/ Politica

Politica | 12 giugno 2022, 06:10

Oggi si vota per i cinque referendum sulla giustizia, Grugliasco e Chivasso scelgono il sindaco

Urne aperte dalle 7 alle 23. Si vota anche in altri 26 piccoli comuni della provincia sotto i 15 mila abitanti: mascherina raccomandata ma non obbligatoria per recarsi ai seggi

schede referendum

Oggi si vota per i cinque referendum sulla giustizia, Grugliasco e Chivasso scelgono il sindaco

Oggi, domenica 12 giugno, dalle ore 7 alle 23 l'Italia va al voto per i cinque referendum sulla giustizia che avevano ricevuto l'ok dalla Consulta.

I cinque quesiti 

Tra i quesiti ammessi non ce ne sarà nessuno di quelli d’iniziativa popolare: si andrà al voto, invece, sulla legge Severino, sulla separazione delle carriere, sulla custodia cautelare, sulle firme per la presentazione delle candidature alle elezioni dei togati del Csm e sui consigli giudiziari.

Perché il referendum sia valido, è necessario che venga raggiunto il quorum del 50% più uno dei votanti, altrimenti la consultazione risulterà automaticamente annullata. E proprio l'affluenza alle urne rappresenta una delle grandi incognite.

Mascherina raccomandata ma non obbligatoria

Per la prima volta, in tempo di Covid, per recarsi ai seggi la mascherina - ora che è terminato lo stato d'emergenza - non sarà più obbligatoria, anche se il suo utilizzo è 'fortemente raccomandato', secondo le ultime disposizioni definite in accordo tra il Ministero dell'Interno e quello della Salute.

Chivasso e Grugliasco scelgono il sindaco

Ma oggi sarà tempo anche di voto amministrativo. Due soli i Comuni della provincia di Torino, tra quelli oltre i 15 mila abitanti, che andranno alle urne per eleggere il sindaco: Chivasso e Grugliasco.

A Chivasso il confronto sarà fra il sindaco uscente Claudio Castello (sostenuto da centrosinistra e M5S) e le due sfidanti donne Claudia Buo (espressione di due liste civiche) e Clara Marta (centrodestra). A Grugliasco, invece, sfida a quattro per succedere a Roberto Montà: in campo Emanuele Gaito (centrosinistra), Mariano Turigliatto (già sindaco, sostenuto da due liste civiche di area di sinistra), Daniele Berardi (centrodestra) e Vito Coviello (M5S). 

Qui diventerà sindaco chi otterrà il 50% più uno delle preferenze, altrimenti sarà ballottaggio domenica 26 tra i due candidati più votati.

Altri 26 comuni della provincia al voto

Sono invece 26 i piccoli centri dove tutto si risolverà già oggi: Angrogna, Avigliana, Azeglio, Bairo, Balangero, Casalborgone, Caselle, Cavagnolo, Claviere, Favria, Fenestrelle, Germagnano, La Loggia, Lombriasco, Mappano, Marentino, Mombello, Orio, Pavarolo, Rosta, San Benigno, San Maurizio, Santena, Val della Torre, Valgioie, Vigone.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium