/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 ottobre 2020, 13:11

Anche la torinese Enerbrain sale sull'acceleratore per start up di Intesa Sanpaolo

L'azienda è stata selezionata tra le 19 finaliste del programma che coinvolge 10 regioni italiane e che durerà due anni

Anche la torinese Enerbrain sale sull'acceleratore per start up di Intesa Sanpaolo

C'è anche la start up torinese Enerbrain tra le 19 finaliste del programma di “crescita accelerata” nell’ambito della Lounge Elite di Intesa Sanpaolo. Le aziende che sono arrivate a quest'ultimo passo provengono da 10 regioni italiane e si sono distinte nei settori salute, intelligenza artificiale, tecnologia green e sostenibilità ambientale. “Abbiamo fondato Enerbrain perché siamo convinti che le nostre città debbano essere sostenibili, smart e a misura d’uomo”, si legge sul sito dell’azienda.

Complessivamente sono 2.700 le startup innovative sostenute da Intesa Sanpaolo, di cui 160 attraverso questa specifica iniziativa in collaborazione con Confindustria. Per Stefano Barrese, a capo della Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo: “Sono l’esempio dell’Italia che riparte con nuove idee”.

Di queste 19 realtà, in gran parte sono state selezionate dal programma "B Heroes", la docu-serie in onda su Sky giunta quest’anno alla terza stagione e realizzata grazie alla collaborazione proprio con Intesa Sanpaolo. Essa rientra nella più ampia partnership fra il primo Gruppo bancario italiano, ELITE e Confindustria per accompagnare le PMI in percorsi di formazione, crescita dimensionale e apertura al mercato dei capitali. In due anni Intesa Sanpaolo ha affiancato in questo percorso oltre 160 imprese provenienti da tutta Italia.

Resilienza e innovazione saranno i principali focus del percorso di formazione della durata di due anni rivolto alle startup da 10 regioni d’Italia e appartenenti a diversi settori industriali di eccellenza dell’economia italiana. Dalla salute all’intelligenza artificiale, sono molte le storie d’impresa, fra cui la genovese D-Heart, che consente di eseguire un elettrocardiogramma e ricevere un referto cardiologico in 15 minuti, la senese Brain Control, che ha sviluppato un medical device in grado di rivolgersi a pazienti con disabilità, fino ai settori della tecnologia green e sostenibilità con la biellese RiceHouse, leader nella produzione di materiali biocompositi per l’edilizia derivanti dagli scarti della risicoltura e la milanese ACBC, vincitrice dell’edizione 2020 di B Heroes e impegnata nella produzione di calzature componibili con suole e tomaie intercambiabili per ridurre l'impatto ambientale.

I 19 protagonisti del percorso avranno anche la possibilità di accedere a servizi integrati e a una rete di professionisti e investitori internazionali per agevolare il loro eventuale accesso al mercato dei capitali. Le imprese saranno anche dotate di strumenti utili a riorganizzare in un’ottica di resilienza le proprie strategie e fabbisogni finanziari nell’affrontare il nuovo contesto economico colpito dalla pandemia.

“Le startup di B Heroes sono l’esempio dell’Italia che prova a ripartire con nuove idee e con una iniziativa imprenditoriale che per sua natura è resiliente anche nelle situazioni di crisi - aggiunge Barrese -. Con questa iniziativa consolidiamo lo storico rapporto con ELITE e Confindustria, che ci ha portato in due anni ad affiancare oltre 160 imprese. Siamo orgogliosi, ancor più in questo delicato momento, di offrire l’opportunità a società che rappresentano uno stimolo alla crescita e al futuro dell’economia del Paese di entrare in un percorso altamente qualificante che permette di usufruire di servizi essenziali per aumentare la propria competitività e accelerare la crescita dimensionale, internazionale e manageriale”.

“Il percorso di crescita delle PMI che stiamo portando avanti ormai da anni insieme ad Intesa Sanpaolo ed ELITE compie oggi un nuovo passo avanti con una classe interamente dedicata alle start up - aggiunge Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria -. Resilienza e innovazione sono le leve su cui puntare per superare la crisi generata dalla pandemia e agganciare una ripresa duratura. La resilienza e lo sviluppo sostenibile fanno parte da sempre del DNA delle nostre aziende, campioni di forza e di tenacia. L’innovazione deve diventare il mantra con cui declinare una crescita a tuttotondo, non solo del Pil ma anche del benessere della comunità in cui le imprese operano e di cui sono cuore pulsante. Un riconoscimento particolare va alle nostre Associazioni territoriali per il loro determinante supporto nell’accompagnare le imprese attraverso i desk costituiti”.

“Un nuovo gruppo di 19 startup innovative entra a far parte di ELITE, grazie alla collaborazione strategica con Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria - conclude Massimiliano Lagreca, Head of Capital Services, ELITE -. Crediamo che questo percorso rappresenti un’importante occasione di crescita e formazione per queste società ambiziose che, nonostante il periodo di incertezza, hanno il potenziale di diventare PMI eccellenti del nostro Paese. Innovazione, crescita e creazione di valore si confermano i valori chiave di ELITE”.

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium