/ Politica

Politica | 18 giugno 2020, 12:05

Collegno, Grugliasco, Druento e San Gillio uniti per un piano "In Comune"

I sindaci delle quattro città si propongono di lavorare insieme sui temi della progettazione, della formazione, degli acquisti e della comunicazione: "Insieme quadruplicheremo la nostra capacità di fare"

Collegno, Grugliasco, Druento e San Gillio uniti per un piano "In Comune"

Lavorare insieme per un bene comune, collaborando per migliorare le proprie città. È quanto hanno deciso Collegno, Grugliasco, San Gillio e Druento, che hanno scelto di unirsi sotto un nuovo accordo per lavorare insieme sui temi della progettazione, della formazione, degli acquisti e della comunicazione. 

"Stiamo facendo un cosa importante, ma che i cittadini si aspettano. Si aspettano che noi siamo in grado di cooperare per migliorare i servizi e sostenere l'economia - ha dichiarato il sindaco di Grugliasco Roberto Montà -. Credo che questa forma di cooperazione ci consenta di provare a pensare a una erogazione dei servizi non sul nostro micro. Abbiamo la necessità di risparmiare e ottimizzare. Possiamo così anche lavorare sull'innovazione e lo sviluppo dei servizi, per andare incontro alle esigenze, che in qualche modo sono cambiate. Oggi questo documento  apre a un percorso che noi vogliamo condividere con le nostre giunte, ma anche con i consigli comunali. Oggi iniziamo un lavoro che speriamo diventi un patrimonio condiviso. Stiamo costruendo un progetto che sarà una grande opportunità di sviluppo".

Una tappa importante, dunque, che punta a porre in prima linea quattro comuni, il cui scopo è mettere in atto scelte condivise per ottimizzare e risparmiare.

"Comuni in comune, un bel nome che collega questo progetto che noi chiamiamo collaborazione municipale. Cercare di fare meglio insieme - ha sostenuto il sindaco di Collegno Francesco Casciano -. Vogliamo che anche le nostre amministrazioni corrano veloci. Noi siamo già comuni gemelli, quattro comuni che sapranno condividere appalti, scelte, comuni che hanno sempre dettato una linea e una strategia delle grandi imprese, come CIDIU e Smat. La nostra capacità di fare squadra è fatta di grande passione. Abbiamo una grande possibilità di cooperazione, quindi che le amministrazioni si uniscano, risparmino e sostengano il territorio. Le imprese e l'economia funzionano se ci diamo da fare. Insieme quadruplicheremo la nostra capacità di fare".


Una collaborazione, dunque, che permette di unirsi per un gioco di squadra che punta all'ottimizzazione dei territori interessati e che porta avanti un lavoro già intrapreso negli  anni con progetti condivisi, ma che, in un momento così delicato, mette insieme le capacità di ogni comune. 

"Una giornata importante che scandisce una collaborazione che è nata già nel tempo, che ci ha visto sempre uniti su progetti importanti - ha commentato il sindaco di Druento Carlo Vietti -. Insieme si riescono a portare avanti determinate iniziative. Oggi è una tappa importante".

Un accordo siglato dai quattro primi cittadini, quindi, che sancisce un lavoro tra "Comuni In Comune". 

"Siamo il Comune più piccolo e la nostra amministrazione è da sempre favorevole alla collaborazione con altri comuni, perché  collaborando si possono ottenere grandi risultati - ha affermato Gian Carlo Balbo sindaco di San Gillio -. È importante fare squadra. È importante stare insieme. Siamo fiduciosi che faremo strada con questa unione".

Diana Tassone

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium