/ Eventi

Eventi | 09 settembre 2021, 11:08

"Educare alla bellezza", il primo appuntamento con Open Lav si rivolge al mondo della scuola

Appuntamento il 10 e 11 settembre alla Lavanderia a Vapore di Collegno

"Educare alla bellezza", il primo appuntamento con Open Lav si rivolge al mondo della scuola

Il 10-11 settembre 2021 dalle ore 10 alle ore 16 la Lavanderia a Vapore di Collegno apre le sue porte alla comunità scolastica con “Educare alla Bellezza”, per affrontare insieme all'Asl To3 all’Ufficio Scolastico territoriale una due giorni di riflessione interdisciplinare e di pratica artistica sui nuovi approcci alla didattica. Un filone che il progetto Lavanderia a Vapore ha coltivato in maniera significativa negli ultimi anni, trasformando la rassegna di teatro danza “Media Dance” in un dispositivo articolato di innovazione didattica.

 

Sempre di più risulta fondamentale saper educare le giovani generazioni alla bellezza, intesa come antidoto all’indifferenza, alla demotivazione, allo scoraggiamento; “educare alla bellezza” per sentirsi partecipi delle sorti del mondo può essere il principio di un cambiamento, un modo per trovare nuove soluzioni alle sfide del presente, nella convinzione che ciò possa produrre movimento, lasciando emergere nuove immagini di orientamento.

Educare alla Bellezza è la progettualità con cui la Lavanderia a Vapore, centro di residenza per la danza a Collegno, si dedica a tale riflessione, offrendo agli insegnanti delle scuole superiori di II grado un’opportunità concreta di approfondimento, attraverso l’esperienza artistica e creando occasioni di dialogo con operatori, esperti e ricercatori di ambito pedagogico, antropologico, sociologico e filosofico. Negli anni è diventato lo strumento di innovazione didattica che accompagna, monitora e favorisce la maturazione del progetto Media Dance.

 

Nella due giorni, accompagnati dal Comitato Scientifico* del progetto Media Dance e con gli artisti del TRA - Tavolo della Ricerca Artistica, si cercheranno delle risposte o quantomeno degli spunti di riflessione a partire da due domande fondamentali: “Quale valore hanno il linguaggio del performativo e il luogo teatro per la comunità scolastica?” e nella seconda giornata “Quale cambiamento per quale futuro?”.

Il programma completo è disponibile a questo link.

 

Le due giornate seguiranno un format che sarà poi identificativo delle giornate Open Lav, pensate nei mesi autunnali, per presentare specifiche traiettorie di sviluppo, identificative del progetto Lavanderia a Vapore (la successiva è il 25 settembre, dedicata a “Swans never die” nell’ambito di “Danzare la memoria, ripensare la storia”). Momenti di talk e di approfondimento si intervallano a momenti di pratica, aprendo anche all’esterno la possibilità di intervenire grazie all’ascolto pubblico. Il programma della mattina di venerdì 10 e sabato 11 settembre sarà trasmesso da Radio Banda Larga, media partner, a questo link.

 

Partecipano a questa edizione di Educare alla Bellezza anche realtà italiane che hanno deciso di condividere competenze ed esperienze sul tema della didattica in relazione alle arti performative. In presenza o in collegamento, hanno dato la loro adesione al progetto: Gestioni Cinematografiche e Teatrali (ZUT!) di Foligno (PG); La Mama Umbria International di Spoleto (PG); Micro Teatro Terra Marique di Perugia; Centro Teatrale Umbro di Gubbio (PG), Armunia – CapoTrave/Kilowatt di Sansepolcro (Ar); Fondazione Teatro Civico di Schio, Arteven Circuito Teatrale Regionale / Regione Veneto; Fondazione del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino. Un’occasione per un confronto allargato che andrà a coinvolgere anche istituti scolastici di altre regioni italiane.

 

*Il Comitato scientifico di Media Dance è composto da Francesca Antonacci e Giulia Schiavone, rispettivamente Professore Ordinario e Ricercatrice sui nuovi approcci alla didattica e sulle relazioni tra arte performativa e innovazione didattica; Università di Milano Bicocca, Rita Fabris, ricercatrice Dipartimento Studi Umanistici, discipline dello spettacolo dal Vivo - Università degli studi di Torino; Doriana Crema, Artista Associata Lavanderia; Claudio Tortone, medico esperto in sanità pubblica, Centro Documentazione regionale per la Promozione della Salute DoRS- ASL TO3; Alda Cosola, psicologa, Responsabile Promozione della Salute  ASL TO3; Angelo Chiarle e Renzo Suppo, Ufficio Scolastico Regionale.

 

Media Dance è un progetto interdisciplinare di innovazione didattica, ideato dalla Lavanderia a Vapore, che propone alle classi e agli insegnanti delle scuole secondarie spazi, strumenti e percorsi artistico-performativi di riflessione partecipata sui temi del contemporaneo. Nato come rassegna di teatro-danza, con il tempo è diventato un laboratorio aperto dedicato allo studio, alla ricerca e alla sperimentazione. Tutte le sue proposte, che negli anni hanno assunto forme e contenuti diversi, nascono nell’ambito di Educare alla Bellezza, laboratorio formativo annuale dedicato alla co-progettazione (insieme agli insegnanti) del modo in cui il linguaggio del performativo possa rappresentare un valore e condividere un senso per il mondo della scuola. Dal 2020 il progetto è inserito nel capitolo “Arte e Salute” del catalogo di attività consigliate dall’ASL To3 per la promozione e l’educazione alla salute. Molte le iniziative che rientrano nell’alveo di Media Dance, dedicate all’intera comunità scolastica: da percorsi di formazione per docenti (come appunto Educare alla Bellezza) a dialoghi e incontri filosofici attorno alla creatività e ai temi del contemporaneo; e ancora, il laboratorio per la coesione del gruppo classe Io Tu Noi e una visita guidata della Lavanderia a Vapore, con annesso laboratorio di co-immaginazione dei luoghi di cultura del domani (Il Teatro che vorrei).

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium