/ Eventi

Eventi | 13 luglio 2021, 10:49

A Venaria Felix Mildenberger dirige la Filarmonica TRT in "Enigma"

Il programma della serata è fortemente eterogeneo e connesso al tema green

A Venaria Felix Mildenberger dirige la Filarmonica TRT in "Enigma"

Secondo appuntamento della Filarmonica TRT all’interno della rassegna “Metamorfosi” presso il Cortile delle Carrozze della Reggia di Venaria.

Con il concerto del 15 luglio - “Enigma” -  la Filarmonica TRT torna ad ospitare il maestro Felix Mildenberger.

Classe 1990, il giovane direttore d’orchestra (già apprezzato in diverse occasioni dai musicisti della Filarmonica TRT e dal pubblico torinese) si è imposto sul palcoscenico internazionale grazie ad importanti premi e riconoscimenti: destinatario del PRIX YOUNG ARTIST OF THE YEAR 2020 per la Gabler-Stiftung e Festival der Nationen, vincitore del Donatella Flick LSO conducting competition 2018, Felix Mildenberger è attualmente Assistent Conductor alla London Symphony Orchestra e Principal Conductor e Artistic Director della Sinfonieorchester Crescendo Freiburg (da lui co-fondata nel 2014). Il maestro ha già collaborato con alcune delle più prestigiose orchestra del mondo tra le quali si possono citare Orchestre National de France, London Symphony Orchestra e Frankfurt Radio Symphony Orchestra.

Il programma della serata è fortemente eterogeneo e connesso al tema green: dall’ouverture “La Moldava” del compositore ceco Bedrich Smetana, ispirata alla maestosità dell’omonimo fiume, si passa alla poco conosciuta quanto preziosa suite dal balletto “Les Biches” di Francis Poulenc.

Scritto nel 1923 su commissione di Sergej Djagilev (l’impresario teatrale di maggior importanza dell’epoca), il balletto da cui la suite è tratta si ispira a “Le Parc aux Biches” del pittore settecentesco francese Antoine Watteau. Le atmosfere jazz molto in voga all’epoca si fondono al neoclassicismo ben assimilato dal compositore francese e alle scene pastoral-idilliache del dipinto.

In chiusura di serata il più iconico capolavoro del romanticismo musicale inglese: “Enigma Variations” di Edward Elgar. Nate come un gioco tra Elgar e la moglie, le variazioni che danno titolo alla serata portano con sé il fascino di un mistero profondo e irrisolto con cui lo stesso compositore inglese avvolgeva la sua opera. Scriveva Elgar: "L'enigma resterà un enigma" rivelando la presenza di un altro tema guida "più ampio e che percorre tutto il lavoro, senza essere mai suonato per intero: come in alcune pièces teatrali, il personaggio principale non è mai in scena".

L’enigma che ognuno di noi può scoprire in questa musica risiede nel mettersi in dialogo con essa, non una risposta ma principalmente la domanda giusta da porsi come chiave di lettura personale dell’opera.

 

Il concerto del 15 luglio vedrà salire sul palco alcuni dei giovani talenti che partecipano al progetto “Esperienza Orchestra”, di cui Intesa Sanpaolo è sponsor, i quali avranno la rara quanto preziosa opportunità di suonare insieme all’orchestra.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium