/ Attualità

Attualità | 06 gennaio 2021, 07:20

Fiocchi al posto del carbone, ma la Befana porta via la stagione più beffarda: neve da record e non si può sciare [FOTO]

Dal Pinerolese alla Valle di Susa e non solo: era da anni che non si avevano precipitazioni di questo genere, ma le limitazioni anti Covid hanno impedito agli sciatori di godersela

neve alberi e montagne

Le vette imbiancate delle valli in provincia di Torino nel gennaio del 2021

La neve invece del carbone, ma il senso di beffa rimane lo stesso. L'Epifania 2021 infatti porta via con sé una stagione che davvero lascia l'amaro in bocca a chi ama lo sci e la montagna in generale.

Nell'anno della pandemia e delle limitazioni negli spostamenti, infatti, la neve non si è fatta attendere ed è scesa (o continua a scendere) in maniera abbondante su tutto l'arco alpino, con le valli del Torinese che non fanno eccezione: dalla valle di Susa a quelle del Pinerolese, solo per citarne alcune, ma anche il Canavese con la Valle di Lanzo e così via.

Neve ovunque, a volte veri e propri muri di fiocchi bianchi a coprire strade, case e automobili. Ma la chiusura imposta agli impianti di risalita ha reso tutto questo una gioia per gli occhi, ma un rimpianto per chi avrebbe voluto sfruttare l'occasione con gli sci ai piedi.

C'è chi - grazie al permesso di raggiungere le seconde case durante le Feste - ha comunque cercato di trascorrere qualche ora in mezzo alla neve con lo sci di fondo, le ciaspolate e le escursioni. Ma saranno sicuramente in tanti a ricordare il 2020 come l'anno della nevicata e degli sci lasciati in soffitta.

Vi proponiamo una gallery con le immagini che ci sono arrivate da tutta la provincia di Torino.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium