/ Attualità

Attualità | 10 agosto 2020, 13:52

Danilo e Luca si allenano a Venaria, poi partiranno da Torino per attraversare lo stivale in handbike

"Viaggio Italia around the world": i due amici, ideatori del progetto di sensibilizzazione sulla disabilità, partiranno il 18 agosto alla volta della Sicilia per un viaggio all'insegna del turismo “lento”, accessibile e della mobilità attiva

Danilo e Luca si allenano a Venaria, poi partiranno da Torino per attraversare lo stivale in handbike

Il 18 agosto Danilo Ragona e Luca Paiardi, fondatori del progetto Viaggio Italia around the world, partiranno da Torino con le loro handbike per affrontare un viaggio di 25 giorni lungo tutta la penisola.

Da Torino a Palermo in handbike: Viaggio Italia torna alle origini, abbandonando temporaneamente il mondo per riscoprire strade, storie e persone del nostro paese. Il designer Danilo Ragona e l'architetto Luca Paiardi, ideatori del progetto di sensibilizzazione sulle tematiche legate alla disabilità che li ha portati a solcare Europa, Asia, Sud America e Asia praticando diverse esperienze di sport e vita all'aria aperta accessibile, si stanno allenando a Venaria e, martedì 18 agosto, partiranno per una nuova avventura di 25 giorni.

Il percorso attraverserà diverse città, tra cui Genova, Pisa, Firenze, Orbetello, Roma, Napoli e Tropea, prima di approdare in Sicilia sabato 12 settembre: “Con l'Italia - ammette Paiardi – abbiamo sempre mantenuto un legame speciale e particolare: prima di tutto perché è il nostro paese, poi perché il progetto è partito proprio da qui e, infine, perché collaboriamo con realtà che qui sviluppano inclusione, accessibilità e qualità di vita. Dopo tutto quello che è successo durante il lockdown, e vista l'impossibilità di viaggiare all'estero, ripartiamo dall'Italia.”

Uno dei focus del nuovo viaggio sarà la mobilità attiva, tema a cui i due amici dedicano un'attenzione particolare: “In questi mesi - prosegue Paiardi – a Torino è stato portato avanti, anche se alla svelta, un lavoro sulla ciclabilità che ci ha permesso di iniziare a muoverci tranquillamente per la città con le nostre handbike: da qui è nata l'idea di verificare la situazione anche nel resto del paese. Non a caso la partenza sarà dal quartier generale di Piazza Baldissera, luogo simbolico perché al centro di grandi polemiche per il traffico ma al tempo stesso crocevia di diverse direttrici ciclabili.”

Ragona e Paiardi avranno a disposizione anche una speciale handbike a pedalata assistita, prestata per l'occasione dall'azienda di noleggio bici lombarda e-Stelvio (incontrata durante una visita all'Unità Spinale di Sondalo, ndr), e saranno accompagnati da un'automobile e un furgone messi a disposizione da Fiat Autonomy: “La vicenda di Alex Zanardi – conclude – ci ha colpito molto, per questo i due mezzi a copertura del viaggio rappresenteranno un supporto estremamente positivo".

Marco Berton

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium