/ Politica

Politica | 30 giugno 2022, 17:22

Collegno, Parisi e Cerutti (Lega): “Casciano e il Pd votando contro l’autonomia sono i primi nemici del territorio"

"Una visione miope che ignora i bisogni di un Comune come Collegno, al quale l’autonomia differenziata porterebbe solo benefici"

municipio di collegno

Collegno, Parisi e Cerutti (Lega): “Casciano e il Pd votando contro l’autonomia sono i primi nemici del territorio"

Il Pd e la maggioranza che a Collegno sostiene il sindaco Francesco Casciano bocciano la mozione a favore dell’autonomia presentata dal consigliere comunale e segretario cittadino della Lega Salvini Piemonte Giovanni Parisi. Atto per altro già approvato dal Consiglio regionale, con l’impegno per il presidente Alberto Cirio di attivarsi per velocizzare l’iter di approvazione del Ddl che a breve approderà in Consiglio dei Ministri.

“Nonostante l’ostruzionismo della maggioranza - spiega nel dettaglio il consigliere Parisi - eravamo riusciti a discutere la mozione che chiede alla Regione Piemonte di continuare il percorso per l’approvazione dell’autonomia. Il documento è stato però incredibilmente respinto dal sindaco e dai consiglieri del Partito Democratico. Mi spiace che Casciano non abbia colto questa opportunità per il nostro Comune, ma evidentemente vive fuori dal mondo e, nonostante il suo ruolo, non conosce la realtà e le necessità degli enti locali. Una visione miope che ignora i bisogni di un Comune come Collegno, al quale l’autonomia differenziata porterebbe solo benefici: snellire la burocrazia, avere più risorse ma soprattutto gestirle meglio, perché più vicini al territorio e alle reali esigenze dei cittadini”.

“Il voto di Collegno - aggiunge Andrea Cerutti, vicecapogruppo della Lega Salvini Piemonte in Consiglio regionale - dimostra quanto il Pd resti il partito più centralista e nemico delle autonomie dell’intero arco costituzionale. Votare contro la mozione di Parisi significa votare contro il territorio e gli stessi cittadini che la giunta Casciano amministra. E’ incredibile che un sindaco e la sua maggioranza ancora non comprendano l’importanza dell’autonomia differenziata per il futuro dei nostri enti locali. Quella che la Lega sta portando avanti in Parlamento e in Regione, dove è stata costituita una commissione permanente dedicata proprio all’autonomia, è una battaglia di libertà, che permetterebbe di razionalizzare le spese e quindi di generare virtuose economie da reinvestire per migliorare i servizi e il benessere dei cittadini. Risorse in più che evidentemente a Casciano e ai suoi non interessano. Per loro l’importante è solo votare contro di noi”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium