/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2020, 18:10

Collegno commemora l'esodo e le foibe

Il sindaco Casciano: "Il giorno del Ricordo dell'esodo e delle foibe rappresenta il riconoscimento di una memoria da celebrare e indagare"

Collegno commemora l'esodo e le foibe

Un momento per ricordare e non dimenticare. La città di Collegno ha così commemorato gli esuli italiani d'Istria, Fiume, Dalmazia e le vittime delle foibe nel giardino loro dedicato in via Vandalino.

"Nel 2004  il giorno del ricordo è stato istituzionalizzato con una legge della Repubblica - ha dichiarato il vicesindaco Antonio Garruto -, rafforzando la conoscenza della storia in tutte le sue pagine in tutta la sua complessità e contribuendo ad integrare questa tragedia nella coscienza dei cittadini italiani ed europei".

Una commemorazione che ha avuto un valore aggiunto, quello della lezione del professore Claudio Vercelli ai giovani del Servizio Civile Universale. "Non siamo qua solo per ricordare il passato, ma per parlare del nostro presente - ha sostenuto il professore Claudio Vercelli -. Le guerre distruggono le radici, le libertà.  Dobbiamo essere consapevoli di questa cosa, tanto più essendo  tutti figli e nipoti di quelle storie. Perché dobbiamo ricordarlo e commemorarlo? Perché dobbiamo continuare con le generazioni più giovani a ricordare? Un vero presente è un futuro esiste se si ha cognizione della storia, di tutta la storia".

Il sindaco Francesco Casciano ha infine fatto arrivare un messaggio da Auschwitz, dove si trova insieme a una delegazione collegnese per il progetto Treno della Memoria: "Il giorno del Ricordo dell'esodo e delle foibe rappresenta il riconoscimento di una  memoria da celebrare e indagare sia per la strage e le violenze subite dalle popolazioni istriane, fiumane e giuliano-dalmate sia per la follia criminale che dobbiamo rinchiudere nel cassetto del 900, insieme a tutti i crimini e gli orrori di un secolo "breve" e buio".

Diana Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium