Centrodestra tra il 41 e il 45%, Centrosinistra tra il 25,5 e il 29,5%

Giorgia Meloni conferma i sondaggi e vede i suoi Fratelli d'Italia assestarsi come primo partito al 23-25%. Questo emerge dei primi exit poll del voto di oggi, 25 settembre.

Il quadro che si delinea a livello nazionale è quello atteso: dietro Fratelli d'Italia c'è il Pd di Enrico Letta, che gli exit poll delle 2 di notte danno tra il 17 e il 19%, seguito a stretto giro dal Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte, tra il 15 e il 16,5%.

Ma è grazie al risultato della Lega di Matteo Salvini (8-9%), comunque molto sotto le aspettative, sommato a quello di Forza Italia (7,5-8,5%) che il centrodestra può puntare alla maggioranza assoluta in Parlamento. Se questi numero fossero confermati, la coalizione supererebbe agevolmente infatti il 40% sia alla Camera che al Senato. E Giorgia Meloni sarebbe quasi certamente la prima premier donna della Repubblica Italiana.

Sopra rispetto a quanto dicevano i sondaggi, ma sotto rispetto alle aspettative dichiarate dai due leader, il risultato del Terzo Polo di Carlo Calenda e Matteo Renzi: davano per scontato il sorpasso su Forza Italia e puntavano a quello sulla Lega, ma si devono "accontentare" di una percentuale tra il 7 e l'8%.

Tra gli altri, sempre stando alle proiezioni delle 2 di notte, il partito di Luigi Di Maio viaggia tra lo 0,5 e l'1,5%: servirebbe almeno l'1 per ottenere seggi grazie alla coalizione di centrosinistra, altrimenti i voti verranno dispersi. Verdi e Sinistra si assestano intorno al 4%, mentre Emma Bonino e +Europa sarebbero intorno al 2,5%, entrambi risultati sufficienti per dei partiti che fanno pare di una coalizione. Risultato intorno al 2%, invece, per Italexit di Gianluigi Paragone che però viaggia da solo: in questo caso, per entrare in Parlamento servirebbe almeno il 3%.

Le coalizioni:
Centrodestra 41%-45%
Centrosinistra 25,5%-29,5%
M5s 15%-16,5%
Terzo Polo 7%-8%

Le liste:
FDI 23-25%
PD 17-19%
M5s 15-16,5%
Lega 8-9%
FI 7,5-8,5%
Azione-Italia Viva 7-8%

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium