/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 08 febbraio 2021, 16:59

Performance diffuse nello spazio pubblico: Venaria manda in Europa otto giovani artisti e rilancia lo spettacolo

Al via la nuova edizione del progetto People Power Partnership, che coinvolge 11 Paesi e 14 città, per un totale di 26 eventi dal vivo in quattro anni

La conferenza di presentazione di People Power Partnership

La conferenza di presentazione di People Power Partnership

Quattordici partner di undici Paesi europei, con la partecipazione di 104 giovanissimi tra i 18 e i 25 anni, per realizzare 13 diverse produzioni teatrali site-specific più una performance collettiva finale, in quattro anni di lavoro condiviso. Sono i numeri della nuova edizione di People Power Partnership, progetto europeo che vedrà, quest'anno, la città di Friburgo come capofila e Venaria Reale come unica realtà italiana coinvolta.

Un'iniziativa fortemente voluta dalla Fondazione Via Maestra e dall'amministrazione comunale, presentata oggi al pubblico e alla stampa, e in partenza dal mese di marzo. Si terranno, infatti, dal 6 all'8 marzo le audizioni per tutti gli interessati al Teatro Concordia. 

Non servirà una particolare preparazione artistica, ma si dovrà garantire la continuità necessaria al buona riuscita del progetto. "I ragazzi - ha spiegato il direttore della Fondazione Mirco Repetto - saranno in continuo contatto con altri coetanei di tutta Europa e si faranno, in qualche misura, ambasciatori di Venaria. Il linguaggio artistico comune sarà l'hip hop, universalmente comprensibile e ben rappresentato dalle nuove generazioni".

PPP si sviluppa in due fasi. Nella prima, otto ragazzi selezionati andranno in un'altra città partner e creeranno una produzione nello spazio pubblico con gli otto artisti locali (sfruttando le potenzialità offerte dall'architettura e dall'urbanistica locali), che andrà in scena verosimilmente a settembre 2021. Nella seconda, i giovani svilupperanno una produzione centrale in gruppi di otto provenienti da quattro differenti luoghi. La restituzione pubblica si terrà la prima volta a Friburgo, in Germania, ma il lavoro sarà concepito come una produzione itinerante, destinata a viaggiare a livello internazionale anche a progetto concluso. 

Ci saranno quindi in totale 26 spettacoli nel corso del progetto. E, per tutti i quattro anni previsti, i partecipanti avranno la possibilità di lavorare insieme per dieci settimane, spostandosi in almeno quattro Paesi. 

Il lavoro sarà condotto, in ogni tappa, da uno staff europeo composto dal capofila del progetto, Action theatre PAN-OPTIKUM, guidato da Matthias Rettner, cui si aggiunge, per la parte locale, la project manager Martina Soragna, più alcuni membri provenienti dal precedente progetto Power of Diversity.

Trattandosi di utilizzo dello spazio pubblico, quest'anno PPP ha deciso di espandere il significato del termine anche a un pubblico virtuale, mai così attivo e dinamico come durante la pandemia. Per questo sarà sviluppata, nel corso del progetto, anche un'app di gamification basata sul GPS, utile per costtuire ponti tra luoghi digitali e analogici durante le performance nelle varie città.

Gli otto protagonisti venariesi saranno a Varazdin, in Croazia, a partire dal 17 agosto, e per dodici giorni. Mentre, a settembre, saranno accolti qui i giovani provenienti da Helsingor, in Danimarca, che svilupperanno uno spettacolo da presentare nei Giardini della Reggia di Venaria, nell'ambito della rassegna "Natura in movimento". Dopo altri step intermedi nel 2022 e nel 2023 (a Praga, Sibiu e Vilnius), sarà infine proprio Venaria ad accogliere la performance conclusiva del progetto, nel settembre 2024.

"Siamo molto orgogliosi di fare parte di un'iniziativa così trasversale, che sicuramente porterò ricchezza a tutta la nostra città - ha dichiarato il sindaco Fabio Giulivi -. Abbiamo bisogno di azioni concrete e di far rivivere la cultura, oggi più che mai. Quindi è un bene che i nostri giovani si aprano alle opportunità europee, costruendo esperienze di crescita straordinarie".

E ha aggiunto: "Lo spazio pubblico sarà protagonista, e al nostro territorio di certo non mancano le eccellenze. A cominciare dalla Reggia, patrimonio Unesco, simbolo di un chiaro e nuovo indirizzo dal 2007, biglietto da visita a livello internazionale. People Power Partnership consolida quindi il nostro impegno, come amministrazione, anche rivolto ai giovani, le promesse del nostro futuro. Con l'augurio che sia un cammino di maturazione artistica e morale".

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium