/ Attualità

Attualità | 06 maggio 2021, 15:38

Il Circolo dei lettori riapre le sue sedi di Torino e Rivoli

Il Circolo dei lettori di via Bogino riapre da lunedì 17 maggio, quello della Musica a Rivoli da venerdì 14

circolo della musica di rivoli

Il Circolo dei lettori riapre le sue sedi di Torino e Rivoli

La Fondazione Circolo dei lettori riapre le sedi di Torino e Rivoli. In questi mesi di chiusura, non si è mai smesso di fare cultura e di riflettere online, assieme a lettrici e lettori, autrici e autori, filosofi e pensatori, su questo presente che ci ha portato a ripensare spazi e confini.

Lettrici e lettori potranno tornare a vivere il Circolo dei lettori di via Bogino 9 a Torino e il Circolo della musica di via Rosta 23 a Rivoli, partecipando a tanti incontri a tema letterario, concerti, lezioni, dialoghi e approfondimenti culturali.

IL CIRCOLO DEI LETTORI DI TORINO 

La sede storica della Fondazione Circolo dei lettori, in via Bogino 9 a Torinoriapre lunedì 17 maggio, in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti. Gli incontri si svolgeranno in Sala Grande, i posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria (chiamando +39 011 8904401 o scrivendo, specificando nominativi dei partecipanti e un recapito telefonico, a info@circololettori.it), si raccomanda la puntualità. Le sale del Circolo dei lettori, dalle 9.30 alle 15.30, saranno a disposizione del pubblico e di chi vorrà dedicarsi allo studio, alla lettura e a momenti di riflessione. Si segnala che sono in corso i lavori di rinnovamento dell'area bar.

 

Lunedì 17 maggio saranno Elena Loewenthal e Loredana Lipperini a condurci nella prima riflessone sul presente, con l’obiettivo, partendo dalla parola "Dicotomia", della formulazione di un glossario in grado di definire le emozioni che caratterizzano l'oggi, fatto di incertezze e speranze, di paure e sollievo. Il ciclo "Glossario sentimentale del tempo presente" prosegue il 24 maggio con Francesca Mannocchi che esplora i labili confini del dubbio e chiude il 7 giugno con Nicola Lagioia che trarrà le fila di questa profonda, perturbante ma lucida analisi. 

IL CIRCOLO DELLA MUSICA DI RIVOLI

Vittima silente di questa nuova ondata, la musica ha patito e ha dovuto rallentare, l'esperienza dal vivo del concerto è difficilmente replicabile online. Perciò l'emozione del poter annunciare una nuova imminente programmazione musicale è immensa. Il Circolo della musica riapre i battenti venerdì 14 maggio con cinque appuntamenti dedicati alle tante sfaccettature del suono. Nel rispetto delle normative vigenti, l'apertura porte è fissata per le 19 e la fine concerti alle 21.30, un punto ristoro con drink e la possibilità di approfittare di un aperitivo / cena sarà collocato nell'area esterna della sala concerti. 

Si riparte venerdì 14 con i Perturbazione che, con il cantautore Alessandro Casalis, presentano dal vivo (dis)amore, l'ottavo disco di studio, un concept album che si sviluppa attraverso il racconto di una storia d'amore. Dopo la presentazione della graphic novel Chi conosci davvero (BAO) tornano in formazione completa ed elettrificata per un concerto vero che abbatte silenzi, muri, distanza, dolori e assenze. Sono moltissimi gli ospiti di Gigi Giancursi che venerdì 21 maggio porta al Circolo della musica 49ers Acoustic Parade: un palco, moltissime storie e Giancursi che suona a turno con i musicisti con cui ha collaborato negli ultimi anni, per ritrovare quella coralità, seppur adattata, alla quale abbiamo dovuto rinunciare. Moltheni è considerato uno dei padri fondatori del movimento alternativo italiano degli ultimi vent'anni, un cantautore trasversale che giovedì 27 maggio incontra sul palco di Rivoli l'autore Daniele Celona.

Venerdì 4 giugno Giulio Frausin - bassista dei celebri Mellow Mood e tra i curatori dell’etichetta La Tempesta Dub - si dedica al folk acustico con il suo alter-ego cantauroriale The Sleeping Tree, portando sul palco canzoni nude che fanno della propria semplicità ed emotività un sorprendente punto di forza. Giovedì 10 giugno Pacifico è protagonista della serata "Un anno che pare sognato" in cui le canzoni del cantautore, tra cui Gli anni davanti - colonna sonora del fortunato film di Fabio Volo Genitori vs Influencers - si alternano a brevi monologhi, stralci di letture, dando forma ai pensieri confusi di quest'anno faticoso.

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium