/ Attualità

Attualità | 11 luglio 2022, 10:17

Alpignano, conto alla rovescia per la XXII edizione del Palio dij Cossòt

La storica manifestazione estiva in programma dal 22 al 24 luglio

maschere storiche provana

Alpignano, conto alla rovescia per la XXII edizione del Palio dij Cossòt

Arriva dal 22 al 24 luglio la XXII edizione del Palio dij Cossòt, storica manifestazione dell’estate di Alpignano che viene promossa dall’Amministrazione Comunale ed è organizzata da Media Aetas in collaborazione con la Pro Loco di Alpignano. Grande lo sforzo organizzativo per accogliere il contributo di tanti gruppi storici, artisti e associazioni partecipanti all’evento.  Arrivano gruppi da Alpignano e da tutto il Piemonte, ma anche dalla Lombardia, dalla Toscana e dall’Emilia, dalla Svizzera e dai comuni gemellati di Francia, Germania e Bulgaria.

Tra le novità di quest’anno c’è il ritorno della corsa del Palio, preceduta dal corteo storico, su un percorso diverso rispetto al passato: si correrà all’interno del parco del Castello e nelle vie Arno’ e Riberi con partenza e arrivo in piazza Parrocchia.  Altra grande novità è la partita a scacchi vivente realizzata dai borghi storici di Alpignano: si svolgerà venerdì sera e domenica pomeriggio su una grande scacchiera di 100 metri quadrati con figuranti in costume e la regia della società scacchistica torinese; durante il Palio si potrà giocare a scacchi in un’area dedicata assistiti da esperti maestri. Domenica pomeriggio ci sarà la terza edizione del concorso dell’Hippocrasso, un'antica bevanda medievale antenata del vermouth: al concorso tutti possono partecipare portando un assaggio del nettare creato artigianalmente in casa.
Caposaldo della manifestazione continua ad essere la rievocazione delle gesta dei Provana che nel 1678 governavano la cittadina. Accanto al 1678, si è affiancata la rievocazione della Signoria dei Montbel che nel Medioevo e per i 250 anni successivi hanno regnato su queste terre; viene così ricreato nel Parco del Castello un grande spaccato di vita del 1356 con tornei di combattimento in armatura, sfide con l’arco e la scherma, lanci con le catapulte e le frecce infuocate.
Nel Castello anche la sfida tra le bande armate dei mercenari francesi e le truppe del Conte Provana che si scontrano per la conquista del territorio. In entrambi i casi verranno montati accampamenti che riproducono fedelmente scene di vita quotidiana del tempo con gruppi storici e oltre 300 figuranti in costume.
Ma non solo! Ci saranno spettacoli di giocoleria, equilibrismo e fuoco con i Flos et Leo e con il Trottolaio (al secolo Rocco Cosca), la tenda delle streghe con magiche pozioni, la possibilità di sperimentare giochi medievali come il Kubb, le note di “MusiKantika in Itinere”, dei Sounadors, del trio “Parlapà” e della “Valkanorr Band”. Per i bambini il programma è ricchissimo di proposte con la Terrazza dei Bambini, le merende offerte dalla Coop sabato e domenica, la piscina di fieno, il teatro dei burattini, il torneo del Minipalio sabato pomeriggio, il truccabimbi: un’occasione unica per divertirsi in modo alternativo con la presenza anche dei “Giochi dell’Arca” di Cumiana e delle “Dame dell’Ago”.
La gastronomia sarà presente in forze con la grande Locanda del Cambio gestita da Pro Loco e Borghi di Alpignano nel portico del Castello: mescita di vino e birra, la porchetta di Ariccia, i panzerotti ripieni di zucchine e limone, la grigliatona di carne, lo stinco di maiale al forno, i panini con le. Acciughe al verde o con la toma locale.
Le due giornate vivranno importanti momenti culturali grazie alla mostra sugli abiti storici, a quella su pace e guerra spiegata ai bambini, ai pannelli sulla sostenibilità ambientale. Ci sarà la “Pagoda letteraria”, promossa dalla casa editrice Echos di Giaveno con la presenza di molti scrittori che presenteranno le loro opere; interverrà anche l’associazione Audido di Alpignano con il progetto “Svoltiamo pagina” incentrato proprio sui libri. Una stanza del Castello ospiterà un laboratorio interattivo di cosmetica rinascimentale. Visite guidate ai principali monumenti cittadini sono previste sabato e domenica con partenza dal portone del Castello.
I momenti coreografici saranno assicurati da spettacoli di fuoco serali, dal grande corteo di tutti i figuranti di domenica pomeriggio, dalle esibizioni degli sbandieratori di Avigliana che si sfideranno in piazza parrocchia e nel prato del Castello.
Le giornate del palio saranno introdotte venerdì sera 22 luglio con una grande ouverture della piscina di fieno, con i tamburi della Valkanorr Band, la cena alla Locanda del Cambio a cui seguirà la partita a scacchi vivente e la consegna del Cossòt d’Oro.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium