/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 26 giugno 2020, 07:20

Ammortizzatori sociali, artigiani su piede di guerra: "Ritardi inammissibili: aspettiamo ancora aprile e maggio"

Tutte le sigle di categoria e i sindacati lanciano l'allarme: "La colpa è dei ritardi nell'assegnazione delle risorse pubbliche allo strumento FSBA"

Ammortizzatori sociali, artigiani su piede di guerra: "Ritardi inammissibili: aspettiamo ancora aprile e maggio"

Tutto fermo al mese di aprile. La colpa? I ritardi nell'assegnazione delle risorse pubbliche all'ammortizzatore specifico che si chiama FSBA. E se da una parte si annuncia che la cassa integrazione è stata completamente erogata (l'annuncio è dei giorni scorsi da parte della Regione per le domande inoltrate fino a maggio), ci sono settori dell'economia che invece continuano a soffrire pesantemente lungaggini e burocrazie.

A lanciare l'allarme sono tutte le sigle del mondo artigiano e dei sindacati, che insieme compongono il Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato: per Confartigianato, Cna, Casartigiani, Cgil, Cisl e Uil è necessario "chiarire quanto sta avvenendo a livello nazionale e, a caduta, anche nella nostra regione".

L’Ente Bilaterale dell’Artigianato Piemontese (EBAP) ha, da tempo, approvato le migliaia di richieste arrivate relativamente alle prime 9 settimane di copertura dell’ammortizzatore sociale FSBA. Inoltre, tramite le risorse accantonate negli anni grazie ai versamenti di imprese e lavoratori aderenti, l’EBAP ha già proceduto al pagamento dell’assegno ad oltre 70.000 lavoratori della nostra regione, rispondendo pienamente a tutte le richieste relative ai mesi di febbraio e marzo.

"Esaurite le risorse disponibili, oggi l’EBAP è impossibilitato ad effettuare i versamenti relativi ai mesi di aprile e maggio a causa del mancato trasferimento delle risorse economiche previste dal DL Rilancio e ripetutamente annunciate dal Governo", proseguono le parti sociali. "Per questo motivo, nel manifestare la più ampia solidarietà nei confronti delle esigenze legittimamente reclamate dai lavoratori dell’Artigianato piemontese, confermiamo il nostro comune impegno quotidiano, anche tramite le nostre Confederazioni nazionali, a sollecitare il Governo a sbloccare immediatamente le risorse promesse, indispensabili alla sopravvivenza di lavoratori ed imprese, in un momento economico tra i più difficili della storia del nostro Paese".

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium