/ Politica

Politica | 27 dicembre 2021, 13:47

Covid, il generale Figliuolo all'hub vaccinale di via Gorizia: "Richiamo a 4 mesi scelta equilibrata"

Il Commissario per l'emergenza Covid: "Sulla gestione delle quarantene, gli scienziati, insieme all’Istituto superiore di Sanità, stanno studiando per capire cosa mettere in campo"

Covid, il generale Figliuolo all'hub vaccinale di via Gorizia: "Richiamo a 4 mesi scelta equilibrata"

La scelta, a partire dal 10 di gennaio, di anticipare la terza dose a quattro mesi dalla somministrazione della seconda la ritengo equilibrata, però non mi sento di escludere alcunché perché abbiamo visto come si muove questo virus con le sue varianti e che ciò che uno dice oggi domani può cambiare”. Lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, che stamattina, dopo Cuneo, ha raggiunto Torino per visitare l’hub vaccinale per bambini della Fondazione Compagnia di San Paolo. “Dal 10 gennaio aggiungeremo a livello nazionale una platea di oltre 5 milioni di persone che 'scadono' entro gennaio - ha spiegato Figliuolo - incrementeremo ulteriormente la media delle somministrazioni della settimana prima delle festività, che è stata di oltre 520 mila dosi. Poi, se nel futuro si dovesse avere un’ulteriore rincorsa, ce la metteremo tutta. Cerchiamo di fare bene il nostro lavoro e se dovremo correre ancora di più lo faremo, ma ora ci vuole cautela”.

Sulla gestione delle quarantene, il generale ha spiegato: “Stamattina abbiamo fatto delle riflessioni insieme al ministro Speranza. Gli scienziati, insieme all’Istituto superiore di Sanità, stanno studiando per capire cosa mettere in campo, tenendo conto che adesso le quarantene sono diverse a seconda che si sia vaccinati o meno. Intanto, continuiamo a monitorare con molta attenzione quello che accade nei Paesi di riferimento, poi c’é una cabina di regia che vedrà cosa fare”.

Figliuolo ha quindi ribadito che “la variante Omicrom corre ed è molta contagiosa, da due a cinque volte in più rispetto alla variante Delta” aggiungendo che “chi ha fatto la terza dose é molto protetto contro le ospedalizzazioni. Gli italiani hanno capito l’importanza delle vaccinazioni e che il vaccino funziona. Ci sono i contagi ma il numero di terapie intensive e vittime rispetto a un anno fa é inferiore”.

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium