/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 28 luglio 2022, 07:00

Prevenire l'artrosi è possibile?

Prevenire l'artrosi è possibile?

Una delle domande più frequenti che in molti si pongono è se sia possibile prevenire l’artrosi. Tale patologia è infatti una conseguenza pressoché inevitabile dell’età che, avanzando porta problemi alle articolazioni aggravati da uno stile di vita errato o da attività lavorative logoranti.

Cos’è l’artrosi e come si manifesta

Prima di procedere nel cercare una risposta adeguata al quesito iniziale e capire se si possa davvero prevenire l’artrosi, è bene comprendere innanzitutto di cosa si sta parlando. Le articolazioni sono ciò che permette al corpo di muoversi e di compiere diverse azioni. Questo è possibile grazie ad una complessa interazione fra ossa, muscoli e cartilagine.

Proprio quest’ultima è però l’elemento più delicato dei tre, poiché ha la funzione di fare da cuscinetto nelle intersezioni fra le ossa. Viene pertanto sottoposta ad un lavoro e ad un attrito continui, che a lungo andare ne causano il deperimento. Quando la cartilagine non è più sufficiente a tenere ben separate le ossa, queste finiscono per toccarsi causando dolore e gonfiore.

Come si è già detto, il deterioramento può essere causato dall’età, dai lavori usuranti ma anche da incidenti e traumi. Riparare la cartilagine è possibile in alcuni casi, però servono interventi costosi e spesso non del tutto risolutivi. Ritardare la comparsa dell’artrosi è dunque imperativo e possibile, coi giusti accorgimenti.

Principi attivi e integratori possono prevenire l’artrosi

Prima di ricorrere a medicinali e altre soluzioni, è bene valutare insieme al proprio medico la possibilità di aggiungere alla dieta alcuni integratori di origine naturale. Esistono infatti principi attivi contenuti in specifici alimenti capaci di offrire un valido aiuto nel:

  • ridurre il gonfiore;
  • alleviare i dolori articolari;
  • minimizzare gli attriti;
  • inibire l’infiammazione;
  • proteggere la cartilagine ancora sana.

Tra le sostanze più comuni capaci di generare i suddetti effetti ci sono: la curcuma, il collagene di tipo 2, la membrana del guscio dell’uovo, il pigmento carotenoide, l’erba ayurvedica, l’incenso indiano e l’acido ialuronico, ma anche zenzero e centella.

Ed è proprio su questi ultimi due elementi che si basa il MovarDol Forte, un integratore alimentare realizzato da Leonardo Medica, capace di intervenire nella sintesi dell’acido ialuronico. L’assunzione di una bustina due volte al giorno è più che sufficiente per lenire i dolori e ripristinare la funzionalità articolare.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium