/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 24 marzo 2020, 14:00

Coronavirus, a Collegno mercati regolari

Tutti i mercati in città si svolgeranno regolarmente, saranno recintati con transenne e ad accesso limitato

Coronavirus, a Collegno mercati regolari

Nuove regole, nuovi modi di vivere la quotidianità della città. A seguito delle nuove disposizioni della Regione Piemonte, Collegno si è messa all'opera, insieme alle forze di Polizia Municipale, per riorganizzare le aree mercatali della città.

Gli uffici comunali collegnesi hanno così lavorato tutto il weekend per elaborare una riperimetrazione e una nuova disposizione dei banchi dei mercati, che continueranno a svolgersi regolarmente in tutti i quartieri.

"In un’emergenza come questa assicurare la capillarità dei mercati, seppur con qualche limitazione, garantendo la sicurezza igienico-sanitaria  è una scelta intenzionale  per evitare lunghi spostamenti e code eccessive in altri esercizi commerciali - ha commentato i, sindaco Francesco Casciano - Devo ringraziare i  Tecnici comunali e la nostra Polizia Locale che in poco tempo hanno riorganizzato le aree dei mercati cittadini".

Nei mercati, dunque, dove saranno consentiti solo i venditori di prodotti alimentari, le aree saranno ridotte e transennate, con accesso contingentato e sorvegliato da vigili urbani, garantendo il rispetto delle distanze tra i banchi.

"Siamo consapevoli del sacrificio che chiediamo a molti operatori mercatali, che vedranno spostato il proprio banco o temporaneamente sospesa la propria area di vendita, ma l'amministrazione comunale ha lavorato al massimo delle proprie possibilità per continuare a garantire questo tipo di attività economica, che è un servizio essenziale per la cittadinanza", ha dichiarato l'assessore al commercio Enrico Manfredi.

"La scelta di tenere aperti i mercati, nonostante le giuste limitazioni imposte dalla Regione, rappresenta un grande sforzo per l'amministrazione in termini di risorse, ma pensiamo che questa modalità di approvvigionamento sia troppo importante".

Diana Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium