/ Cultura

Cultura | 09 febbraio 2021, 07:48

Venaria, coppie per mano nelle sale della Reggia: così rifiorisce l'amore per l'arte [FOTO]

Ingresso gratuito per gli Under 26, visitabile fino al 2 maggio la mostra fotografica di Paolo Pellegrin

Visitatori alla Reggia di Venaria

Visitatori alla Reggia di Venaria

Anche a Venaria sono i giovani a premiare con entusiasmo e curiosità la riapertura dei musei, dopo circa tre mesi di stop. Succede da una settimana alla Reggia, che accoglie gratis il pubblico Under 26 dal lunedì al venerdì. In particolare, per il Piano Nobile l'orario di visita è dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 17 (ma, in occasione del Carnevale, il 15, 16 e 17 febbraio, l’orario di apertura viene prolungato fino alle 19), il venerdì dalle 10 alle 21. I Giardini, invece, restano aperti dalle 10 alle 17 (al costo di 1 euro). E, con le palestre ancora chiuse, quando il clima lo consente, i più sportivi possono anche approfittarne del percorso dedicato all'allenamento e all'attività fisica: dieci tappe nelle location più suggestive del grande parterre verde, in cui praticare esercizi di yoga e fitness, immergendosi nella natura e nella bellezza del contesto. 

Intanto, la bella giornata primaverile di ieri ha visto tanti ragazzi affacciarsi all'ingresso sotto la Torre dell'Orologio per un tour completo o per visitare almeno la mostra antologica del fotografo Paolo Pellegrin, allestita fino al 2 maggio. 

Nota firma della Magnum Photos, vincitore di numerosi premi internazionali, con esposizioni che negli anni hanno scandito la sua crescita autoriale, è accolto in questi mesi nelle Sale delle Arti, in un percorso immersivo di 200 fotografie, che raccontano i più duri conflitti armati o l'emergenza climatica. La mostra presenta inoltre una sezione speciale e inedita dedicata a un racconto personale ed intimo di Pellegrin: le fotografie realizzate in Svizzera con la propria famiglia durante il periodo della quarantena per il lockdown del coronavirus.

E come non soffermarsi, incantati, per alcuni minuti, di fronte alla splendida Giostra di Nina, l’installazione di Valerio Berruti nella Galleria Grande, scultura del diametro di 7 metri ispirata agli antichi caroselli. Un'opera che è simbolo dell’omonimo progetto cinematografico dell'artista, composto da circa 3.000 disegni realizzati a mano e uniti in sequenza fino a diventare fotogrammi di un video. Il corto animato, coprodotto da Sky Arte con la colonna sonora appositamente scritta da Ludovico Einaudi (qui riprodotta in sala), è stato presentato lo scorso anno in anteprima assoluta al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo in occasione della Festa del Cinema di Roma. Inclusa nel percorso di vista del Piano Nobile, sarà esposta fino al 2 ottobre.

Per informazioni e prenotazioni: https://www.lavenaria.it/it 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium