/ Politica

Politica | 25 luglio 2022, 15:27

Domani Portas incontra Letta per le alleanze, ma i Moderati raccolgono già le firme per correre da soli

Mimmo Portas non si ricandida: favorito verso Roma il capogruppo regionale Magliano

Silvio Magliano, Moderati

Silvio Magliano, Moderati

Mimmo Portas incontra Enrico Letta. Domani a Roma il leader dei Moderati si confronterà con quello del Pd in vista delle elezioni del 25 settembre. Sul tavolo del confronto il perimetro dell'alleanza. Il partito di Portas è pronto a schierarsi accanto ai dem, come accaduto alle amministrative di Torino, però vuole vedere nero su bianco il no ad intese con il M5S. Una richiesta già fatta all'epoca al sindaco Stefano Lo Russo, che aveva dovuto firmare un vero e proprio patto.

Moderati pronti a correre da soli

Letta, all'indomani della caduta del governo Draghi, aveva parlato di "rottura irreversibile" con i pentastellati. I Moderati però, per non farsi trovare impreparati ad eventuali sorprese dell'ultimo minuto, stanno già raccogliendo le firme per correre da soli. Una consuetudine che portano avanti a tutte le elezioni, così come quella di stampare i manifesti da soli.

Favorito Magliano

Se Portas ha già annunciato di non ricandidarsi al Parlamento, tra i suoi successori ci sono i suoi "delfini" Silvio Magliano e Carlotta Salerno. Maggiormente favorito è il primo, considerando che il suo mandato da capogruppo dei Moderati in Regione finirà tra meno di due anni. Lei, dopo l'esperienza da Presidente della Circoscrizione 6, è stata nominata appena 9 mesi fa assessore all'Istruzione della giunta Lo Russo.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium