/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 agosto 2021, 16:02

Stellantis, i sindacati scrivono al Governo: "Serve una missione chiara per gli impianti". Mirafiori e Maserati in prima fila

Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Associazione quadri si appellano a Giorgetti e Orlando: "Riconvocare il tavolo nazionale insediato a giugno"

catena di montaggio a Mirafiori

I sindacati chiedono al Governo di riprendere in mano il confronto sul futuro di Stellantis

Sono passati poco più di due mesi, ma è già tempo di rifare il punto, perché gli elementi sotto i riflettori sono aumentati (e cambiati) e dunque c'è da discutere. Ecco perché i sindacati metalmeccanici scrivono al Governo per ritornare a parlare di Stellantis.

"Serve una missione chiara per tutti gli impianti", dicono Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Associazione quadri. Un discorso che tocca da molto vicino soprattutto Mirafiori e lo stabilimento Maserati di Grugliasco, su cui le nuvole ormai si addensano con una certa frequenza, dopo la fusione tra Fca e Peugeot. Proprio in questi giorni le rsu della ex Bertone si sono mobilitate con bandiere e volantinaggi ai cancelli per chiedere chiarezza (le voci che si rincorrono su una fine della produzione della Ghigli entro il 2023 sono solo le ultime di una serie non rassicurante), ma anche a Mirafiori non tira una bella aria, tra la cassa integrazione e l'occasione persa della gigafactory, destinata a Termoli. 

E poi c'è la crisi sull'approvvigionamento di semiconduttori e materie prime. "Si stanno generando forti criticità negli stabilimenti - dicono i sindacati - e bisogna proseguire nel confronto sul futuro del piano industriale. Serve una missione produttiva che garantisca l'occupazione e le prospettive per ogni stabilimento".

Da qui, il messaggio mandato ai ministri del Lavoro (Andrea Orlando) e del Mise (Giancarlo Giorgetti) perché dall'ultimo incontro - avvenuto il 15 giugno - è passato ormai troppo tempo. "Bisogna trovare le soluzioni per garantire il futuro dei lavoratori italiani e degli stabilimenti. Si deve riprendere il confronto, in un settore industriale che nei prossimi anni dovrà affrontare un'importante sfida come la transizione ecologica".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium