/ Eventi

Eventi | 14 agosto 2020, 08:28

Eventi e spettacoli del weekend: cosa fare a Ferragosto a Torino e provincia

Sprint finale all'Evergreen Fest nel Parco della Tesoriera e nei Giardini della Reggia di Venaria. Cinema all'aperto al Valentino e a Palazzo Reale. Musei e percorsi di visita. Castelli Aperti nel Torinese

Eventi e spettacoli del weekend: cosa fare a Ferragosto a Torino e provincia

Si conclude nel weekend di Ferragosto il ricco calendario di appuntamenti realizzato da Tedacà all'interno di Evergreen Fest, nel Parco della Tesoriera.

Questa sera, dalle ore 21.30I Vitelloni Orchestra proporranno un imperdibile repertorio di canzoni degli anni ’50 e ’60, la musica che faceva ballare ed emozionare nonni e genitori, ma canticchiata e conosciuta ancora molto bene da figli e nipoti.  Assistere a un loro concerto significa fare un viaggio nella storia della canzone italiana, attraverso tutti gli stili che ne hanno caratterizzato l'evoluzione. Dallo swing del Quartetto Cetra, fino al rock raffinato di Lucio Battisti, passando per il jazz da night club, il rock'n'roll, il beat e il sound caraibico Grazie a ironici e originali arrangiamenti, la musica di Fred Buscaglione, Caterina Valente, Adriano Celentano, Renato Carosone e molti altri, trova nuovo respiro in uno spettacolo coinvolgente e ricco di divertimento. 

Sabato 15 agosto rocksteday, balkan e swing si incontrano in un’orchestra che unisce l'energia delle formazioni street al sound delle big band anni Trenta: la sempre acclamata e applauditissima Bandakadabra, fedelissima a un mix riuscito di musica e cabaret capace di coniugare spettacolo da palco e da strada, e conquistando qualsiasi tipo di pubblico. Da Suoni delle Dolomiti al Paleo Festival, passando per l'Edinburgh Jazz & Blues Festival, l'Udin Jazz e il Festival della Mente, in soli quattro anni la Bandakadabra ha collezionato più di trecento repliche in Italia e nel resto d'Europa, dividere il palco con artisti provenienti da generi diversi, tra i quali Goran Bregovic, Vinicio Capossela, il poeta Guido Catalano, Samuel, e il rapper Willie Peyote.

L’ultima domenica di Evergreen Fest, il 16 agosto, si aprirà alle ore 11 con Venezia e il Gran Tour in Italia di Incamto, concerto di musica classica a cura di Coordinamento Associazioni Musicali. Dopo il pranzo servito da Tedacà, seguirà, alle 16.30, Mostri e domatori, spettacolo di acrobatica adatto a bambini e famiglie. La musica tornerà dalle ore 20 con Ale, AleAlle e Miriam Ulivi in Cose nostre, un concerto con alcuni dei loro pezzi originali, antiche canzoni italiane in una nuova versione e una selezione di brani, saltellando tra grunge e cantautorato nostrano, il tutto eseguito in trio con voce, chitarra e percussioni.

Seguirà, alle 21.30, l’ultima puntata di Flashback sofà, format ideato e condotto da Lele Roma, una sorta di radio fatta dal vivo, un  viaggio  nel mondo del rock, soprattutto attraverso i costumi del periodo raccontato, dalla moda alla  tv, al cinema, fino ai resoconti dei giornali (cronaca  nera, bianca e anche rosa). In questa puntata sarà raccontata la Torino degli anni Ottanta. Prima dell'evento, flash mob collettivo per salutare l'edizione 2020 del festival. 

Tutti gli appuntamenti si svolgono presso il Parco della Tesoriera (corso Francia 186-192, Torino), con ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione al numero 334.8655865 (dalle 15.00 alle 19.00) o alla mail prenotazioni@evergreenfest.it. Il calendario completo è su www.evergreenfest.it.

Lo spettacolo dal vivo è di scena anche alla Reggia di Venaria.

Si conclude questa settimana la rassegna estiva "La Meraviglia sul far della sera", realizzata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e Fondazione Via Maestra.

Questa sera la programmazione di eventi partirà alle ore 18 con un appuntamento per i più piccoli. Ondateatro presenta Dolcemiele. Un racconto a quadri, liberamente tratto dal romanzo di Roald Dahl Matilde, di Silvia Elena Montagnini e Bobo Nigrone. Una storia che racconta l'importanza dell'ascolto e della comprensione, per scoprire che non sempre tutto è come ci appare. 

A seguire, alle 18.30, la Cascina Medici del Vascello accoglierà l'intermezzo musicale Nobili a corte e divagazioni, a cura del Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino, con Francesco Barbieri (clarinetto), Lucia Sacerdoni (violoncello) e Hinako Kosaka (pianoforte).

Alle 19.30, nel Giardino delle Rose, andrà in scena Impro_HARP, lavoro in fieri dove la danzatrice Viola Scaglione, attraverso pratiche di composizione istantanea e partiture di improvvisazione in relazione con la musica dell'arpista Federica Magliano, slegandosi da scritture coreografiche fisse, abbraccia territori di movimento fluidi e mutevoli.

Subito dopo, CONCEPT#1, con le musiche di Giorgio Li Calzi: i corpi danzanti del Balletto Teatro di Torino diventano la base per un nuovo alfabeto dinamico e fanno sì che grafica e movimento coreutico dialoghino fra loro in un perfetto connubio. 

Infine, alle ore 20.30, il Gran Parterre juvarriano diventerà il palcoscenico ideale della compianta Franca Valeri, che ha affidato a una delle icone del teatro al femminile, Lella Costa, uno dei suoi testi teatrali più ironici e rappresentativi: La vedova Socrate, scritto e interpretato per la prima volta nel 2003. Protagonista è Santippe, moglie del filosofo, che si sfoga raccontando tutto ciò che il marito e suoi amici le hanno fatto passare, rivolgendosi soprattutto alle donne. Un concentrato di ironia corrosiva, analisi sociale e rivendicazione disincantata.

Sabato 15 agosto, alle ore 18, la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani presenterà Pigiami, di Nino D’Introna, Graziano Melano e Giacomo Ravicchio. La stanza da letto di un adulto che, nella solitudine della sera, scopre il piacere di ridiventare bambino; un posto dove può trovarsi solo a giocare con se stesso. Allora può capitare che arrivi uno sconosciuto, forse un amico. I due dapprima con cautela, poi sempre più affiatati, entrano l’uno nel gioco dell’altro. Curiosità reciproche, crudeltà, tenerezza si alternano in una girandola che ha il colore dominante di una nuova amicizia.

Alle 18.30, spazio alla musica con Vivaldi Vs Piazzolla, a cura del Conservatorio di Torino, che vede protagoniste Ester Turolla (pianoforte) e Lucia Sacerdoni (violoncello). 

Dopo il consueto appuntamento con gli happening di Impro_HARP e CONCEPT#1, la parte conclusiva della serata, dalle ore 20.30, sarà affidata a Perpendicolare, affascinante innesto tra il mondo musicale di Cristina Donà e la danza del coreografo Daniele Ninarello, plasmati e cuciti insieme dal musicista e compositore Saverio Lanza. Un incontro che muove verso territori espressivi profondi che indagano direzioni multidisciplinari inusuali e intrecci di senso inaspettati. Materiale inedito nato appositamente per lo spettacolo e alcune tra le canzoni più note della cantautrice si aprono nello spazio della performance, come una visione che scorre fin sotto la pelle dello spettatore.

Per assistere agli spettacoli sarà sufficiente il biglietto di ingresso alla Reggia che fino al 16 agosto prevede un’apertura straordinaria serale (tutti i giorni fino alle ore 22; la domenica fino alle ore 18.30), al costo di 6 euro. Maggiori informazioni sul sito www.lavenaria.it/it.

Serate conclusive anche per il Festival Teatro&Letteratura di Tangram Teatro al Forte di Fenestrelle, con spettacoli a ingresso libero senza prenotazione e nel limite della capienza consentita.

Eugenio Allegri dirige con maestria Matthias Martelli nella rivisitazione del Mistero Buffo di Dario Fo (questa sera, ore 21), esilarante giullarata popolare che ha costituito il modello per il grande teatro di narrazione degli ultimi vent’anni. Facendo leva sul talento di Martelli, il regista ha scelto di rimanere fedele all’interpretazione del Premio Nobel e alla tradizione giullaresca da lui riscoperta, mantenendo il risultato differente e distinto. "Solo così si può restituire Mistero Buffo - scrive Allegri - come un classico immortale del teatro italiano: facendo rivivere il fascino attraverso un’interpretazione fedele ma allo stesso tempo il più possibile personale". A Fenestrelle sarà portato in scena "Il primo miracolo di Gesù bambino", restituendo l'uso del grammelot modulato sulle differenti abilità vocali dell’attore per costruire una satira nuova, che combina la corrosività delle parodie giullaresche con i temi del mondo moderno.

Infine, sabato 15Bruno Maria Ferraro riproporrà Ho visto Nina volare. Le radici piemontesi di Fabrizio De André, ispirato al testo curato da Guido Harari per Rizzoli, "Una goccia di splendore", con i contrappunti musicali di Gigi Venegoni. Genova, il mare, i suoni del Mediterraneo, il porto. E poi la Sardegna, andando fino al cuore di quella terra, il sogno dell'agriturismo e la malattia del sequestro. E ancora, il Piemonte terra di cascine abitate nell'infanzia. Ripercorrere i "luoghi" di De Andrè  significa viaggiare nell'anima degli uomini, in quelle contraddizioni che spaccano la nostra società ma che sono opportunità, risorse, differenze da capire anziché combattere. 

Questa sera alle ore 21, la suggestiva cornice del Parco San Silvestro di Chieri (strada San Silvestro, 29) ospita il Concerto di Ferragosto “Quando la Musica è Cinema”, organizzato dal Comune in collaborazione con il Circolo Cameristico Piemontese ed il festival Sans-In.

Il Crossing Sound Projet proporrà un viaggio attraverso le musiche di Ennio Morricone, Astor Piazzola, George Gershwin, Luis Bacalov, Nicola Piovani, Luigi Tenco, Chick Corea, Fred Buscaglione, Pino Daniele e tanti altri, interpretate in una nuova veste. Gli arrangiamenti originali del Maestro Massimo Peiretti spazieranno tra diversi generi, toccando la classica, il pop e il jazz, accompagnati dalle voci di Luciana Biasiol e Stefania Zasa.

Proseguono poi le proiezioni nelle arene cinema all'aperto di Torino. Nel cortile di Palazzo Reale, per la rassegna "Cinema a Palazzo", le prossime tre serate accoglieranno tre film molto recenti, tutti usciti nel 2019: Judy, di Rupert Goold, La belle époque, di Nicolas Bedos, e Il mio profilo migliore, di Safy Nebbou. Inizio ore 22, biglietti acquistabili sul sito mailticket.it

Nel Castello del Valentino, per "Cinema al Castello", il trittico di proiezioni, a partire dalle 21.30 di questa sera, è invece costituito da La dea fortuna, di Ferzan Ozpetek, l'intramontabile Frankenstein Junior, di Mel Brooks, e Odio l'estate, di Massimo Venier, che vede il ritorno al grande schermo del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Biglietti prenotabili o acquistabili sul sito webtic.it

Infine, per chi volesse dedicarsi a un weekend culturale alla scoperta dei musei torinesi, QUI è possibile consultare tutti gli orari di apertura di Ferragosto, con tariffe speciali e percorso di visita proposti

Diversamente, è anche possibile spostarsi in provincia approfittando dell'iniziativa "Castelli Aperti", per scoprire le bellezze architettoniche del Piemonte da un punto di vista inedito. Il Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo sarà aperto, il giorno di Ferragosto, dalle 10 alle 19. Sarà ancora possibile visitare la mostra di Oliviero Toscani nel parco. E' richiesta la prenotazione. Mentre il Castello di Masino a Caravino osserverà l'orario 11-19, con visite guidate solo su prenotazione (www.musement.com/it/<wbr></wbr>torino/biglietti-per-castello-<wbr></wbr>e-parco-di-masino-224590/?aid=<wbr></wbr>FAIMasino). 

Manuela Marascio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium