/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 22 ottobre 2020, 09:15

Cambio della guardia anche all'Amma: Stefano Serra è il nuovo presidente

Raccoglie il testimone da Giorgio Marsiaj, ora presidente dell'Unione Industriale di Torino

Cambio della guardia anche all'Amma: Stefano Serra è il nuovo presidente

Stefano Serra è il nuovo presidente dell’Amma, la più importante associazione territoriale di categoria dell’Unione Industriale di Torino – fondata dal senatore Giovanni Agnelli nel 1919 – che rappresenta circa 600 aziende ed oltre 50.000 lavoratori del territorio torinese appartenenti alle filiere dell’automotive, dell’aerospazio, della meccanica e della meccatronica.

È stato eletto dal Consiglio Generale dell’Associazione dei meccanici e meccatronici torinesi e resterà in carica per il quadriennio 2020-2024. Serra sostituisce Giorgio Marsiaj, chiamato in luglio a ricoprire la carica di presidente dell’Unione Industriale di Torino.

“Con la squadra dell’Amma – ha dichiarato Giorgio Marsiaj – abbiamo vissuto quattro anni straordinari. Abbiamo affrontato i complessi temi derivanti dalla transizione tecnologica e siamo stati accanto alle nostre associate sulle materie del lavoro, sup-portandole soprattutto nei momenti più duri dovuti alla crisi causata dal Covid-19. Ringrazio il Consiglio Generale e i Vice Presidenti per il loro costante supporto e tutti i dipendenti dell’Amma, che con la loro grande professionalità hanno dimostrato di essere all’altezza della tradizione ultracentenaria dell’Associazione”.

Stefano Serra, nato a Firenze nel 1967, ha una lunga esperienza manageriale iniziata all’International Tax Advisory di Arthur Andersen a Melbourne. Nel 2007 assume l’incarico di Direttore Generale di Teseo, una PMI ad alta tecnologia. Nel 2012 l’azienda confluisce nel gruppo multinazionale Clemessy, che nomina Serra ammini-stratore delegato di Teseo-Clemessy Italia, oggi leader nella progettazione e realizza-zione di sistemi di test e collaudo e sistemi elettronici per Aerospazio, Automotive e Medicale.  È presidente della Scuola Camerana e della Fondazione ITS Aerospazio e Meccatronica del Piemonte, membro del Comitato Ammissioni Start-Up di I3P e Consigliere del Distretto Aerospazio del Piemonte. Infine ha partecipato attivamente alla nascita e allo sviluppo del polo di innovazione MESAP. 

“Il futuro, come sempre, – ha dichiarato Stefano Serra – porta il cambiamento. Noi oggi affrontiamo mutazioni dell’impronta industriale del territorio, nuove tecnologie, nuovi modelli produttivi, che rendono necessarie nuove competenze. A questo scopo, attribuisco molta importanza ai giovani e all’up-skilling del capitale umano. Occorre, inoltre, accelerare per favorire maggiori sinergie tra la metalmeccanica e aziende appartenenti a settori diversi e già presenti sul territorio, come ad esempio quelli dell’energia e dell’ICT. L’obiettivo comune, dell’Unione Industriale e dell’Amma, è cogliere appieno le opportunità che ci prospetta la green economy e che, oltretutto, sarebbero grandemente favorite dall’auspicato arrivo dei finanziamenti europei”.

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium