/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 06 aprile 2021, 15:00

Come aiutare l'ambiente risparmiando energia

Quando ci si chiude la porta di casa alle spalle e si sta tra le proprie mura familiari spesso succede che si finisce per non riflettere sui tanti sprechi di energia elettrica che si commettono ogni giorno, un errore che davvero non si può fare più.

Come aiutare l'ambiente risparmiando energia

Quando ci si chiude la porta di casa alle spalle e si sta tra le proprie mura familiari spesso succede che si finisce per non riflettere sui tanti sprechi di energia elettrica che si commettono ogni giorno, un errore che davvero non si può fare più: sia perché risparmio energetico significa anche meno spese in bolletta, sia perché è abbondantemente arrivato il momento di essere più eco-responsabili. Prendersi cura dell’ambiente è ormai più un dovere che un argomento di cultura e ognuno di noi deve essere pronto a fare la propria parte.

Ridurre i consumi

Dovrebbe essere ormai diventata una nozione comune quella secondo cui le risorse a disposizione sul pianeta sono limitate e prima o poi finiranno e questo discorso è valido anche quando si parla di produzione di energia elettrica, motivo per cui è molto importante diminuire il più possibile i consumi dentro casa. Si tratta di un obiettivo raggiungibile con alcune buone abitudini, come quella di spegnere le luci nelle stanze che non si stanno utilizzando o di scollegare dispositivi come televisori e caricabatterie quando non sono in uso; tuttavia, la cosa più intelligente da fare è aumentare l’efficienza energetica della propria casa, acquistando elettrodomestici di classe energetica elevata e preferendo magari le lampadine a LED rispetto a quelle alogene.

Le fonti rinnovabili

Una soluzione importante nel campo dell’energia sono le fonti rinnovabili, vale a dire che si formano spontaneamente in un tempo minore rispetto a quello impiegato per consumarle. Si sta parlando in particolare dell’eolico, del fotovoltaico, delle biomasse: tutte fonti di energia che aiutano molto di più ad incamminarsi verso un futuro ecosostenibile rispetto a quelle più classiche, basate sui combustibili fossili. In questo senso si può operare una scelta a livello di fornitori di energia: ce ne sono alcuni come Engie, ad esempio, che fanno arrivare nelle case energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e quindi rispettosa dell’ambiente. Scommettere in partenza su operatori che prediligono questo tipo di fonti di energia è sicuramente un vantaggio non da poco per il pianeta.

Ridurre la propria impronta ambientale

Dell’energia che viene prodotta una parte davvero importante finisce nelle nostre case, per rendere più confortevole la vita dentro le abitazioni, e ottimizzare quindi i nostri consumi può davvero fare la differenza quando si parla di sostenibilità ambientale e quindi di diminuzione dell’inquinamento. Piccoli comportamenti e accorgimenti come quelli sopra descritti sono utili al pianeta perché ci permettono di ridurre il peso della nostra impronta ecologica, senza dimenticare che consumare meno energia significa anche spendere meno in bolletta: quando si dice unire l’utile al dilettevole.

La consapevolezza del proprio impatto sull’ambiente dovrebbe quindi ormai essere interiorizzata da tutti quanti noi, traducendosi in scelte improntate alla sostenibilità ambientale anche e soprattutto quando si parla di consumi di energia

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium