/ Politica

Politica | 18 giugno 2020, 14:13

Grugliasco, Lorenzoni (Pd): "Elezioni Torino 2021, le strategie tengano conto dei territori e delle loro esigenze"

"L'opinione pubblica dimentica spesso che l'elezione del sindaco sotto la Mole non sarà questione esclusiva dei torinesi: il primo cittadino eletto avrà infatti anche la responsabilità dell'area metropolitana"

Grugliasco, Lorenzoni (Pd): "Elezioni Torino 2021, le strategie tengano conto dei territori e delle loro esigenze"

La direzione metropolitana del Partito democratico di Torino avvia una grande campagna di ascolto nei confronti delle principali soggettività e categorie della città, con i corpi intermedi, le associazioni e i quartieri. Lo farà insieme con la coalizione del centrosinistra e con l’impegno della società civile che da mesi elabora contributi utili al futuro della città. Sarà una campagna di ascolto che vorrà coinvolgere anche i comuni della Città Metropolitana di Torino (considerando che il Sindaco di Torino è anche Sindaco Metropolitano) che devono aiutare a costruire l’Agenda politica con cui presentarsi all'elettorato.

Dario Lorenzoni, segretario del circolo del Pd di Grugliasco, e coordinatore dem della zona ovest, sottolinea l'importanza che l'elezione del sindaco di Torino, nel 2021, segnerà un passaggio importante anche per la città metropolitana.

"L'opinione pubblica dimentica spesso che l'elezione del sindaco di Torino non è questione esclusiva dei torinesi: il primo cittadino eletto, avrà anche la responsabilità dell'area metropolitana. E' quindi un appuntamento che riguarda tutti noi, che possiamo dare un importante contributo al programma che dovrà riportare il centrosinistra alla guida di Palazzo Civico e della Città Metropolitana".

"Dalla direzione provinciale di questa settimana ho colto una disponibilità importante all'ascolto dei territori, un tema molto sottolineato in tutti gli interventi e anche dal segretario Mimmo Carretta – aggiunge Lorenzoni - . A fronte delle possibili primarie di novembre, non ancora chiaro se di partito o coalizione, è forte la necessità di ampliare la discussione su temi e programmi a tutta l'area di città metropolitana. Sono certamente forti le questioni prettamente torinesi: quali la realtà delle periferie e di quelle zone meno ascoltate della città che devono avere il giusto spazio e visioni concrete di rilancio. Non siamo la periferia di Milano: dobbiamo mettere da parte i sensi di inferiorità o le competizioni sterili tra campanili. Utile e fondamentale sarà invece puntare sugli elementi di forze che la città e con essa l'area metropolitana, offrono per un grande rilancio".

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium