/ Sport

Sport | 30 ottobre 2021, 08:09

Biella, grandi emozioni durante l'inaugurazione di Play The Games

L'accensione della fiamma allo stadio “Lamarmora-Pozzo” di Biella, proiettata sui maxischermi di un Biella Forum gremito di autorità, tifosi e gente comune, ha ufficialmente aperto i giochi organizzati da Special Olympics Team Piemonte

Biella, grandi emozioni durante l'inaugurazione di Play The Games

L'accensione della fiamma sul tripode posizionato allo stadio “Lamarmora-Pozzo” e la cerimonia di inaugurazione andata in scena al Biella Forum nella serata di venerdì hanno dato ufficialmente il via ai giochi Play the Games, organizzati da Special Olympics Team Piemonte in collaborazione con la Città di Biella, il Comune di Gaglianico, l'associazione sportiva A.S.A.D. Biella e la cooperativa sociale SportivaMente e in partnership con Coca Cola, Rewoolution, LVMH Sviluppo Sostenibile, Banca Sella, Biella Jazz Club, Santo Stefano Wellness & Sport e Dance 4. 

In un palasport gremito di autorità, famiglie, tifosi, simpatizzanti e gente comune, si sono vissuti momenti di grande emozione: prima di tutto con la sfilata dei 467 atleti con e senza disabilità intellettiva appartenenti alle 28 società iscritte, con una menzione particolare alla passerella dei padroni di casa dell'A.S.A.D. Biella durante la celebrazione dei suoi 25 anni di attività all'insegna dello sport e dell'inclusione. Altrettanto coinvolgenti sono stati i momenti di spettacolo offerti dal Max Tempia Power Six con la potente voce di Silvia Fusè e dai ballerini della scuola di danza Dance 4 di Emily Angelillo; il tutto è stato coordinato con maestria dalla regia di Gigi Piana e dalla conduzione di Noemi Gariano e Christian Zerbola.

Il pubblico, infine, è andato letteralmente in visibilio durante la proiezione – sui maxischermi del Biella Forum – dell'accensione del tripode da parte dell'atleta dell'A.S.A.D. Simone Perona e con l'apertura ufficiale dei giochi data dal Vice-Sindaco e Assessore allo Sport della Città di Biella Giacomo Moscarola.

 

Smaltita l'esaltazione per la cerimonia inaugurale, sabato sarà già tempo di gare: si partirà con i turni preliminari delle 10 discipline in programma, che ricordiamo essere atletica, bocce, bowling, calcio, flag rugby, ginnastica ritmica, karate, nuoto, pallavolo e tennis, suddivise nei 10 impianti sportivi del territorio coinvolti (Bocciodromo Comunale, Bowling Center Two, Palestra Pietro Micca, Biella Rugby, Biella Tennis Academy, Stadio Lamarmora-Pozzo, Palestra Ippon 2, Palestra Rivetti, Piscina Comunale Rivetti e il Campo da Calcio sintetico Comunale di Corso 53° Fanteria). Le finali sono invece in programma domenica.

«Biella è stata pioniera nel settore con il meeting “Per non essere diversi” organizzato nel 1985 - commenta Gilberto Pichetto Fratin (Vice-Ministro allo Sviluppo Economico) - tutto questo mi trasmette grande orgoglio, da allora sono nate moltissime società sportive e sono molto felice che oggi non sia più un'iniziativa sporadica ma qualcosa di davvero affermato che dà a moltissime persone la possibilità di affermarsi attraverso lo sport».

«Eventi come i Play the Games non fanno del bene solo a Biella ma a tutta l'Italia e anche la scuola, da questa prospettiva, può fare molto per migliorare le vite delle persone - aggiunge Lucia Azzolina (Deputata) - Quando si tratta di promuovere il valore dell'inclusione attraverso allo sport sono sempre disponibile a dare una mano».

«I ragazzi con disabilità intellettiva - spiega Chiara Caucino (Assessore al Sociale – Regione Piemonte) - hanno la necessità di trovare strumenti importanti per sviluppare le loro grandi potenzialità e giornate come questa insegnano come lo sport possa essere un valido strumento di inclusione e valorizzazione. Il confrontarsi con gli altri e con i propri limiti stimola l'evoluzione personale e collettiva».

 

«Il binomio Biella-Special Olympics deve diventare indissolubile e spero che in futuro le occasioni per saldarlo ulteriormente aumentino sempre di più - commenta Claudio Corradino (Sindaco di Biella) - a proposito ringrazio Charlie Cremonte e Susanna Rovere per tutto quello che fanno. A questo si aggiunge una ricaduta economica importante e da non sottovalutare per la promozione del nostro territorio: il bene che riceviamo è molto più grande di quello che diamo».

 

«I Play the Games  - dice Manuela Lavazza (Vice-Presidente Special Olympics Italia – Presidente Fondazione Time2) - rappresentano una ripartenza e una rimessa in gioco nell'affrontare la complessità e le difficoltà. Ringrazio tutta l'organizzazione per la competenza e la passione dimostrata anche nello sviluppo di progetti volti all'inclusione sociale. Attraverso TimeTo, inoltre, abbiamo costruito con A.S.A.D. iniziative per promuovere lo sviluppo dell'autonomia e i percorsi verso la vita adulta».

 

«La collaborazione con i Play the Games dimostra la nostra volontà di essere presenti nella società facendo del bene - Sebastiano Sella (Vice-Presidente Banca Sella) -. La riconoscenza da parte di chi, grazie al nostro aiuto, ha la possibilità di fare qualcosa per dare forza all'associazione e dare risalto alla resistenza di questo mondo rappresenta per noi un grande valore aggiunto».

 

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium