/ Attualità

Attualità | 24 novembre 2021, 16:54

Allarme rifiuti a Collegno, centrodestra all'attacco: "Situazione indecorosa"

Lega Salvini, Fratelli d’Italia e Gruppo Misto chiedono un rapido intervento da parte dell’Amministrazione

rifiuti in via al molino a collegno

Rifiuti in via al molino a Collegno, centrodestra all'attacco del sindaco

E' allarme rifiuti a Collegno. Una "situazione indecorosa" in Via al Molino, alla quale Lega Salvini, Fratelli d’Italia e Gruppo Misto chiedono un rapido intervento da parte dell’amministrazione comunale.  

Come afferma Giovanni Parisi, Commissario cittadino e Consigliere Comunale Lega Salvini Collegno: “Lo scorso mese ho discusso in Consiglio Comunale una mia interpellanza dove richiedo più controlli sul territorio per contrastare l’abbandono dei rifiuti. Solo l’aiuto e il servizio dei volontari con un’unica fototrappola in tutto il territorio comunale non sono sufficienti per contrastare questo fenomeno. Se vi sono abbandoni illeciti bisogna prontamente intervenire e non continuare a sonnecchiare. Ad ogni modo, in Via al Molino i bidoni sono stracolmi e la spazzatura è ovunque. Non occorre uno scienziato per portare via la monnezza.  Collegno non è stata mai messa così male”. 

Sulla stessa lunghezza d’onda Alberto Romeo, referente Fratelli d’Italia Collegno: “Denunciamo l’ennesimo abbandono di rifiuti in Via al Molino, situazione già segnalata più volte ma mai risolta. I residenti sono stanchi di vivere tra i rifiuti e l’incontrollata delinquenza. L’amministrazione comunale ha abbandonato questa via di Collegno. Chiediamo una pulizia costante e un controllo maggiore del territorio”.

Anche Stefano Ponte, Consigliere Comunale Gruppo Misto Collegno, conclude: “Bisogna intervenire in fretta e porre fine a questa situazione indecorosa. Collegno doveva cambiare e ciò non sta avvenendo”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium