/ Politica

Politica | 11 ottobre 2020, 17:12

Collegno ricorda Che Guevara

Il sindaco sul rapporto con Cuba: "Siamo un'unica famiglia. La famiglia umana"

Collegno ricorda Che Guevara

Un comune che non dimentica il suo rapporto con Cuba, celebrando e ricordando le figure della rivoluzione che hanno fatto la storia. Collegno, come ogni anno, commemora, infatti, Ernesto Che Guevara in occasione del 53^ anniversario della sua morte, proprio dinanzi al monumento eretto in suo onore, in presenza non solo dei membri dell'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, ma anche di Llanio Gonzales, console generale di Cuba di Italia.

"Siamo legati dall'uguaglianza e dalla fraternità - ha dichiarato il sindaco Francesco Casciano -.  Noi dobbiamo fare un fondo umanitario internazionale. Siamo un'unica famiglia. La famiglia umana".

Ed è proprio in quella piazza dedicata al "Che" che sono stati anche accolti i medici cubani, giunti in Italia per dare il proprio aiuto a chi ne aveva più bisogno durante la fase più critica vissuta nei mesi precedenti.

"Nel momento peggiore e più buio qui è arrivata una brigata di medici cubani, che ci ricorda che l'istruzione, cibo per tutti  e sanità sono tre dei pilastri che dovrebbero ispirare la nostra umanità. Questo è il messaggio che viene da questa piazza".

Un messaggio che l'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ha voluto onorare provvedendo a far realizzare da due artisti una scultura di Ernesto Che Guevara che, una volta ultimata, verrà inviata a Cuba.

La cerimonia si è infine conclusa con un omaggio floreale depositato sulla statua eretta in ricordo del "Che" e dei suoi compagni.

Diana Tassone

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium