/ Sanità

Sanità | 23 ottobre 2020, 18:41

La rivoluzione digitale della Sanità piemontese: referti, esami e cambi di medici accessibili online [VIDEO]

Nasce il portale SalutePiemonte.it, un sito attraverso il quale sarà possibile consultare e archiviare referti medici, cambiare medici di base, prendere appuntamenti e stampare ricette. Il tutto senza recarsi fisicamente allo sportello

La rivoluzione digitale della Sanità piemontese: referti, esami e cambi di medici accessibili online [VIDEO]

E' una rivoluzione digitale della sanità quella annunciata oggi pomeriggio dall'assessore Luigi Icardi e dal presidente del CSI Piemonte Pietro Pacini durante la presentazione di www.salutepiemonte.it, il nuovo portale della Regione per i servizi sanitari "online" del cittadino.

Con un indirizzo facile, veloce e sicuro, raggiungibile da pc, smartphone e tablet, il sito voluto dall'assessorato e realizzato da CSI permetterà ai cittadini di avere il proprio quadro sanitario in mano a portata di click: dal portale, infatti, sarà possibile consultare, stampare e archiviare referti medici, cambiare il medico di base, prendere e visualizzare gli appuntamenti  per visite mediche o vaccini, pagare il ticket, stampare le ricette dei farmaci e tante altre cose. Tutto da dietro uno schermo, senza doversi recare fisicamente allo sportello.

Al centro dell'universo virtuale, il fascicolo sanitario elettronico, uno strumento che permette di avere una traccia in tempo reale della storia clinica dell'assistito. La Regione Piemonte è tra le prime in Italia a renderlo automatico per tutti i cittadini piemontesi, che possono così decidere di utilizzarlo a scopo personale o di renderlo consultabile dai medici per finalità di cura. Al portale www.salutepiemonte.it si potrà accedere tramite carta d'identità elettronica, carta nazionale dei servizi e sistema Spid.

Innegabili i vantaggi, sia in una situazione di normalità che in un contesto come quello pandemico che richiede la necessità di eliminare, laddove possibile, le code agli sportelli e gli assembramenti. A presentare il portale, l'assessore alla Sanità Luigi Icardi: "In un momento di difficoltà, il digitale può essere di grande aiuto che può facilitare la vita del cittadino. Si tratta di un cambiamento importante, dal punto di vista tecnologico e culturale: una rivoluzione, anche contro il regime del Covid". "Abbiamo messo al centro i bisogni concreti dell’assistito, che ora può accedere alle sue informazioni cliniche in ogni momento della giornata, in modo semplice, veloce e sicuro e da qualsiasi dispositivo" ha ribadito l'assessore.

Orgoglioso del lavoro svolto per la collettività e per la Regione Piemonte Pietro Pacini, direttore generale del CSI Piemonte: "Abbiamo lavorato a fianco dell’Assessorato alla Sanità per raggiungere questo importante risultato che è significativo sotto molti punti di vista". "In questo progetto infatti il Consorzio ha curato non solo gli aspetti tecnico-informatici, ma anche ha supportato l’Assessorato nell’ideazione e nella realizzazione della campagna di comunicazione che accompagnerà il progetto. Sarà importante infatti che il cittadino conosca questo nuovo punto unico di accesso ai servizi digitali sanitari, facili da usare e utili, soprattutto in questo momento così delicato per la ripresa dell’emergenza sanitaria. E' un percorso di grande prospettiva" ha concluso il direttore. La piattaforma, inoltre, è pensata per essere implementata nel tempo: "Stiamo adottando una logica di sviluppo agile, con strumenti e servizi che si adattino velocemente al contesto" ha rivelato Pacini. Fondamentale il contributo del CSI anche dal punto di vista della comunicazione, oltre che della digitalizzazione.

Soddisfatto anche il dottor Fabio Aimar, direttore generale della Sanità Piemontese: "Siamo contenti di portare avanti questo sviluppo tecnologico in cui la Regione crede fortemente. Il Covid ci ha fatto capire che è necessario far viaggiare i dati, prima di far spostare le persone. In tutti i campi utilizziamo i servizi online, è essenziale che anche la pubblica amministrazione possa dare questo tipo di servizi condivisi per i cittadini".

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium