/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 settembre 2021, 07:00

Cosa valutare nella scelta delle carte prepagate, la comodità di una carta prepagata

Le carte prepagate vengono ormai largamente utilizzate non solamente da giovani e da persone che non hanno necessità di avere un conto bancario, ma anche da professionisti che devono eseguire diverse operazioni.

Cosa valutare nella scelta delle carte prepagate, la comodità di una carta prepagata

Le carte prepagate vengono ormai largamente utilizzate non solamente da giovani e da persone che non hanno necessità di avere un conto bancario, ma anche da professionisti che devono eseguire diverse operazioni.

Possiamo dire che le carte prepagate di ultima generazione hanno assottigliato di molto la differenza di opzioni esistenti con un vero e proprio conto bancario. Le carte di ultima generazione, infatti, sono anche dotate di codice IBAN. In questo modo si possono ricevere pagamenti anche mediante bonifico bancario. Potremo così utilizzarla per l’accredito dello stipendio, ma anche della pensione o del sostegno NASPI. Quali sono i vantaggi legati all’utilizzo di una carta prepagata? E quali sono le valutazioni da fare nella sua scelta? Scopriamolo assieme.

I vantaggi di una prepagata

Tra i vantaggi di avere a disposizione questo strumento possiamo menzionare innanzitutto il risparmio. Grazie al fatto che richiede molti meno costi di gestione, di conseguenza anche il costo mensile della carta sarà inferiore rispetto a quello di un conto bancario o di una carta di credito.

Le carte possono essere possedute anche da chi non possiede le credenziali necessarie per aprire un conto bancario. A differenza delle carte di credito, le prepagate sono delle ricaricabili, e permettono di utilizzare solamente il denaro che noi vi abbiamo depositato.

Sono molto utilizzate per effettuare gli acquisti online. In caso di furto di dati, infatti, anche nel caso malcapitato in cui non dovessimo riuscire a bloccare la carta, il danno sarebbe comunque limitato al deposito sulla carta.

Visto che non tutte le carte sono uguali, è bene sceglierne una che si adatti alle nostre specifiche esigenze. Su cartetop.it possiamo addirittura trovare delle recensioni semplici e dettagliate delle migliori carte in circolazione, in modo da effettuare una scelta più consapevole.

Cosa valutare

Una delle prime caratteristiche da valutare riguarda il tetto massimo di denaro che è possibile depositare. Alcune carte possono arrivare massimo a 10.000 euro, mentre altre fino a 20.000, e via dicendo. Effettuiamo la scelta tenendo conto del nostro personale flusso di denaro.

La presenza del codice IBAN, così come accennato, è un gran bel vantaggio perché ci permette di ricevere denaro anche da chi preferisce pagare attraverso bonifico o semplicemente non ha la possibilità di fare diversamente.

È anche essenziale controllare il limite di spesa. Una carta con un tetto massimo di spesa troppo basso rispetto al nostro flusso di denaro potrebbe crearci delle difficoltà.

Informiamoci anche dei costi per le operazioni presso gli sportelli delle banche principali, ma anche le commissioni per i pagamenti mediante il POS, soprattutto se siamo soliti viaggiare ad abbiamo la necessità di utilizzarla lontani da casa.

Un’altra variabile da valutare riguarda la facilità di gestione della carta attraverso un’app dedicata semplice ed intuitiva.

Terminiamo con i sistemi di sicurezza supportati, che possono includere la conferma di pagamento su un numero di telefono da noi indicato.

Come abbiamo visto, le carte prepagate presentano notevoli vantaggi. Prendiamoci solamente qualche minuto in più per capire quali sono i punti di forza e gli svantaggi di ogni carta per scegliere quella che farà maggiormente al caso nostro.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium