/ Politica

Politica | 11 maggio 2021, 17:43

Regione, più risorse per valorizzare le strade storiche di montagna e di interesse turistico

Approvata in Consiglio la proposta di legge con primo firmatario Bongioanni

Regione, più risorse per valorizzare le strade storiche di montagna e di interesse turistico

Promuovere la valorizzazione delle strade storiche di montagna di interesse turistico con l’obiettivo di mantenere le stesse in condizioni ottimali, favorendo così lo sviluppo del turismo outdoor. Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato oggi la proposta di legge di Paolo Bongioanni (FdI) per la valorizzazione delle strade di montagna e di interesse turistico. L’emendamento di Sarah Disabato (M5s) ha anche aggiunto “ambientale e paesaggistico”.

La legge intende avviare interventi e progetti dedicati alle strade storiche di montagna che vanno dalla promozione del loro valore culturale, ambientale e turistico, alla loro mappatura, la loro gestione ordinaria, la realizzazione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, la riqualificazione delle strutture ricettive o degli edifici e dei manufatti di pregio storico che insistono su tali itinerari, la promozione dei servizi turistico-sportivi correlati alla loro fruizione.

Un provvedimento - ha spiegato il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni - che assegna risorse certe, un fondo di 1,1 milioni di euro che in futuro potrà essere implementato, per la manutenzione e la promozione turistica di un patrimonio spesso dimenticato del nostro Piemonte. Una nuova, straordinaria opportunità per il nostro turismo che saprà attirare sui nostri territori sempre più escursionisti e appassionati di storia e di cultura, che potranno godere di un patrimonio unico nel suo genere che finalmente potrà contare sulle risorse che merita”.

Finalmente una legge regionale specifica che censisce, promuove e valorizza le strade storiche di montagna - aggiunge Valter Marin, consigliere regionale della Lega e firmatario della pdl approvata oggi in aula -. Con questa legge, il Piemonte, avvalendosi di un patrimonio unico che lo vede primeggiare a livello internazionale, potrà proporre in modo coordinato un prodotto turistico esclusivo. Pensiamo, solo per fare un esempio, alla strada militare dell’Assietta, che a cavallo della Val di Susa e della Val Chisone raggiunge i 2.600 metri di quota. Sfruttando al meglio le sue enormi potenzialità - conclude Marin -, saremo in grado di attrarre un turismo straniero ancora più qualificato”.

Quando si parla di ampliamento delle strade lo si intende limitato alla messa in sicurezza di  quelle esistenti, non va inteso con riferimento a strade nuove” ha ribadito più volte Bongioanni.

 

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium